Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Porec

Porec (Parenzo), la Basilica Eufrasiana e il borgo costiero della Croazia

Pagina 1/2

A pochi chilometri dal confine di Muggia, raggiungibile facilmente in automobile superando la stretta striscia di terriotrio della Slovenia, Porec è una meta perfetta per un weekend sul mare, ideale per coloro che cercano oltre la relax anche il contatto con l'arte e la storia.

Parenzo offre tutto questo, e a misura d'uomo: è una città di poco meno di 10.000 anime, piccola quindi, ma straripante di monumenti e di oltre cinque mila anni di storia: le sue origini si perdono nella notte dei tempi, addirittura a forse 6 mila anni fa quando iniziarono le lotte tra le tribù degli Istri. Certo è che che furono i Romani, circa 2 mila anni fa, a dare un'impronta indelebile alla città, a cui seguirono Goti, Slavi, popolazioni germaniche, e poi Bizantini.

Fondamentale fu l'egemonia dei Veneziani, che ressero le sorti della città per oltre 5 secoli, dando forma al centro storico in pietra che possiamo ammirare oggi, ma poi la città passò agli austriaci, e gli Italiani, fino all’annessione alla repubblica di Jugoslavia alla fine della seconda guerra mondiale.

Ognuno di questi popoli ha lasciato quindi significative tracce e opere d’arte, con chiese e templi, soprattutto nelle viuzze e nelle piazze dell'antico centro storico che tuttora mantengono inalterato il vecchio ma funzionale tracciato romano, caratterizzato dai due assi portanti del cardo massimo e il perpendicolare decumano (Ulica Decumanus), che taglia il centro storico esattamente nella sua metà.

Del tempo dei romani, l'antica colonia di Parentium, rimane quindi la struttura ed alcuni edifici e sparsi resti romanici, tra cui i resti dell'antico tempio di Nettuno e del Foro nella piazza Marafor, al termine del decumano.
Ma poi la storia procedendo spedita ha aggiunto gioielli gotici e barocchi, eleganti edifici medioevali, torri, mura che rendono composita e variegata la struttura urbanistica della cittadina, oltre che molto piacevole da esplorare a piedi.

Un silenzioso e austero esempio di questa movimentata storia parentina è sicuramente la Basilica Eufrasiana costruita nel sesto secolo dopo cristo, uno dei più sacri monumenti bizantini del mondo, non a caso entrato tra i patrimoni dell'Unesco nel 1997: all’interno la storia si fa arte con i resti della pavimentazione musiva di epoca paleocristiana (secondo e sesto secolo) e con l' abside centrale abbellito dai pregevoli ornamenti.

... Pagina 2/2 ... La visita consente di ammirare i suoi mosaici, sia quelli dei pavimenti dell'antica basilica, fatta demolire da Eufrasio, che quelli del 6° secolo presenti nella chiesa e considerati tra i più preziosi del mondo. Al centro del transetto domina il ciborio in marmo di epoca medievale, perfetta integrazione tra la tradizione bizantina e quella veneziana. La salita alla torre campanaria consente di avere una vista originale del centro di Porec e sulla costa frastagliata di questa regione dell'Istria

La storia di Porec continua ancora oggi, anche se con meno richiami al sacro, grazie ai suoi numerosi alberghi, i moderni e raffinati ristoranti, con le pasticcerie e i caffè affollati che vi aspettano per un elegante aperitivo in centro. Alla sera le strade lastricate di Parenzo diventano magiche, ed è un piacere passeggiare tra negozi e ristoranti che vi allettano cone le loro proposte gastronomiche, e dove un piatto di buon pesce si può ancora strappare a prezzi contenuti.

Di giorno, oltre all'arte e lo shopping in centro, vi attende il porto di Porec, dove pescherecci e barche vi attendono pronte per effettuare gite romantiche lungo la costa. La costa di Parenzo si allunga per un totale di circa 64 km , presentandosi molto frastagliata con un incredibile numero di piccoli isolotti e penisole ed ogni gita in barca vi farà scoprire luoghi diversi, sempre nuovi, giorno dopo giorno. Raccomandate le uscursioni in barca fino a Rovigno, uno dei borghi marini più belli di tutto l'adriatico, e ancora a più sud fino al Parco Nazionale delle isole Brioni.

Con il fiume Mirna come limite settentrionale e il Canale di Leme a meridione che ne rappresentano i limiti naturali, l’area di Porec è ben collegata con il resto della penisola istriana e anche con le strade più importanti d’ Europa. Questa facilità di collegamento, la sua storia, e le sue bellezze naturali, con le acque costiere davvero incontaminate, fanno sì che Parenzo sia una delle località più rinomate e apprezzate dell’intera riviera dell’Istria tanto che Porec è di fatto la località turisticamente meglio organizzata dell' intera costa della Croazia, forte della sua grande capacità ricettiva che supera tranquillamente le 35 mila unità al giorno, che comunque possono trovare il loro angolo di tranquillo paradiso lungo i chilometri di costa e le centinaia di piccole isole tutte da scoprire.

Una soluzione interessante, per trovare alloggio a Parenzo, è quella di spostarsi poco più a sud in località Zelena Laguna, uno stretto fiordo dove si trova una buona scelta di alberghi. Noi per il nostro weekend a Parenzo abbiamo scelto l'Hotel Laguna Molindrio, che offre un ottimo standard qualitativo con prezzi molto interessanti. La struttura è ideale per chi desidera compiere attività sportive all'aperto, grazie ai nuneri sport che si possono praticare, e non mancano le occasioni di divertimento per coloro che si sentono ancora giovani, grazie alla contigua discoteca Byblos, una delle più rinomate di tutta l'istria.

Ma se cercate soluzioni alternative nella zona di Parenzo, l'operatore turistico il picco Tiglio, esperto nelle destinazioni delle regioni della ex Jugoslavia, può organizzare per voi itinerari e programmi su misura che consentiranno di esplorare a fondo tutta l'offerta turistica che una città come Parenzo, ed i suoi dintorni, è in grado d'offrirvi.
loading...
26 Febbraio 2017 Gioco del Ponte, l'evento finale del cosiddetto ...

Giugno è tradizionalmente un periodo denso di eventi per la città ...

NOVITA' close