Cerca Hotel al miglior prezzo

Olimia (Olimje), cosa vedere nella localitÓ termale della Slovenia

Una validissima soluzione allo stress quotidiano potrebbe tradursi in una vacanza catartica in Slovenia, là dove tante belle località danno sfoggio del proprio incanto proponendo differenti scelte di soggiorno entro un cospicuo caleidoscopio di strutture all’avanguardia nell’accoglienza del turista e nella sua soddisfazione.

Le Terme di Olimia risultano certamente il luogo eletto per il relax e la cura della persona nella zona est dell’Europa, area che riserva da sempre molteplici sorprese e inaspettate rivelazioni. Il complesso si trova ubicato a pochi chilometri da Podčetrtek, paese di 3.300 abitanti situato lungo la valle del fiume Sotla, nella Slovenia orientale. Famosa appunto per il rinomato centro termale, la località esiste almeno dal 1213 e per molti secoli ha rivestito l’importante ruolo di fulcro commerciale assai frequentato.

Il minuscolo paese di Olimia si offre con un bagaglio di attrazioni ch’è inversamente proporzionale alle sue dimensioni e tutti coloro che hanno visitato il borgo riscontreranno questa controversa ma sorprendente proporzione di ricchezze. Nel forziere sono contenuti tipici edifici di vallata ma anche uno splendido monumento identificato con il “monastero che sembra un castello”: in realtà s’intenda quale binomio perfetto di due architetture distinte, capace di coniugare due stili, due generi, due diverse concezioni.

Il Monastero - Castello

Non è sbagliato affermare che il monastero un tempo era castello, maniero di proprietà dei conti di Pilstein nell’XI secolo prima del passaggio nel 1663 ai monaci Paolini di Lepoglava, che ne mutarono l’aspetto erigendo una chiesa, una farmacia affrescata considerata fra le più antiche del Vecchio Continente e coltivando tutt’intorno un appezzamento di terra fertile. Un secolo dopo la fondazione, si verificò la soppressione del monastero su decisione dell’imperatore Giuseppe II, in seguito nel 1805 venne rilevato dai conti Attems che lo possederono fino alla conclusione della seconda guerra mondiale.

Attualmente l’impianto monasteriale è gestito dai Frati Minori di San Francesco d’Assisi, certamente un bene per questo sacro luogo che vive di silenzio e meditazione, imperniato sulla presenza della stupenda chiesa barocca datata 1665, al cui interno è conservato uno degli altari dorati più grandi dell’intera Slovenia. La sopra menzionata farmacia, per quanto pregiata a livello storico, continua a operare in ambito commerciale, sicché ancora si vendono unguenti, erbe e medicamenti vari prodotti grazie alla cura dell’adiacente orto botanico. Se invece sono i peccati di gola ad attrarvi maggiormente, allora non perdetevi la Boutique di cioccolato Syncerus, una bottega di autentiche lusinghe del palato preparate con metodo artigianale, pletora di praline, cioccolatini, barrette, frutta caramellata e quanto possa rendervi felici.

Le terme

Le Terme di Olimia sono il paradiso di quanti vanno perennemente in cerca di pace e trattamenti in grado di estasiare il corpo e la mente. Un’offerta wellness a cui difficilmente si può rinunciare, specialmente per la presenza del miglior centro benessere della nazione, il Wellness Orhidelia, ideale per un soggiorno intimo e lontano da qualunque distrazione. Tenendo conto di ben due hotel a quattro stelle, l’Hotel Sotelia e l’Hotel Breza, le Terme di Olimia vanno incontro a tutte le necessità, proponendo inoltre l’Aperthotel Rosa, il Campeggio Natura e un villaggio appartamenti dotato di 25 case e 136 alloggi.

Le vicine sorgenti termali assicurano un’acqua curativa la cui temperatura oscilla fra i 24 e i 36 gradi: saune, piscine, idromassaggi (per un totale di aree balneari pari a 2.000 metri quadrati) e soprattutto massaggi vi indurranno a pensare di vivere un sogno a occhi aperti.

Come arrivare ad Olimje

In auto occorre percorrere la A1 in direzione Ljubljana, poi seguire per Maribor e dopo Celje uscire a Dramlje per proseguire infine verso Podcetrtek; l’aeroporto di Trieste è il più comodo, poiché da lì partono diverse navette autobus per le Terme di Olimia.

I clima di Olimia

Il periodo migliore per visitare la regione è sicuramente dalla tarda primavera fino alla fine dell’estate, con temperature gradevoli sia di giorno che di notte. Tenendo conto che in attività il Parco termale Aqualuna, c’ampio spazio al relax anche per i bambini.
Le Terme hanno comunque il loro fascino in qualsiasi stagione, anche in inverno quando il paesaggio è spesso ricoperto di neve oppure ammantato dalla nebbia. Godersi il benessere del proprio corpo quando fuori è tutto grigio e gelido è un motivo di soddisfazione ulteriore.
  •  
close