Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Croazia

Croazia: Documenti di viaggio necessari e formalitą doganali

Pagina 1/2

Chi si appresta a visitare la Croazia deve essere in possesso di passaporto o carta d'identità valida per l'espatrio, ovvero cartacea con apposito timbro o elettronica con certificato. A scanso di equivoci e in caso di dubbio può essere comunque utile rivolgersi al proprio Comune, e una volta in vacanza, in caso di problemi, si possono contattare gli Uffici diplomatici italiani a Zagabria, Fiume o Spalato.

Chi viaggia con dei minorenni dovrà ricordarsi che per la normativa italiana è obbligatorio il passaporto individuale del minore. Comunque è consigliabile contattare una Questura italiana e gli uffici diplomatici della Croazia per ottenere informazioni adeguate e sempre aggiornate a riguardo. I minori accompagnati dai genitori possono entrare con il certificato di nascita rilasciato da un Comune italiano, convalidato dalla questura o dal commissariato. Ma attenzione: questo documento non è sufficiente per uscire dalla Croazia verso l’Ungheria o la Bosnia-Erzegovina.

Anche chi raggiunge la Croazia via mare con la propria imbarcazione deve avere con sé vari documenti: il certificato di navigazione, la lista dei passeggeri e dell’equipaggio, l’idoneità del conducente all’esercizio delle funzioni di bordo, l’assicurazione contro i danni causati da terzi, il certificato di proprietà o di autorizzazione all’uso del mezzo, il disco di licenza o la vignetta adesiva (ottenibile presso la capitaneria di porto del luogo di approdo). All’arrivo occorre infatti presentarsi presso la capitaneria per le formalità e il pagamento delle relative tasse, in seguito alle quali verrà rilasciata la vignetta adesiva di cui sopra.

Il visto turistico, o per brevi visite d’affari, non è necessario per i cittadini italiani che intendano soggiornare in Croazia per periodi inferiori ai 90 giorni. E’ comunque obbligatorio registrare la propria presenza entro 48 ore dall’arrivo presso il locale commissariato: chi alloggia presso privati dovrà accertarsi che l’ospite abbia provveduto alla registrazione, mentre in caso di soggiorno in albergo sarà la stessa struttura ad occuparsene.

Dogana

... Pagina 2/2 ... In Croazia è consentita l’importazione e l’esportazione di valuta senza obbligo di dichiarazione per un valore massimo di 10.000 euro (o suo controvalore) in contanti. Somme superiori vanno dichiarate alla dogana. E’ vivamente consigliato dichiarare le somme importanti di denaro, e si ricorda che può essere negato l’ingresso a chi non dimostri di possedere almeno 100 euro per ogni giorno di permanenza.
Gli euro sono agevolmente convertibili, e sono accettate le principali carte di credito.
Se si viaggia in Croazia con un’auto intestata a una persona diversa dal conducente o dai passeggeri è richiesta una delega del proprietario. In mancanza di tale documento si rischia il fermo del veicolo alla frontiera fino a 48 ore per i dovuti accertamenti.

Non ci sono particolari divieti sull’importazione di beni, ma esistono limitazioni per prodotti di origine animale per quantità oltre i 10 kg, e sono richiesti certificati fito-sanitari per piante e materiale da vivaio. In ogni caso, per informazioni più dettagliate, si consiglia di contattare l’Ambasciata croata in Italia o quella italiana in Croazia.

Chi viaggia con animali al seguito (sia egli proprietario o delegato) non per fini commerciali o per consegna ad altro proprietario, deve presentare alla dogana il passaporto internazionale di ciascun animale, dove si attesti che lo stesso è sano e non proviene da zone con presenza di malattie infettive.
I cani e i gatti devono essere identificabili tramite tatuaggio o chip elettronico, e devono possedere il passaporto internazionale che certifichi l’avvenuta vaccinazione antirabbica secondo modalità ben precise. Ancora una volta conviene informarsi preventivamente presso le autorità competenti.
Sebbene il nostro sforzo sia quello di mantenere le informazioni aggiornate prima di partire vi consigliamo di consultare anche il sito Viaggiaresicuri.it
 

loading...
close