Cerca Hotel al miglior prezzo

Saint-Cyr-sur-Mer: vacanza nella cittą fiorita della Costa Azzurra

Pagina 1/2

Anche chi non conosce il francese, sentendo nominare Saint-Cyr-sur-Mer, capisce immediatamente che si tratta di una cittadina affacciata sul mare, e immagina lo sciacquio ritmico delle onde sulla battigia, forse qualche scogliera e delle vele all’orizzonte, il profumo fresco del sale e la voce schietta dei gabbiani. Ma solo raggiungendo il cuore della Provenza-Alpi-Costa Azzurra, nel dipartimento francese del Var, ci si rende conto dell’incanto che questo paese sa suscitare.

Conosciuta in età romana con il nome di Tauroentum, nota per aver fatto da scenario, nel 49 a.C., a alla violenta battaglia navale di Tauroento tra cesarani, marsigliesi e pompeiani, oggi Saint-Cyr-sur-Mer conta circa 9 mila abitanti che nella stagione estiva, grazie al crescente flusso turistico, diventano molti di più. E l’incremento della popolazione non stupisce affatto, se si ha la fortuna di ammirare la striscia dorata che il litorale della Costa Azzurra disegna sul blu del mare, e se ci si rilassa anche solo per una giornata in una delle splendide spiagge del territorio.

Sono numerosi gli arenili di Saint-Cyr, tutti diversi per caratteristiche ed accessibilità, ma ugualmente validi e paradisiaci: Port d’Alon è una spiaggia di ciottoli, così come la Plage des Engraviers, quest’ultima situata lungo il sentiero litoraneo. Sul medesimo percorso si collocano La Mouette, accessibile mediante una scalinata, e La Reinette, in posizione piuttosto isolata e dominata da una incredibile serenità. Ad unire queste magiche calette, come in una collana di pietre rare e preziose, si snodano i cosiddetti ‘sentieri del litorale’, che vanno da Saint-Cyr alla vicina Bandol immergendosi in una flora sorprendentemente varia e colorata, accanto alle pennellate turchesi del mare e a fondali affascinanti, visibili dall’alto grazie all’acqua limpida e cristallina. Tra i percorsi naturalistici più belli c’è il ‘sentiero dei vigneti’, lungo 2 km circa, che accompagna i visitatori alla scoperta delle vigne, degli oliveti e delle colture lussureggianti tipiche di queste zone mediterranee. Spostandosi poi a ponente in pochi minuti di auto si raggiungono le località di La Ciotat e Cassis, quest'ultima famosa per il selvaggio litorale delle Calanques,

Non è passata inosservata, in effetti, l’attenzione che gli abitanti di Saint-Cyr-sur-Mer dedicano all’ambiente naturale della Costa Azzurra, e il comune ha ufficialmente ottenuto il riconoscimento di ‘Città Fiorita’, un premio che in Francia viene periodicamente assegnato in base alla cura del patrimonio paesaggistico, della flora e degli arredi floreali, al rispetto per l’ambiente e all’armonia creata con l’habitat urbano.

... Pagina 2/2 ...Dopo aver goduto delle spiagge e degli scorci coloratissimi della costa, arriva il momento di addentrarsi nel cuore vero e proprio di Saint-Cyr e scoprire i monumenti e gli edifici interessanti che la costellano. Tra gli edifici di culto spicca la Chapelle des Lecques, costruita nel XVIII secolo e consacrata alla Nascita della Vergine, da alcuni anni utilizzata per lo svolgimento di concerti classici di alta qualità, organizzati in collaborazione con la Scuola Municipale di Musica di Saint-Cyr. Per un salto nel passato si può visitare il Museo di Tauroentum, realizzato sulle rovine di una villa gallo-romana, mentre i più fantasiosi apprezzeranno il Centro d’Arte Contemporanea Sebastien, che in un elegante edificio raccoglie innumerevoli opere pittoriche e scultoree prestigiose. Da vedere anche la statua della libertà di Bartholdi, una copia in formato ridotto di quella originale newyorkese, che in piazza Portalis regge fiera la sua fiamma tra le mani.

Ma che cos’è una località senza le sue tradizioni, senza le leggende che l’hanno fatta diventare grande, senza le ricette tipiche e i segreti che ne hanno plasmato il carattere unico? Per scoprire il patrimonio tradizionale di Saint-Cyr non c’è modo migliore che partecipare alle manifestazioni che periodicamente vengono organizzate nel centro: in aprile ci sono alcune giornate interamente dedicate alla valorizzazione del folklore locale e dell’artigianato, mentre in maggio c’è la rassegna artistica intitolata ‘la Primavera degli Scultori’ e la festa votiva dell’Ascensione. In giugno ci sono la festa del libro e la festa della musica, mentre in luglio si può commettere qualche peccato di gola in occasione della sagra delle sarde e del tonno. Per finire in bellezza nel mese di settembre, alla calda luce mielata di inizio autunno, c’è la caratteristica festa della vendemmia.

Tante occasioni di festa, così come le giornate all’aria aperta e sulla spiaggia, sono favorite da un piacevolissimo clima di tipo mediterraneo, con estate calde ma gradevolmente ventilate e inverni freddi ma non troppo rigidi. Le temperature medie di gennaio, il mese più freddo, vanno infatti da una minima di 3°C a una massima di 11°C, mentre in luglio e agosto si passa dai 19°C ai 29°C. Le precipitazioni, scarse in estate, si concentrano soprattutto in inverno: gennaio, con 7 giorni di pioggia, è il mese mediamente più piovoso dell’anno.

Per arrivare a Saint-Cyr-sur-Mer in auto bisogna percorrere l’autostrada A50 e imboccare l’uscita 10, seguendo poi le indicazioni fino alla meta. De Marseille, Toulon, Aix-en-Provence, Aubagne (A50) : sortie 10, dir. Saint-Cyr-sur-Mer. L’aeroporto più vicino è quello di Marsiglia, a 65 km circa.

 Pubblicato da - 09 Agosto 2010 - © Riproduzione vietata

loading...
close