Cerca Hotel al miglior prezzo

Aubagne (Francia) visita alla capitale dell'argilla e dell'artigianato

Pagina 1/2

Adagiata nella Valle dell’Huveaune, ombreggiata dal Massiccio di Garlaban e da quello di Douard, Aubagne è una cittadina francese popolata da quasi 43 mila abitanti, nel cuore della regione Provenza-Alpi-Costa Azzurra. Incastonata nel centro esatto di una conca verdeggiante, nel dipartimento delle Bocche del Rodano, si tratta di una cittadina accogliente e confortevole per i turisti, dotata di strutture moderne, ma custode di un fascino antico e incontaminato, dove regnano ancora la pace e l’armonia. L’atmosfera familiare e il paesaggio incantevole hanno dato l’ispirazione allo scrittore Marcel Pagnol, nato qui nel 1895, che ha saputo esprimere con autenticità lo spirito di questo magico angolo di Provenza.

Aubagne è anche la capitale dell’argilla, famosa in tutto il mondo per la realizzazione di statuine del presepe. Fin dall’antichità, la cittadina ha saputo sfruttare la sua terra producendo ceramiche fini, vasi e anfore, e ancora oggi vi si possono incontrare numerosi artigiani ceramisti, maiolicai, vasai e, appunto, fabbricanti di statuine del presepe.

Ma la storia non ha regalato a Aubagne solamente le tradizioni artigianali: una ricca serie di monumenti interessanti fanno bella mostra di sé nel centro più antico, testimoni imperdibili dei secoli passati. Tra le principali attrattive ci sono la Porta Gachiou, che un tempo costituiva l’ingresso più importante al centro, la Chiesa di Saint Sauveur dell’ XI secolo e la Torre dell’Orologio. Tutti i gioielli locali sono incastonati in un affascinante intreccio di stradicciole tortuose, viuzze contorte, scalinate, vicoli e piazzette quasi segrete, ma anche viali ampi e alberati su cui si affacciano gli eleganti hotel con le facciate tipiche del XVI e del XVII secolo, i balconi e le porte antiche.

Inoltre, nella città natale di Marcel Pagnol, non poteva mancare un percorso a tema proprio su di lui, che fu autore, compositore drammatico e scrittore per bambini. E’ ancora possibile visitare la sua vecchia casa, un edificio borghese del XIX secolo situato in Corso Barthélemy: qui si possono ammirare la ricostruzione dell’appartamento della famiglia Pagnol, con i mobili e le suppellettili dell’epoca, una galleria di esposizione con fotografia, oggetti e lettere, e ci si può servire di una sala di proiezione con 20 posti a sedere, utilizzata per la visione di filmati e documentari sul personaggio.

Per finire, a partire dal 1962, Aubagne è anche la sede del comando generale della Legione Straniera, dove avvengono gli arruolamenti. Un semplice turista, interessato a saperne di più, potrà visitare il Museo della Legione Straniera, contenente diverse collezioni: qui si trovano ricordi sui fondatori dell’organismo, ritratti, oggetti e suppellettili, antiche armi e fotografie sul tema.

... Pagina 2/2 ... Non mancano in città le occasioni per fare festa, conoscere gli abitanti locali e venire a contatto con la vivacità e le tradizioni del posto. Tra le manifestazioni più importanti che si tengono a Aubagne c’è il Festival Internazionale del Film, che si svolge ogni anno a partire dal 1991 e presenta una ricca rassegna di film, cortometraggi e lungometraggi, con un’attenzione tutta particolare alle colonne sonore. Il festival è accompagnato da incontri, mostre e spettacoli. Chi ha dei bambini al seguito non può perdere le Giornate del Libro per Bambini e per Ragazzi: si tratta di quattro giornate, organizzate nel mese di novembre, che vedono riunirsi in città editori, scrittori e artisti, in un turbinio allegro di spettacoli pensati appositamente per i più piccoli.

Per finire, a Aubagne si svolgono le biennali “Argilla” e “L’Art Santonnier”, in linea con l’attività degli artigiani locali.

Per raggiungere la cittadina della Costa Azzurra si può contare su due aeroporti internazionali, quello di Marsiglia e quello di Nizza. Una volta atterrati, basteranno 20 minuti di auto, treno o navetta per raggiungere Aubagne da Marsiglia, mentre l’aeroporto di Nizza si trova un po’ più distante, a 182 km circa.

Il clima che accoglierà i visitatori all’arrivo è generalmente freddo d’inverno, ma non rigidissimo, e caldo d’estate. Le temperature medie del mese più freddo, gennaio, vanno da una minima di 3°C a una massima di 11°C, mentre in agosto, il mese più caldo, si va da 18°C a 29°C. Il mese più piovoso, con 7 giorni di pioggia sul totale, è gennaio, mentre in luglio e agosto piove appena per un paio di giorni al mese.
Foto, cortesia: Ufficio Turismo
loading...
close