Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Saintes-Maries-de-la-Mer

Saintes-Maries-de-la-Mer e il Parc Ornithologique de Pont de Gau

Pagina 1/2

Appena a nord di Arles la metropoli romana della Provenza, il fiume Rodano si divide in due: a ovest il "Petit Rhône" che fluisce verso sud-sud-ovest per la "Petite Camargue", Aigues Mortes, e Saintes-Maries-de-la - Mer, e a sud-est invece il "grand Rodano", che abbraccia i grandi bacini del sale (Salin de Giraud) e i complessi industriali petrolchimici di Porto St.Louis, Port de Bouc, e Fos sur Mer. Tra e intorno a loro si trova la grande palude del delta del sale conosciuta come la Camargue. Saintes Maries de la Mer è il cuore pulsante di questa regione e i suoi negozietti di artigianato uno dei punti di forza per una vacanza in Camargue.

Come arrivare:
Saintes Maries de la Mer si trova in buona posizione per esplorare la regione Camargue, anzi è quasi l'unico paese di rilievo in tutta la regione.
Saintes Maries de la Mer si trova sul bordo meridionale della Camargue, nel sud della Provenza, sul Mediterraneo. E 'raggiungibile più facilmente da Aigues-Mortes a ovest o Arles se si proviene da nord-est lungo la D570. Questa strada fornisce un esperienza particolare chiamata in francese "dépaysement" (una sorta di dissociazione fisica e spirituale). Bruscamente la terra perde la sua verticalità: pianura, mare, cielo vengono a convergere su di un piano orizzontale con la luce del sole che immerge di colori caldi un panorama che non ha paragoni in tutta la Provenza.

Il clima della Camargue è piuttosto arido in estate, e dominato lungo tutto il corso dell’anno dai colpi di mistral, il teso vento da nord che soffia intensamente lungo la valle del Rodano, e che in certi periodi dell’anno può soffiare ad elevate velocità, oltre a 100 km/h spazzando la regione intorno a Saintes Maries de la Mer.

Saintes Maries de la Mer: cosa fare e cosa vedere.
Posizionata su di una stretta isola fluviale nel delta del Rodano la città è quasi completamente circondata da acqua, e numerose spiagge e dune sono a portata di mano per gli amanti del mare, così come la possibilità di esplorare la regione Camargue, alla ricerca dei famosi cavalli o per fare del birdwatching.

... Pagina 2/2 ...Tutto sommato Saintes-Maries-de-la-Mer è una piccola città, dominata dalla sua chiesa, e circondata da strade brulicanti di attraenti ma semplici case bianche, molti di loro ora incentrate sui negozi e le botteghe del mercato turistico.

La chiesa fortificata di Saintes-Maries-de-la-Mer è il pezzo forte della città, costruzione di grande fascino di notte è ancora più suggestiva quando le luci avvolgono le calde tonalità della pietra della costruzione. Il nucleo originale della costruzione era un semplice priorato nel 11° secolo, noto come Notre-Dame-de-la-Mer (la Madonna del mare), più tardi divenne una chiesa che venne successivamente fortificata per difenderla contro il predoni che arrivano via terra ed anche via mare, ai tempi della pirateria. Il bon roi René d'Anjou, Conte di Provenza, la ribattezzò con il nome di Les Saintes-Maries-de-la-Mer nel 15 ° secolo, quando divenne un importante santuario e la città stessa ha adottato questo "nuovo" nome nel 19° secolo.
A lato della chiesa si trova un ingresso separato dove si può salire (a pagamento) sui bastioni e contemplare il panorama della città e su parte della Camargue.
Non distante dal mare si trova un grande arena, dove si svolgono le corride secondo lo stile della Camargue, e quindi incruente con i tipici tori neri del sud della Francia.

Un altro punto di interesse è il Musée Baroncelli: espone oggetti tipici della cultura contadina, e è dedicato lla figura di Baroncelli che fu un promotore dell’incontro tra popolazioni locali e comunità di zingari. Anche per questa opera è da circa 500 anni che qui il 24 e il 25 maggio migliaia di gitani vegono a Saintes-Maries-de-la-Mer per partecipare alla processione della statua di Ste.-Sarah che dalla chiesa viene accompagnata fino alla spiaggia cittadina.
Un'altra processione importante si svolge il 22 ottobre, in occasione della festività di Marie Salome.
Una escursione assolutamente da compiere è quella che conduce al Parc Ornithologique de Pont de Gau, situato ad appena 4 km dal centro di Saintes-Maries-de-la-Mer.
In un ambiente naturale di circa 60 ettari ci sono sette km di sentieri circolari che attraversano tutti gli ambienti speciali della Camrgue: paludi, stagni, canneti, prati, barene etc... La grande diversità dei vari habitat sostiene la presenza di un gran numero di specie di uccelli, stanziali o migratori. Qui tutto è stato progettato per facilitare la presenza e l'osservazione di diverse centinaia di fenicotteri, aironi, cicogne, rapaci, passeri e altri piccoli trampolieri. E’ il luogo perfetto per potere fare le vostre migliori fotografie della Camargue!
loading...
25 Agosto 2017 Il Cinema sotto le Stelle a Cinecittą World ...

In questa caldissima estate 2017 solo di sera si può trovare un ...

NOVITA' close