Cerca Hotel al miglior prezzo

Camaret-sur-Mer (Francia): Pointe de Pen Hir e visita al villaggio della Bretagna

Camaret-sur-Mer, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Località balneare affacciata sull’Oceano Atlantico, Camaret-sur-Mer agghinda di bellezza la piacevolissima terra di Bretagna in Francia, andandosi a collocare sulla lingua peninsulare di Crozon. Molto piccola, nelle stagioni più fredde ospita soltanto i suoi abitanti, appena 2.500, ma in estate soprattutto si riempie di turisti attratti dal suo carattere di minuscolo borgo-finestra sul versante oceanico.

Cosa vedere a Camaret-sur-Mer

Questi luoghi stringono a sé una parentesi storica significativa che collima con le dinamiche della famosa battaglia di Camaret, durante la quale si contrapposero le neo sbarcate truppe anglo-olandesi e gli artiglieri transalpini, appostati sulla Torre di Vauban e vittoriosi in virtù della riuscita strategia difensiva.

L’edificio è oggi un monumento che offre una poetica vista sulla costa e su quello che gli autoctoni chiamano Mer d’Iroise. La concezione progettuale è seicentesca, prevede una torre a base poligonale la cui altezza raggiunge i 18 metri, una strutturazione a tre piani con agglomerato di muraglie fiancheggianti nell’ordine un imponente corpo di guardia, una postazione d’artiglieria della capacità di 11 batterie e persino un forno per la produzione di palle di cannone. L’avamposto prende il nome dall’ingegnere militare a cui è attribuita l’erezione, Sébastien Le Prestre de Vauban. La Torre di Vauban è riconosciuta Patrimonio dell’Umanità UNESCO.

La Cappella di Notre Dame de Rocamadour è invece stata edificata nel Cinquecento e si trova sul Sillon de Camaret, sporgenza dalla quale si può rimirare un panorama davvero appagante. D’altronde, un paesaggio del genere non può che appartenere alla dimensione favolistica: una pletora di comprensori e orizzonti eccezionali sfruttano lo spettacolare tessuto di aree naturali protette, tra le quali spicca il Parco Naturale Regionale Armorica.

La Costa della Pointe de Pen Hir

Il litorale inanella spontaneamente spiagge meravigliose che catturano l’immaginario cristallizzandone le peculiarità e spaziando tra scogliera e distese sabbiose. Ecco dunque la spiaggia del Correjou, Notinau, Kerloc’h, Pen Hat e Lamzoz, e sulla Punta del Toulinguet l’omonimo Faro che giorno e notte vigila e protende il proprio luminoso occhio sulle acque solcate dalle imbarcazioni dedite alla pesca, attività principale di Camaret-sur-Mer che porta nelle tavole dei ristoranti in riva al mare tanto pesce e in prevalenza il delizioso e prelibato astice, quella che nell’area partenopea chiamerebbero “sciccheria”.

Le punte rocciose sono alquanto gettonate ogni anno dai turisti per effettuare escursioni volte a svelare l’incantevole aspetto del Cap de la Chèvre percorrendo attentamente i sentieri costieri opportunamente segnalati che toccano eden autentici come la Punta di Saint-Hernot, l’insenatura di Porz-Creguen e la Punta di Pen-Hir con i Tas de pois, gruppo di quattro isolotti tutti da vivere.

L'Interno

Inoltrandosi nell’hinterland, non vanno persi i mistici allineamenti di menhir, in particolare quelli di Lagatjar, i più importanti dell’intera regione. Tornando in prossimità dell’oceano, anche gli amatori speleologi troveranno pane per i propri denti esplorando la grotta de l’Autel, 80 metri di galleria ipogea scavata semplicemente e genialmente dalla natura, la massima interprete della Penisola di Crozon.

Visitate infine nel porticciolo di Camaret il suggestivo cimitero delle barche.

Come arrivare

Per arrivare a Camaret-sur-Mer bisogna raggiungere l’aeroporto di Brest o la stazione della città, successivamente salire su uno degli autobus extraurbani diretti alle località limitrofe. Camaret dista da Brest 80 km circa, più o meno un’ora abbondante di strada.

  •  

News più lette