Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Nizhny Novgorod

Nižnij Novgorod (Gorkij), visita alla quinta cittŕ della Russia

Pagina 1/2

Nella sterminata landa russa, 420 km a est di Mosca, la città di Nižnij Novgorod (Nizhny Novgorod) è la quinta città più popolosa del paese con quasi 1,3 milioni di abitanti. Eppure non sono poi così tanti i viaggiatori italiani a conoscerla e ad averla visitata. Certamente nei mesi invernali il manto nevoso che la ricopre e le temperature molto rigide non favoriscono il turismo, ma da aprile a ottobre le cose cambiano e l'atmosfera locale invita a conoscere questa metropoli ricca di fascino.

Nizhny Novgorod fu costruita durante il Medioevo alla confluenza del fiume Oka con il Volga dal Granduca Giorgio II (Juri) nel 1221 ed è stata nel corso della storia un luogo strategico per il controllo del territorio anche grazie alla sua inespugnabile cittadella fortificata.
Fino al 1991 – dunque in epoca sovietica – la città era conosciuta con il nome di Gorkij, in onore del celebre scrittore a cui aveva dato i natali nel XIX secolo, e per oltre trent'anni – fino alla caduta dell'U.R.S.S. – fu una città chiusa sottoposta a rigide restrizioni di residenza e accesso.

Oggi Nizhny Novgorod è cambiata radicalmente ed è divenuta un importante centro economico e culturale della Russia, nonché una delle città più interessanti da visitare. Il suo cuore è il Cremlino, complesso cinquecentesco difeso dalle tredici torri disposte lungo la cinta muraria in mattoni rossi. All'interno delle mura si trova la cattedrale dell'Arcangelo Michele, l'obelisco di Minin e Požarskij, un memoriale della Seconda Guerra Mondiale nel quale arde una fiamma eterna, un Museo d'Arte Contemporanea ricavato negli spazi dell'antico Arsenale e il Palazzo dell'Assemblea Legistlativa regionale. Dal Cremlino, posto su un'altura, si può godere di un'impareggiabile vista sulla città e sulla confluenza dei due fiumi; da qui si può scendere fino alla riva del Volga attraverso la spettacolare scalinata intitolata all'eroe sovietico Valery Chkalov. Percorrerla in un senso o nell'altro – a seconda delle proprie forze – è ormai un must per molti turisti: 560 gradini e un dislivello totale tra le due estremità triplo rispetto alla famosa scalinata di Odessa, resa celebre dalla scena della carrozzina nel film della Corazzata Potemkin.

Un altro dei luoghi simbolo di Nizhny, come comunemente è conosciuta la città, è la chiesa della Natività di Nostra Signora (Rozhdestvenskaya Tserkov), con le sue caratteristiche cupole variopinte ed il campanile leggermente inclinato. Sempre rimanendo in tema di chiese, l'impressionante edificio della cattedrale di Aleksandr Nevskij, pur non particolarmente antico (risale infatti al XIX secolo), colpisce i visitatori sia per le sue dimensioni (è alta ben 87 metri), che per l'architettura eclettica che fonde più stili.

Ulica Rozhdestvenskaya è il cuore dello shopping e della vita mondana in città: negozi e caffetterie si susseguono ininterrottamente ed è l'ideale per assaporare l'atmosfera che si respira, ma le stesse vibrazioni si possono sentire nella vivace piazza Minin e Požarskij o nella ul.Bolshaya Pokrovskaya, strada pedonale piuttosto turistica e sempre molto animata nel weekend; se invece si è alla ricerca di qualcosa di più tranquillo, non bisognerebbe perdere una passeggiata sul lungofiume Nizhnevolzhskaya.
Sulla ul.Bolshaya Pokrovskaya si trovano anche palazzi di grande importanza storica e culturale come l'edificio della Banca Statale con il suo caratteristico stile neo-russo, alcune antiche case mercantili, un teatro e il Museo di Arte tradizionale russa.
... Pagina 2/2 ... Tra i luoghi interessanti, curiosi o più semplicemente imprescindibili durante una visita a Nizhny vi sono i numerosi antichi monasteri, alcuni dei quali oggi ristrutturati e visitabili: tra questi il suggestivo Monastero dell'Ascensione Pečerskij, la Casa Museo di Maksim Gor'kij al numero 19 di ul.Semashko, il bizzarro Arco Elettrico delle Vitamine, in grado di quantificare il livello di amore e di amicizia fra due persone (e qui, va da sé, fidanzatini, coppie in luna di miele e maniaci dei selfie la fanno da padroni) e la funivia sul Volga, che collega Nizhny Novgorod alla città di Bohr, sull'altra sponda del fiume. La traversata di 3,6 km dura poco meno di quindici minuti, durante i quali si è sospesi sull'acqua (o sul ghiaccio, in inverno) ad un'altezza di oltre 80 metri ed è sicuramente una delle esperienze più impressionanti che si possano fare in città.

Come arrivare
Sono molteplici le vie d'accesso a Nizhny.
La più rapida è certamente quella aerea, atterrando al locale aeroporto di Nižnij Novgorod-Strighino collegato alle principali città russe e ad alcune località europee.
In treno da Mosca si impiegano meno di quattro ore con il Sapsan (САПСАН) partendo dalla stazione di Kursky, o quattro ore e mezza con il Burevestnik express sempre dalla stessa stazione moscovita.
Nizhny Novgorod si trova inoltre lungo il tragitto della linea transiberiana, per cui è ben raggiungibile anche da altre città russe e asiatiche come Kazan, Vladivostock, Ulan Bator e Pechino.
Chi viaggia in auto può percorrere l'autostrada M7 da Mosca, giungendo a Nizhny in circa sei ore e mezza.
In alternativa, durante la bella stagione, si può raggiungere Nižnij Novgorod anche con un lento viaggio in battello sul Volga, considerando però che da Mosca occorrono quattro giorni di navigazione.
loading...
25 Agosto 2017 Il Cinema sotto le Stelle a Cinecittŕ World ...

In questa caldissima estate 2017 solo di sera si può trovare un ...

NOVITA' close