Cerca Hotel al miglior prezzo

I 5 sentieri pił spettacolari della Scozia

Pagina 1/2

La primavera è esplosa con il suo carico di colori e profumi, e con le giornate che inesorabilmente si allungano è giunto il momento di pensare alle vacanze estive.

Per i veri appassionati di natura l'idea giusta potrebbe essere quella di una vacanza in Scozia, dove esistono alcuni famosi sentieri che si snodano tra paesaggi unici fatti di montagne, brughiere, prati fioriti, laghi blu cobalto e magnifici fiordi, il tutto suggellato dalla magia di un cielo variegato, che ad ogni ora appare diverso e drammaticamente bello.

I veri amanti del trekking hanno scoperto la Scozia da tempo: ci sono veramente tanti percorsi in grado di soddisfare gli escursionisti di ogni capacità e livello, e poi in estate la latitudine elevata consente di avere tante ore di luce, cosa che consente di poter camminare più a lungo ed avere meno problemi a rispettare le tappe programmate.

Ecco allora cinque celebri sentieri di Scozia, tutti da scoprire lentamente, a passo d'uomo, ciascuno con il suo patrimonio di paesaggi unici ed incantati. Noterete che molti percorsi hanno come fulcro la località di Fort William, ed è inevitabile visto le belle montagne che circondano questa cittadina della Scozia occidentale.

Il primo percorso proposto è la cosiddetta West Highland Way, un sentiero istituito più di 30 anni fa ed uno dei più frequentati. Per raggiungere il punto di partenza, la cittadina di Milngavie, conviene volare su Glasgow la città più importante della Scozia meridionale. Da questo sobborgo settentrionale di Glasgow parte il sentiero lungo in totale 96 miglia, e cioè 154 chilometri, che vi può impegnare in una camminata di circa una settimana.

... Pagina 2/2 ...
Il sentiero si sonda attraverso una varietà di paesaggi ed ecosistemi, tra le montagne più spettacolari del Regno Unito: il percorso passa infatti a fianco del Ben Lomond, il Bain an Dothaidh e poco prima dell'arrivo anche vicino al Ben Nevis, la montagna più alta della Gran Bretagna. La camminata termina a Fort William, che si raggiunge dopo avere incamerato nel proprio cuore paesaggi meravigliosi ome quelli del grande lago di Loch Lomond, le cascate di inversnaid e le valli di Glen Orchy e Glen Coe. Sito ufficiale www.west-highland-way.co.uk/

Il secondo tracciato, istituito di recente, fa da prolungamento al precedente percorso: si tratta della East Highland Way, che come dice il nome tocca la parte più orientale delle Highlands scozzesi. Parte infatti da Fort Williams e si dirige ad est fino ad Aviemore, una ridente località a sud di Inverness, appena a settentrione dei territori del Cairngorms National Park.

Lungo le 78 miglia della camminata (circa 125 km) gli appassionati di storia potranno godere di numerosi castelli lungo la strada, foreste come quella di Rothiemurchus, alcuni siti preistorici e laghi splendidi come il Loch Laggan che prende il nome dal bel villaggio gaelico omonimo. Sono previste sette tappe, la più lunga delle quali è la 3a, che copre circa 32 km. Sito ufficiale: www.easthighlandway.com

Il terzo itinerario che vi proponiamo è la Great Glen Way che accoglie gli escursionisti che vogliono cimentarsi nel sentiero di quasi 127 km (79 miglia) che unisce Fort William a Inverness. Valore aggiunto del percorso è quell'aura di mistero che aleggia sul tracciato, grazie alla vicinanza del celebre Loch Ness, e sono molti quelli che scrutano le acque nere del lago alla ricerca di un qualche movimento che riveli la presenza di Nessie, il mito mostro di Loch Ness. Il percorso, adatto agli escursionisti di tutti i livelli si snoda anche attraverso fitte foreste, tocca castelli, forti militari e cascate. Sito ufficiale: www.greatglenway.com

I viaggiatori con meno tempo a disposizione potrebbero invece apprezzare il fascino del trekking denominato The Clyde Coast Way. Misura circa 80 chilometri di lunghezza (50 miglia) e collega le località costiere del sud-ovest della Scozia di Ayr e Greenock. Lo si può compiere in 4 giorni senza troppo sforzo fisico, dato che il punto più elevato del tracciato si eleva di 153 m sul livello del mare.

Offre comunque viste mozzafiato della pittoresca costa occidentale della Scozia, con sullo sfondo le due isole di Cumbrae (Little e Great) e l'isola di Arran, ed a fianco le aree naturali protette del Clyde Muirshiel Regional Park. Si incontrano anche molti villaggi affascinanti, chiese storiche e tradizionali pub (qui è una zona di gran whiskey scozzesi!), lungo la strada. Maggiori informazioni: walking.visitscotland.com

L'ultimo percorso che vi proponiamo è sicuramente quello più impegnativo, meno conosciuto, ma anche il più affascinante di tutta la Scozia: The Cape Wrath Trail. E' adatto ai veri appassionati di trekking, e bene allenati dal momento che si percorrono 205 miglia nella natura più selvaggia, pari a 328 km di paesaggi maestosi. Attenzione qui il meteo può variare di molto, i venti possono soffiare in modo impressionante, e bisogna essere molto bene attrezzati per affrontare questo intenso trekking! Il percorso collega Fort William con Cape Wrath, il punto più settentrionale della Scozia occidentale.

Qui si trova il celebre faro costruito nel 1828 da Robert Stevenson, “the Cape Wrath Lighthouse”, considerato uno dei luoghi più romantici del mondo, come anche una delle località più tempestose dell'emisfero boreale, comunque di immenso fascino. Una raccomandazione: il percorso non è ancora un sentiero ufficiale, tuttavia ci sono diverse guide scritte su di esso. Maggiori informazioni: www.capewrathtrail.co.uk

 Pubblicato da il 30/01/2015 - 30.252 letture - ® Riproduzione vietata

loading...
01 Novembre 2017 Halloween a Cinecittą World: programma e ...

Le lunghe giornate estive stanno lasciando il passo alle fresche e più ...

NOVITA' close