Cerca Hotel al miglior prezzo

Visitare la Scozia: consigli utili e leggende pittoresche

Scozia, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Quassù, nella vecchia Scozia dove il turista cerca i santuari creati dalla letteratura e dal mito, e magari le fabbriche del whisky, la Natura con la «N» maiuscola si specchia severa nei Loch, i laghi dell'altopiano.

La Scozia è rimasta uno dei pochi paesi europei che consentono di guidare per ore senza incontrare anima viva, se non pecore o daini, o lepri, o pernici. Il paesaggio ha come protagonista l'acqua: non solo dei laghi, ma anche dei fiumi, dei torrenti, pieni di salmoni.

E per questo che per visitare la Scozia vi consigliamo il viaggio in aereo fino a Edimburgo, e poi nella capitale scozzese noleggiare un'auto con molta facilità e a prezzi abbastanza convenienti.

Durante la stagione estiva - la più indicata per un viaggio turistico in Scozia - il clima è abbastanza mite. Un avvertimento però: non dimenticate a casa l'impermeabile. Il tempo è molto variabile: una giornata dal mattino piovoso può offrire un pomeriggio assolato, un tramonto ancora nuvoloso e una serata limpida e tranquilla. Oltre all'impermeabile portatevi qualche indumento di lana e un paio di scarpe robuste.

Quali seno le maggiori attrattive della Scozia? Anzitutto i laghi qua chiamati Loch.
I laghi più celebrati della Scozia quali sono? Intanto il Loch Lomond, dalle rive silvestri, che d'estate ha un regolare servizio di battelli. Con i suoi 38 chilometri di lunghezza è il maggiore di tutta la Gran Bretagna.
Stupendo è il Loch Katrine, che disseta la popolazione di Glasgow.
Selvaggio è il Loch Rannach. Ma il più famoso è il Loch Ness, il lago di Inverness, che dà alloggio al fantomatico mostro. A Inverness dicono che le acque del Loch Ness, e quelle del vicino Loch Hourn, il lago dell'inferno, siano collegate da un misterioso e irraggiungibile canale sotterraneo, attraverso il quale cambierebbero dimora i mostri dei due laghi.
Perché è successo questo: dopo che il mostro del Loch Ness ha fatto la fortuna di Inverness, molte altre città e villaggi hanno capito che un mostro può rendere più di una fabbrica di whisky. E così, da qualche anno, vantano dei mostri anche i Loch Awe, Morar e Locky.
La concorrenza non impensierisce i bottegai di Inverness che per reazione hanno portato a quindici sterline il prezzo di una gita in barca nel punto dove l'apparizione si manifesterebbe. E da giugno a settembre, ogni domenica, le sponde del Loch Ness ospitano in un immenso pic nic.

Dopo aver fatto un salutino ai mostri, ai fiordi, alle immense distese di prati verdeggianti, agli incomparabili castelli (chiaramente infestati di fantasmi) oltre 3000 sparsi dalle lowlands alle highlands, dalle grandi città alle isole del Nord, il turista non deve lasciarsi sfuggire l'occasione di assistere al pittoresco spettacolo degli High-Land-Games. Gli scozzesi sono innamorati delle loro antiche tradizioni e, in particolare, del loro storico costume col gonnellino. Ogni clan, cioè ogni famiglia ragguardevole delle Highlands (gli altipiani del nord), ha un disegno esclusivo per la stoffa del kilt (il gonnellino).
Durante le grandi feste estive - gli High-land-Games - la varietà dei costumi offre uno spettacolo indimenticabile. La più grandiosa di queste manifestazioni - che comprendono gare di cornamuse, di balli scozzesi e di atletica si svolge in settembre a Braemer, nei pressi del castello di Balmoral: ad essa assiste sempre la famiglia reale.

Se fra i vostri hobbies esiste quello della pesca o quello del golf, non dimenticate di portarvi una canna e una mazza. Pesca e golf sono gli sport nazionali della Scozia. Sulle rive di ogni fiume e di ogni lago troverete una schiera di pazienti pescatori in attesa che abbocchi la trota blu o il salmone rosato. Per il golf non c'è che !'imbarazzo della scelta: ogni città possiede due, tre, quattro splendidi campi. I più spettacolari li troverete a St. Andrews, a North Berwick e ad Ayr.

Nota per il turista: chi non avesse voglia di guidare un'auto, la Scozia offre, nella buona stagione, un'eccezionale rete di confortevoli e comodi pulmann. A Edimburgo. per esempio. la Scottish Ornnibuses offre la possibilità di 50 e più diversi itinerari a dei prezzi molto convenienti.

  •  
27 Novembre 2017 Valtellina: tour tra gastronomia, vino e ...

Si scrive Valtellina, si legge (anche) eccellenza a tavola. Sì, ...

NOVITA' close