Cerca Hotel al miglior prezzo

Carqueiranne e dintorni, visita al borgo della Côte d'Azur

Carqueiranne, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Incredibile come nell’arco di pochi metri si possano osservare, a stretto contatto, la natura più selvaggia e incontaminata e la vivacità più frizzante di un borgo festoso: è quello che succede ogni giorno a Carqueiranne e dintorni, un paese francese di circa 8.500 abitanti incastonato lungo la Costa Azzurra, dominato da tradizioni affascinanti e abbracciato da un paesaggio sublime, allo stesso tempo aspro e lussureggiante.

Qui, nel dipartimento del Var, nella regione della Provenza-Alpi-Costa Azzurra, il litorale è una striscia lucente di sabbia dorata e sassi scuri, scogli, calette e soffici arenili: alla sabbia fine si alternano grandi massi arsi dal sole, schiaffeggiati dalle onde spumose e lambiti dall’acqua cristallina del Mediterraneo. Cavalloni irruenti, cicale annoiate, gabbiani cantanti e il soffio della brezza salata fanno da colonna sonora alla vacanza balneare perfetta. Ancor più perfetta se racchiude in un solo borgo le atmosfere antiche dei porti, qualche monumento interessante, spiagge votate al relax e tutti i comfort necessari per rendere il soggiorno indimenticabile.

Situata tra Hyères e Le Pradet, Carqueiranne è una splendida stazione balneare incorniciata da un lato dal ‘Mont des Oiseaux’, dove sorge un importante osservatorio astronomico, e sul lato opposto dalla collina detta ‘Colle Noire’, dominata dal forte napoleonico conosciuto come ‘La Bayarde’. Proprio La Bayarde costituisce uno degli edifici più rappresentativi della città, in posizione privilegiata sul borgo, accessibile mediante un sentiero suggestivo e affacciata su un panorama incantevole che va dal centro alle spiagge lungo la costa. All’interno del forte, piuttosto spoglio, si svolgono periodicamente eventi culturali e spettacoli, come il festival di teatro nel mese di agosto.

Tra i monumenti più interessanti di Carqueiranne c’è anche la chiesa di Ste-Madeleine del 1845, con la sua facciata a grosse pietre e il massiccio frontone. Si sale lungo una scalinata in sasso e si arriva al cospetto del bel portale, con l’architrave e la trabeazione decorata. Accanto alla chiesa si innalza il campanile culminante nell’orologio.

Ma i visitatori della cittadina non hanno dubbi: per quanto il centro sia pittoresco, con le sue tradizioni affascinanti e l’aspetto genuino dei vecchi porti, il vero tesoro della località risiede nel litorale, una collana di spiagge splendide accarezzate da un’acqua marina spettacolare. Le spiagge locali sono sei, pronte a soddisfare qualsiasi esigenza e a regalare scenari naturali variegati: la più grande spiaggia naturale della zona è Le Pradon, frequentata in ogni mese dell’anno grazie alla temperatura dell’acqua sempre fine, gradevole anche nei mesi più freddi. Qui ci si può sdraiare sulla sabbia, soffice e candida, ma non mancano le rocce che descrivono alcune piscine naturali in cui far divertire i bambini in completa sicurezza.

Altre spiagge da non perdere sono quella di Coupereau, di piccole dimensioni e circondata da pittoresche rocce vulcaniche, e quella di Maillets Bleus, poco conosciuta a causa della postazione selvaggia, difficile da raggiungere ma incredibilmente affascinante: la sua particolarità sono i suoi ciottoli neri di basalto, lucenti al tocco del sole e del mare. Infine ci si può rilassare sulla sabbia fine di Peno, di Beau Rivage e di Pins Penchés: quest’ultima venne classificata stazione balneare nel1937, e nel corso del XX secolo fu importantissima per lo sviluppo turistico di Carqueiranne, molto amata per lo scenario ameno, l’arenile dalle tinte lunari e il clima piacevole.

Il clima è paradisiaco lungo tutta la Costa Azzurra, e anche a Carqueiranne costituisce uno dei fiori all’occhiello, motivo di vanto e di attrazione per i turisti di tutta la Francia e non solo. Le estati sono calde ma accarezzate da una leggera brezza costante, gli inverni sono dolci e le precipitazioni sono scarse, limitate alla stagione invernale: le temperature medie di gennaio, il mese più freddo, vanno da una minima di 3°C a una massima di 11°C, mentre in luglio e agosto si passa dai 18°C ai 29°C. Le precipitazioni toccano il valore massimo in gennaio, quando piove per circa 7 giorni.

Con un microclima tanto piacevole non stupisce che in zona, oltre alla tipica macchia mediterranea, si siano sviluppate colture lussureggianti di ortaggi e frutta, dai limoni agli ulivi, dall’uva sino ai fiori variopinti che si arrampicano lungo le pareti delle casette al porto. Sull’altura che domina l’abitato è stato istituito nel 1990 un ricco giardino botanico, con piante provenienti da tutti i continenti del mondo.

Infine Carqueiranne offre ai visitatori un ampio ventaglio di proposte divertenti, che spaziano dalle manifestazioni culturali alle feste popolari: tra gli appuntamenti più caratteristici c’è Le Corso Fleuri, che ogni anno si ripete prima di Pasqua e prevede la creazione di grandi carri ricoperti di petali di fiore, accompagnati lungo le strade cittadina dalla folla festante. Il 24 giugno si tengono invece i festeggiamenti in onore di Saint Jean, a fine agosto si svolge la Festa dei Pescatori e in settembre c’è la festa culinaria della salsiccia.

Chi ha deciso di conoscere Carqueiranne, con le sue spiagge, il suo porticciolo e le sue tradizioni accattivanti, non avrà difficoltà a raggiungere la cittadina, grazie agli ottimi collegamenti stradali e ferroviari di cui gode. Chi viaggia in auto e viene dall’Italia arriva in città mediante l’autostrada A8 e A57, mentre la stazione ferroviaria più vicina è quella di Toulon. L’Aeroporto de Toulon-Hyères è a soli 10 km dalla meta.
  •  

News più lette

12 Dicembre 2017 La mostra di Frida Kahlo a Milano, Museo ...

La passione, l’arte, la femminilità, il profondo amore per ...

NOVITA' close