Cerca Hotel al miglior prezzo

Porrentruy (Svizzera): il castello e la visita al borgo del Canton Giura

Porrentruy, guida alla visita: cosa fare e cosa vedere tra le sue attrazioni. Porrentruy dove si trova? Cosa visitare nei dintorni, come arrivare e il meteo.

La seconda maggiore città del Canton Giura in Svizzera, nonché fervido centro culturale della regione dell’Ajoie, si trova a pochi chilometri dal confine francese ed è un gioiello urbano dalle invidiabili attrattive, una fra le tante il mitico castello che domina trionfante lo skyline, un tempo prestigiosa residenza dei principi vescovi di Basilea, fondatori del borgo nel 1283.

Cosa vedere a Porrentruy

La vita di Porrentruy ruota attorno allo scrigno pulsante, il centro storico pullulante di abitazioni barocche che accolgono fusioni stilistiche comprendenti inoltre il gotico e il neoclassico a far capolino nella caleidoscopica presenza architettonica. Tra una casa e l’altra si inseriscono alcune monumentali arredi a cielo aperto, sono essi magnifiche fontane fra le quali val bene citare la Samaritenrinbrunnen e la Schweizerbrunnen, entrambe scolpite nel Cinquecento, secolo al quale risale anche la Porta di Francia a testimone delle mura medievali.

Il territorio del Giura conta qualcosa come una sessantina di edifici sacri che rappresentano tutti insieme uno spettacolo di linee, decorazioni artistiche e capolavori individuabili nelle aggraziate vetrate dipinte da abilissimi artigiani. Una collezione di monumenti ecclesiastici, insomma, baciata dalla bellezza e ridondante specialmente a Porrentruy, che si fregia di autentici luoghi di culto, la Chiesa di Saint Pierre databile XIV secolo e la romanica Chiesa di Saint Germain ch’è duecentesca. La Parrocchiale, in particolare, si fa apprezzare per l’impianto basilicale goticizzante e gli altari laterali tardo-barocchi realizzati da Urs Fueg. Figurano altresì opere di Georg Schongauer.

La città vecchia, considerata tra i borghi più belli della Svizzera, risulta il quartiere più suggestivo in assoluto, sul quale svetta il fiero castello (con annessi la Tour Réfouse, la Residence, la Chancellerie e la Tour du Coq) che si erge superiormente a uno sperone di roccia, ad adombrare altre primizie, il municipio progettato da Pierre-François Paris, l’Hotel des Halles, l’Hotel de Gléresse, il mercato coperto, l’antico ospedale e la Chiesa dei Gesuiti, ricca di stucchi e fiancheggiata dal sontuoso campanile ottagonale. A questo corredo vanno aggiunti altri ornamenti costruttivi divenuti delle vere istituzioni intracittadine, ovvero il bicentenario Giardino Botanico con oltre 800 varietà di piante e il Museo Hôtel-Dieu che ha sede in una splendida farmacia incarnante l’alto valore della falegnameria artistica locale.

La visita prosegue fuori dell’abitato, tra le maglie del paesaggio più corposo del Giura, morbido tessuto agricolo tempestato di frutteti, vigneti e pascoli a comporre un’area ideale per compiere escursioni a piedi e in bicicletta i cui percorsi spesso convogliano in una strada unica diretta alle affascinanti Grotte di Réclère e il poco distante Parco preistorico.

Eventi, sagre e manifestazioni

A novembre non bisogna perdersi la Fiera di San Martino, una grande festa che celebra, oltre al santo, i prodotti del territorio, la tradizione gastronomica e preparazioni a base di carne di maiale.

Come arrivare a Porrentruy

Comodo arrivare in treno prendendo il regionale S3 in direzione Laufen/Delemont che giunge a Porrentruy.

  •  

News più lette