Cerca Hotel al miglior prezzo

Amersfoort (Olanda), cosa vedere e cosa sapere

Amersfoort, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Situata nel centro dell'Olanda, la città di Amersfoort conta circa 155.000 abitanti ed è storicamente nota, suo malgrado, perché durante la Seconda Guerra Mondiale qui sorgeva un campo di concentramento nazista, dove furono internati, tra gli altri, migliaia di ebrei olandesi.

Al di là delle tristi vicende del Novecento, Amersfoort è una bellissima località da visitare e da scoprire passo dopo passo: è la seconda città per dimensioni e popolazione della provincia di Utrecht e conserva, almeno nel centro storico, un caratteristico aspetto medievale.

Come spesso accade nei Paesi Bassi, anche ad Amersfoort il nucleo della città è interamente abbracciato da un canale: il suo percorso è praticamente circolare, mentre il fiume Eem attraversa la cittadina in prossimità del centro creando un'ansa a forma di semicerchio, quasi concentrico al primo, che crea l'effetto di una doppia cerchia di canali. Il nome della città deriva da guado sull'Amer, l'attuale fiume Eem.

La storia della città olandese

Nonostante la zona sia abitata dall'uomo fin dal I millennio a.C., Amersfoort compare per la prima volta nelle cronache con questo nome solo nell'XI secolo.
È però a partire dal 1259, con la concessione del titolo di città da parte del vescovo Hendrik van Vianden, che Amersfoort conosce un significativo sviluppo con la costruzione di una prima cinta muraria, e in seguito anche di una seconda, quando l'espansione urbana lo richiese.
Dal XVI secolo il commercio di lana, birra e tabacco resero la città veramente ricca, come dimostrano anche i tanti edifici storici perfettamente conservati che si possono ammirare passeggiando per le strade.
In epoca più recente, durante la guerra, nella campagna circostante fu costruito e utilizzato dai nazisti un campo di prigionia noto come Polizeiliches Durchgangslager Amersfoort, o più semplicemente Kamp Amersfoort.
Oggi, superata la tragedia della guerra e ristabilita la normalità, la città è una meta turistica tra le più apprezzate del paese, che attira migliaia di visitatori ogni anno.

Cosa vedere ad Amersfoort

  • Onze Lieve Vrouwe Toren – Una splendida torre campanaria in stile gotico, una delle più alte in assoluto di tutta l'Olanda, costruita nel XV secolo assieme a una chiesa di cui oggi non rimane più traccia. La chiesa infatti fu distrutta da un'esplosione nel 1787, mentre il campanile è giunto intatto ai giorni nostri. La torre è visitabile: per salirvi in cima occorre scalare 346 gradini, ma si è ripagati da un panorama eccezionale. Curiosità: la torre è storicamente considerata il centro esatto dell'Olanda, tanto da essere utilizzata come punto di riferimento ufficiale.
  • Koppelpoort, Monnickendampoort e Kamperbinnenpoort – Sono le tre porte della città. La Koppelpoort, risalente al XV secolo, si trova nella zona nord-ovest del centro, affacciata sul fiume Eem, ed è una delle più spettacolari e meglio conservate del paese. Seguendo il corso del canale che taglia in due la città, la Monnickendampoort sorge dalla parte opposta rispetto alla precedente, dunque a sud-est, ed è datata 1430. La Kamperbinnenpoort, infine, è la più antica porta ancora visibile (XIII secolo) e si trova ad ovest del centro.
  • Sint Joriskerk – Affacciata sulla piazza Hof, ovvero il cuore del centro storico, questa chiesa a tre navate fu inizialmente edificata nel XIII secolo, per poi essere ricostruita nel XVI secolo.
  • Kunsthal KAdE – Poco fuori dalla Koppelpoort, un modernissimo museo – parte del centro culturale Eemhuis – che non ospita una collezione propria, ma che organizza continuamente esposizioni di arte contemporanea e moderna, architettura, design e arte visuale.
  • Mondriaanhuis – La casa natale di Piet Mondrian (1872-1944), uno dei più grandi pittori e artisti olandesi, tra i fondatori del movimento De Stijl (Lo Stile) si trova al civico n°11 di Kortegracht, proprio nel centro di Amersfoort. Oggi è trasformata in un museo d'arte.
  • Altri musei: il Flehite Museum è il museo della storia della città e del territorio locale, allestito all'interno di tre Muurhuizen (case-muro, fatte con i mattoni delle antiche mura) costruite nel XVI secolo. Per chi fosse interessato, esiste anche un Museo della Storia Gastronomica di Amersfoort.
  • Kamp Amersfoort – Il campo di concentramento nazista si trova oltre la periferia meridionale ed è oggi dichiarato monumento nazionale. Qui transitarono 37.000 persone tra ebrei olandesi e prigionieri politici, tra il 1941 e il 1945. Il desiderio di cancellare gli orrori del periodo fece sì che il complesso fosse completamente distrutto; solo nel 2004 è stato realizzato un suggestivo memoriale affinché non si dimenticasse ciò che è stato questo luogo.
  • DierenPark Amersfoort – Alla periferia della città, ad ovest della stazione, un'area di 19 ettari è stata trasformata in uno zoo nel lontano 1948. Attualmente ospita oltre 1000 animali in cattività ed è visitato da più di 600.000 persone ogni anno. All'interno del complesso si trova anche un DinoPark, in cui sono riprodotte decine di esemplari di dinosauri a grandezza naturale.
  • Coffeshops – Un grande classico dell'Olanda: i coffeshops, ovvero i bar in cui – tra le altre cose – si può comprare e consumare marijuana legalmente. Anche ad Amersfoort ce ne sono diversi, ma tra i più frequentati segnaliamo l'Horizon, il Bazar the Zoo e 't Klavertje, aperti generalmente dal mattino fino a mezzanotte.

Cosa fare ad Amersfoort

  • Crociera sull'Eem – Le gite in barca sul fiume Eem sono imperdibili. Scegliete tra le diverse proposte che troverete sul posto: alcune propongono un giro in città, altre partono appena fuori dalla Koppelpoort e percorrono la valle di Gelderse fino all'Eemmeer, ma si può anche scendere in qualche villaggio prima della fine del percorso e tornare ad Amersfoort in bici.
  • Escursioni in bici – Come sopra: i canali e le biciclette sono opportunità per compiere escursioni in molte località dell'Olanda. Le tantissime piste ciclabili e gli itinerari segnalati permettono di scegliere tra la vasta gamma di possibilità: attraverso la città, gli immediati dintorni o percorsi più lunghi, come il Rondje Utrecht.
  • Ufficio turistico – Per maggiori informazioni riguardo ai punti d'interesse, le iniziative, i tour in barca e gli itinerari in bici, ci si può rivolgere al Tourist Office in Breestraat n°1, proprio accanto all'Onze Lieve Vrouwe Toren.

Come arrivare ad Amersfoort

Per chi viaggia con i mezzi pubblici, muoversi in treno è certamente il modo migliore per raggiungere Amersfoort. La stazione si trova circa 500 metri ad ovest del centro storico e ci sono frequenti corse giornaliere per città come Utrecht (21 km), Amsterdam (55 km) e Deventer (65 km).
Chi invece sceglie di viaggiare in Olanda con la bicicletta, può sfruttare la comodissima strada ciclabile nazionale, la LF9, che attraversa i Paesi Bassi da nord a sud, unendo Nieuweschans a Breda per un totale di 455 km.
Ricordiamo infine che l'aeroporto internazionale di riferimento è quello di Amsterdam Schiphol, distante 60 km.
  •  

News più lette