Cerca Hotel al miglior prezzo

Villeneuve-lès-Avignon (Francia): la cittadina, l'abbazia e la certosa

Villeneuve-les-Avignon, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Benché la vicinanza della bella Avignone, città dei Papi, releghi in secondo piano questo grazioso comune francese, anche Villeneuve-les-Avignon è una località interessante e piacevole, con spazi verdi rilassanti e una buona concentrazione di opere d’arte e testimonianze storiche. Popolata da circa 12 mila abitanti, situata nel dipartimento del Gard, la cittadina è accarezzata dal Rodano ed è una delle tante perle della Linguadoca-Rossiglione.

Nata sui resti dell’antico borgo di Sant André, a sua volta creato intorno all’Abbazia medievale di Saint André sul monte Andaon, Villeneuve fu dotata della sua imponente fortezza dal re Filippo il Bello: il sovrano intendeva così valorizzare la Linguadoca e controllare il passaggio sul ponte di Saint Bénézet, oggi Pont d’Avignon, dal reame all’impero. Ecco dunque che tra la fine del Duecento e i primi anni del Trecento nacque una cittadella fortificata di cui possiamo tuttora vedere la Torre di Filippo il Bello. Quando, tra il 1309 e il 1378, il Papato fu trasferito ad Avignone, anche Villeneuve-lès-Avignon divenne residenza papale, accolse importanti personaggi del clero e venne agghindata di chiese e imponenti conventi.

Tra i gioielli risalenti a questo periodo c’è la Certosa di Val de Bénediction, fondata nel 1356 per volere del Cardinale Etienne Aubert, ormai conosciuto come Papa Innocenzo VI. Questo edificio rappresenta il più grande monastero Certosino d’Europa e comprende, oltre alla chiesa, tre chiostri splendidamente affrescati, una ventina di celle monacali e i rispettivi giardini, oltre al mausoleo di Innocenzo VI. Oggi il complesso ospita i progetti drammaturgici del Centro Nazionale per la Scrittura Teatrale, una accogliente libreria e un grazioso spazio di ristoro.

Il patrimonio religioso di Villeneuve-lès-Avignon vanta anche la chiesa collegiale di Notre Dame, edificata nel 1330 per volere del cardinale Arnaud de Via, nipote del Papa Giovanni XXII. Tipico esemplare di architettura gotica meridionale, comprende un ricco repertorio di opere d’arte, in particolare una copia della celebre Pietà di Villeneuve, il cui originale risiede al museo parigino del Louvre.

Tra le costruzioni militari spicca invece il Forte di Saint André, che simboleggia la potenza del Re francese ed è costituito da una cinta muraria del XIV secolo che doveva proteggere l’abbazia benedettina e il borgo. Dalle terrazze delle torri si apprezza una visuale panoramica splendida di tutta la cittadina, della vicina Avignone, della valle del Rodano e le catene montuose circostanti.

Il clima, mite e gradevole, è ideale per chi ha voglia di scoprire la cittadina con la dovuta calma, passeggiando serenamente per le viuzze medievali del centro. Né troppo freddo né troppo caldo, è caratterizzato da temperature medie che in gennaio vanno da una minima di 1°C a una massima di 7°C, in luglio e agosto vanno dai 16°C ai 29°C. Le precipitazioni, quasi assenti nel periodo estivo, toccano il picco massimo in dicembre, quando piove mediamente per 10-12 giorni.

Con delle condizioni così favorevoli è un piacere assaporare gli eventi, le feste e le manifestazioni culturali organizzate nel centro e nelle città vicine. Avignone, vivace e famosa, è ricca di appuntamenti imperdibili: nel mese di luglio si svolge, ad esempio, un importante Festival del Teatro, mentre la rassegna Avignonumérique, dedicata alla musica e alla danza, si protrae per tutta l’estate. Infine i buongustai apprezzeranno la festa Arts de la Table, che si svolge in settembre e dà la possibilità ai visitatori di assaggiare le migliori delizie provenzali.

Raggiungere Villeneuve-lès-Avignon è agevole con ogni mezzo di trasporto. L’aeroporto di Avignone è a pochi chilometri di distanza ma è servito solo da voli locali; in alternativa ci sono gli aeroporti di Marsiglia e Nizza, rispettivamente a 87 km e 250 km dalla meta. La vicina stazione ferroviaria di Avignone si trova lungo la linea del TGV che congiunge Parigi a Marsiglia. Chi viaggia in auto e viene dall’Italia può procedere lungo la costa ligure sulla A7 e sulla A10, seguendo le indicazioni per Avignone in prossimità di Noves.
  •  

 Pubblicato da - 07 Giugno 2011 - © Riproduzione vietata

News più lette

27 Novembre 2017 Valtellina: tour tra gastronomia, vino e ...

Si scrive Valtellina, si legge (anche) eccellenza a tavola. Sì, ...

NOVITA' close