Cerca Hotel al miglior prezzo

Póvoa de Varzim e la sua praia. Nota località balneare portoghese

Póvoa de Varzim, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Antica cittadina, la cui carta de foral (costituzione comunale) risale al XIV secolo, dall’inizio del XVIII iniziò a essere nota come importante città dedita alla pesca, tanto da attirare un gran numero di pescatori che vi formarono una comunità.

Terra di intrepidi pescatori, a partire dalla seconda metà del XIX secolo, Póvoa de Varzim è diventata una delle più note località balneari del Nord del Portogallo, in particolare dopo l’inaugurazione della linea ferroviaria che, nel 1875, ha assicurato un collegamento più facile con la città di Porto. Oggi, Póvoa è un animato centro di vacanze, dotato di infrastrutture eccellenti che non mancano di piscine olimpioniche, scuole di tennis e di squash e campi sportivi per svariate discipline.

Bagnata da un mare agitato, apprezzato dai surfisti, la sua lunga spiaggia, molto frequentata, prende nomi diversi, quali Praia do Hotel, da Lagoa, da Lada, dos Beijinhos o do Carvalhido, in base ai diversi concessionari responsabili di ciascun tratto. La vita si prolunga anche di notte nei numerosi ristoranti, bar e terrazze e nel famoso Casinò, uno dei più belli e conosciuti del Portogallo.

Altra bella spiagga è Praia de Paimó. Inserita in un ampio arenile che ha inizio a circa 1 km a nord, da Rio Alto da Estela, dove si trovano il Campeggio e il Campo da Golf. La spiaggia, dotata di buone infrastrutture di appoggio, è molto frequentata dai bagnanti, forse perché qui il mare è un po’ più calmo rispetto alle spiagge vicine, a causa della configurazione della linea costiera, che in questa zona gira leggermente verso il mare, interrompendo le onde.

A nord, circondata da campi coltivati nascosti tra le dune, la Praia da Aguçadoura, tranquilla e isolata, è molto conosciuta dai surfisti, che la considerano una delle migliori del paese.

Nelle vicinanze, la cittadina di São Pedro de Rates, già sede comunale, merita una visita attenta, in particolare la chiesa romanica edificata nei secoli XI-XIII, l’antico edificio della Câmara del XVIII secolo e il pelourinho (palo della gogna).

Merita una visita il Museu Municipal de Etnografia e História. Ospitato all’interno del restaurato e ampliato "Solar dos Carneiros", edificio della seconda metà del XVIII secolo, la cui cappella può essere anch’essa visitata, il museo offre una collezione etnografica e antropologica sulla comunità marittima e i borghi rurali del municipio. La sezione archeologica illustra le origini e l’evoluzione degli insediamenti della regione, più visibili dalla protostoria, passando per la cultura castrense e per le vestigia dell’occupazione romana.

Nel porto della città, è possibile visitare una “Lancha Poveira do Alto”, imbarcazione tradizionale di Póvoa de Varzim.

Fonte: Ufficio turistico del Portogallo
Visita Visitportugal.com
 


  •  

 Pubblicato da - 01 Febbraio 2009 - © Riproduzione vietata

News più lette

close