Cerca Hotel al miglior prezzo

Leeuwarden (Frisia), visita alla cittadina dei Paesi Bassi

Leeuwarden, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

  • The Leeuwarden Flying Bridge
  • The Leeuwarden Flying Bridge
Leeuwarden è una cittadina graziosa e accogliente, che si lascia esplorare a piedi in tutta comodità. Solo così, d'altronde, è possibile vederla riflessa nei numerosi canali che l’attraversano, riprodotta a testa in giù in tutta la sua gentile bellezza. Popolata da circa 93 mila abitanti, questa cittadina dei Paesi Bassi si trova nel cuore della Frisia (Fryslân), di cui è capoluogo, e spesso è scelta dai turisti come tappa intermedia prima di dirigersi alle vicine isole. Tuttavia, se ne avete il tempo, vale la pena di fermarsi a Leeuwarden almeno per una notte, per poter apprezzare l’ospitalità raffinata dei suoi caffè e dei suoi locali.

Qui, nella città natale di Mata Hari, la maggior parte delle attrattive si concentra intorno al quartiere di Nieuwestad e si raggiunge a piedi in pochi minuti. A breve distanza dalla Bagijnestraat si erge la Oldehove, la torre pendente costruita nel 1529 ma subito segnata da un destino storto: poco dopo aver raggiunto i 40 metri di altezza iniziò ad inclinarsi, e benché non raggiunga la pendenza della nostra torre di Pisa è comunque in una posizione poco rassicurante, che attirerà certamente il vostro sguardo verso l’alto. Subito sotto, per nulla spaventata dalla minacciosa torre, c’è la statua di Pieter Jelles Troelstra, il socialista olandese che alla fine del secondo conflitto mondiale tentò di infiammare la rivoluzione.

Da vedere anche il Waag, la vecchia pesa pubblica situata in Waagplein, oggi circondata da negozi moderni ma utilizzata, tra il Cinquecento e l’Ottocento, per pesare il burro e altri beni.

Ma i fiori all’occhiello di Leeuwarden sono i suoi musei, davvero curati e interessanti, perfetti se la pioggia si è fatta viva all’improvviso o se si sono già esplorate tutte le magiche stradine della città. Il Fries Museum, ad esempio, è dedicato alla storia della Frisia: furono gli abitanti di questa regione a lavorare assiduamente per la costruzione della diga che contraddistingue il territorio, e meritavano di essere ricordati. La mostra è distribuita in diversi edifici, che comprendono un palazzo di giustizia cinquecentesco e una dimora signorile del XVIII secolo, e custodisce anche una splendida raccolta di oggetti in argento lavorati a mano. Imperdibile la sezione su Mata Hari e la resistenza ai nazisti, ma anche le numerose esposizioni temporanee che vengono allestite nell’arco dell’anno e sono generalmente dedicate all’arte contemporanea.

È preziosa la collezione del Princessehof Museum, museo ufficiale della ceramica olandese. La location, una dimora aristocratica del Seicento, è di per sé favolosa, ma all’interno si rimane affascinati davanti alla collezione di maioliche di Delft e alla più vasta raccolta di piastrelle di tutto il mondo. Per una parentesi esotica si possono visitare le belle sezioni giapponese, cinese e vietnamita.

Per i bambini c’è il Natuurmuseum Fryslân, museo naturalistico pensato appositamente per i piccoli amanti delle scienze, dedicato all’ambiente naturale della regione: nel piano sotterraneo si può partecipare all’esplorazione di un canale dal punto di vista di un pesce, e non manca una zona dedicata ai volatili, in cui si può immaginare di essere un vero uccello in volo assicurandosi a un’apposita imbragatura sospesa.

Gli amanti della natura troveranno nei dintorni di Leeuwarden una serie di percorsi ciclabili pittoreschi. La strada ciclabile nazionale LF3 ricalca per una trentina di chilometri il percorso della N357, che unisce la città a Holwerd, dove salpano i traghetti per Ameland, e lambisce alcuni dei villaggi più antichi della Frisia.

Anche dal punto di visita architettonico la città può offrire una sorpresa: The Leeuwarden Flying Bridge un avveniristico ponte mobile (Vedi foto).

Il clima della zona, quando non si sbizzarrisce troppo in temporali, favorisce le pedalate e le passeggiate. Le temperature medie sono sempre piuttosto miti, garantendo estati frizzanti e inverni non troppo rigidi: le medie di gennaio vanno da una minima di 2°C a una massima di 5°C, mentre quelle di luglio e agosto variano tra i 15°C e i 25°C. Unico inconveniente le precipitazioni, frequenti in ogni periodo dell’anno.

Per raggiungere Leeuwarden conviene volare all’aeroporto di Amsterdam Schiphol: da qui si può proseguire in auto attraverso la A7 e la A31, passando da ovest, oppure con la A1, la A6 e la A32 da est. La città è capolinea della maggiore linea ferroviaria proveniente da sud ed è collegata regolarmente con il centro di Amsterdam e l’aeroporto.
  •  

 Pubblicato da - 12 Settembre 2011 - Riproduzione vietata

News più lette

close