Cerca Hotel al miglior prezzo

Graft-De Rijp, visitare la gemma nascosta dell'Olanda Settentrionale

De Rijp, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Difficile averne sentito parlare e ancor più averla visitata, Graft-De Rijp è tuttavia un'incantevole gemma nascosta e non lontana da Amsterdam, crocevia fra le più note località Alkmaar ed Edam.

Incanta l'atmosfera riposata e quasi fiabesca di questo villaggio abitato da poco più di 4.000 persone e un tempo circondato dalle acque, pertanto snodo focale per il commercio, soprattutto di aringhe. Tanto che due aringhe sono riportate anche nello stemma affisso sulla facciata dell'antico palazzo del comune. Curiosamente un tempo era proprio il numero di aringhe raffigurate il sinonimo di ricchezza e prosperità.

Lo stesso edificio comunale, risalente al 1630, è peraltro opera del noto architetto e costruttore di mulini Leeghwater (originario proprio di De Rijp) e presenta, nel suo atrio, la caratteristica stanza della bilancia, un tempo indispensabile strumento per il commercio, con affaccio sul canale da dove arrivavano le merci. Lo stesso Leeghwater definì all’epoca De Rijp "il più bel villaggio d'Olanda". Oggi il vecchio comune è altresì una richiesta location per matrimoni.

La cattedrale gotica, appena al di lá del canale rispetto al Comune, è stata eretta qualche anno più tardi (1655) e presenta 23 finestre abbellite da colorati vetri piombati. All'esterno, nella pittoresca piazzetta adiacente alla chiesa, i locali vi mostreranno una stravagante scultura in memoria di uno dei personaggi simbolo del piccolo villaggio, Weltevree. Quest'ultimo era un abile marinaio partito proprio da De Rijp alla volta dell’Asia. Nel lontano 1626 tuttavia Weltevree fu colto in mare aperto da una tempesta e se ne perse le tracce. Si scopri, qualche anno più tardi, che il marinaio riuscì a scampare al naufragio e che anzi, fece fortuna in Korea, dove restò per oltre 25 anni, ricoprendo addirittura il ruolo di consigliere del re.

Per saperne di più della vita di De Rijp nel diciassettesimo secolo è d'obbligo visitare il piccolo museo "In 't Houten Huis", che racconta del momento di massimo splendore di De Rijp al tempo del commercio delle aringhe e della caccia alle balene. Sebbene il modo migliore per visitare questo pittoresco angolo d'Olanda, sia proprio quello di passeggiare lungo i canali e le vie del centro.

Nonostante l'apparente sobrietá e compostezza di giardinetti ed edifici, non mancheranno anche sorprendenti tocchi di stravaganza, di alcune ville i cui tetti e camini sono fregiati di statue o decorazioni originali.

Attenzione: sará facile trovare molti esercizi commerciali chiusi durante la settimana, pertanto meglio optare per visitare De Rijp nel weekend, senza temere folle di visitatori! La località fortunatamente è ancora fuori dal circuito del turismo di massa.

Per maggiori informazioni, nonché per prenotazioni di visite e tour, è disponibile il Tourist Information Centre di Graft De Rijp. Da segnalare comunque le seguenti strutture dove mangiare e dormire a De Rijp.
Partendo dal ristorante Het Wapen van Munster, caratteristico e dotato di un accogliente spazio all'aperto e al chiuso, è un’istituzione nel villaggio. Di fronte allo stesso, proprio nella piazza della cattedrale, si trova anche il b&b Pakhuys. Centrale e finemente arredato è la location ideale se si intende far tappa in paese.

Raggiungere De Rijp è facile e veloce, da Amsterdam dista solo 25 km e meno della metà dalla vicina Alkmaar, celebre per il noto Kaasmarkt del venerdì, nonché capoluogo della regione.

TheTravelover.com è un blog di viaggi che nasce dalla passione di Michela Garosi per il mondo, la natura, la fotografia e la scrittura.
www.TheTravelover.com
Segui Michela su Facebook - Instagram - Twitter - Video
  •  

 Pubblicato da - 31 Luglio 2015 - Riproduzione vietata

News più lette

close