Cerca Hotel al miglior prezzo

Moritzburg, visita alla cittą e al suo Castello barocco

Moritzburg, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Se vi piace dipingere armatevi di tela e tavolozza e ritagliatevi una comoda postazione sulle rive del lago artificiale, ai piedi dell’imponente castello barocco. Questo è il maggior gioiello di Moritzburg,forse l’unico edificio davvero interessante della località tedesca, ma da solo vale la visita nella cittadina della Sassonia. Popolata da poco più di 8 mila abitanti, Moritzburg fa parte del circondario rurale di Meißen ed è la destinazione di numerosi turisti ogni anno, specialmente nella stagione estiva, quando il parco che incornicia il castello diventa un’oasi fiorita di pace.

Il villaggio, che nel XVII secolo era un importante mercato della Germania, è letteralmente dominato dallo Schloss Moritzburg, il castello barocco progettato da Matthäus Daniel Pöppelmann e commissionato da Augusto il Forte. Eretto nella versione attuale tra il 1723 e il 1733, l’edificio occupa il sito in cui sorgeva un precedente castello di caccia, voluto a metà Cinquecento dal Duca Maurizio di Sassonia. Oggi quello di Moritzburg è tra i castelli più sontuosi e imponenti dell’Europa centrale, preceduto da un lungo viale che comunica eleganza assoluta agli ospiti in arrivo.

Il sentiero d’ingresso, lungo ben 5 km, si snoda attraverso il verde del parco a giunge al cospetto del laghetto artificiale. Al centro dello specchio d’acqua un isolotto fa da piedistallo al maniero, consentendogli di ammirare la propria immagine riflessa. I visitatori si trovano di fronte a un indiscutibile capolavoro, con quattro torri cilindriche agli angoli e una facciata raffinata, di colore bianco e ocra, come si addice ai tradizionali edifici barocchi della Sassonia. Le sculture in arenaria agghindano la scalinata e le terrazze, accogliendo i visitatori con pose aggraziate.

Entrare nel castello di Moritzburg significa sentirsi principi e principesse per un giorno, ma anche conoscere più da vicino una porzione di storia locale interessante. Tra i dettagli più curiosi della tenuta c’è la Fasanerie – il piccolo castello dei fagiani – un piccolo edificio immerso nel parco che ospita il museo di ornitologia, dai graziosi interni rococò. Questo gioiello corredato di faro e di porticciolo richiama ogni anno molti visitatori, in occasione di diversi appuntamenti culturali.

Tra questi il più famoso è certamente il Moritzburg Festival, dedicato alla musica da camera, che si tiene nel mese di agosto e per un paio di settimane propone splendidi concerti. Da non perdere anche la festa autunnale della Hengstparade, la “parata degli stalloni”, che ha sede nella scuderia reale della cittadina e culmina con la corsa del caratteristico calesse a sedici, molto apprezzato dagli amanti di equitazione.

Vale poi la pena di vedere la collezione Jagdtrophäensammlung, la più vasta raccolta europea di trofei di caccia, e la celebre sala Moritzburger Federzimmer, premiata nel 2004 come esempio di perfetta conservazione del patrimonio culturale. Qui è custodito il sontuoso letto di Augusto il Forte, committente del castello, adornato da milioni di piume variopinte, e la stanza è impreziosita da una tappezzeria in pelle dorata.

Per raggiungere Moritzburg si può scegliere tra diverse possibilità. Chi viaggia in auto deve percorrere l’autostrada A4 Dresda-Bautzen e uscire a Dresden-Wilder Mann, oppure la A13 Berlino-Dresda e uscire a Radeburg, quindi seguire le indicazioni fino alla meta. Chi viaggia in treno può raggiungere la stazione di Dresden-Neustadt e continuare da qui con l’autobus Radeburg- Groβenhain. In alternativa, se si cerca una soluzione più originale, ci si può servire della ferrovia a scartamento ridotto da Radebeul/Ost- Radeburg fino a Moritzburg. L’aeroporto di Dresda è a una decina di chilometri. Il clima è abbastanza freddo, con inverni rigidi ed estati miti, e generalmente piovoso. Le temperature medie di gennaio, il mese più freddo, vanno da una minima di -4°C a una massima di 2°C, mentre in luglio e agosto si va dai 13°C ai 24°C. Le precipitazioni oscillano mediamente tra i 13 e i 16 giorni al mese.
  •  

 Pubblicato da - 27 Maggio 2011 - © Riproduzione vietata

News più lette

27 Novembre 2017 Valtellina: tour tra gastronomia, vino e ...

Si scrive Valtellina, si legge (anche) eccellenza a tavola. Sì, ...

NOVITA' close