Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Dresda

Zwinger (Dresda): visita ai Castelli, giardini della cittą residenziale

In verità “Zwinger” è solo lo spazio libero tra la cinta esterna ed interna delle mura di una città. A Dresda, capitale della Sassonia, sorge qui lo spazio aperto più sfarzoso del mondo per le feste rappresentative dell'alta nobiltà europea del primo 18° secolo. Favoriti dalla passione architettonica di Augusto il Forte, i piani inizialmente semplici per una nuova orangerie acquistano rapidamente grandezza e dimensione, il geniale architetto Matthäus Danie Pöppelmann e lo scultore Balthasar Permoser creano qui il loro “capolavoro cortigiano”. Un nuovo castello ad esso annesso non si lascia più realizzare. Nel 19° secolo ne prendono il posto la Pinacoteca e il Teatro dell'Opera di Gottfried Semper. Allo Zwinger i visitatori trovano oggi i musei delle Collezioni di Stato di Dresda, tra cui la Collezione delle Porcellane e la Pinacoteca degli Antichi Maestri. In estate lo Zwinger crea una scenografia ricca di atmosfera per una serie di eventi open air, il ninfeo nascosto con i suoi lieti giochi d'acqua soddisfa il bisogno di quiete dei visitatori.

Nelle vicinanze dello Zwinger si trova il Castello Residenziale sassone, che poco alla volta si sta trasformando nel più grande complesso museale di Dresda. Un “gioiello storico” è soprattutto la Volta Verde, una delle più ricche stanze dei tesori d'Europa. Fa parte del Castello Residenziale anche la grande piazza dei tornei per contese cavalleresche e giostre di rappresentanza: la scuderia. La “scuderia dei principi elettori”, la prima attrazione turistica della città, già nel 16° secolo attirava sulle rive dell'Elba visitatori da tutta la Germania: un magnifico edificio rinascimentale con lunghe arcate a colonne, oggi l'unico nel suo genere in Germania, che più tardi venne adibito a Pinacoteca e Museo Storico e oggi si presta anche come scenografia per l'ambientazione variopinta prenatalizia dello “spettacolo dell'avvento nelle scuderie”.

Sul lato dell'edificio verso la strada si trova l'attrazione principale: il “Corteo dei Principi”. Con i suoi 102 metri il “più lungo dipinto esterno del mondo” oggi è realizzato in Porcellana di Meissen, dato che l'originale tecnica a sgraffito si rivelò troppo delicata. Questo magnifico corteo dei 35 reggenti Wettin offre una straordinaria introduzione alla storia sassone dal medioevo al 19° secolo. Il “corteo principesco dal vivo” resuscitato per la prima volta per la festa ottocentenaria di Dresden troverà posto come mostra permanente al Castello di Rochlitz.

A pochi passi, sopra alla Fortezza di Dresden, si trova la Terrazza di Brühl: il Conte Imperiale Heinrich von Brühl a metà del 18° secolo fa trasformare la vecchia fortificazione in un rappresentativo parco. Così nasce il “balcone d'Europa” con un panorama mozzafiato sull'Elba e i bianchi vaporetti a pale. L'Albertinum con la Pinacoteca dei Nuovi Maestri e l'Accademia delle Belle Arti Sassone, la cui cupola ben visibile è conosciuta anche come “spremiagrumi”, cui si aggiungono numerosi monumenti e statue dal passato e presente, sono già testimonianza del senso artistico della borghesia di Dresden.

Dei retroscena bellicosi dello splendore cortigiano, delle faide e campagne raccontano i resti della Fortezza di Dresden del 16° secolo, le cui casematte sono state riportate alla luce sotto alla Terrazza di Brühl. Imponenti baluardi murati tutt'intorno alla porta dei mattoni vecchi di oltre 400 anni circondano il visitatore in questo luogo misterioso, dove a suo tempo fu inventata la porcellana europea. Trasformata in un giardino, la fortezza di Dresden non poté impedire l'assedio dei Prussiani nella Guerra dei Sette Anni. Nel dispiegamento della magnificenza rappresentativa alcuni reggenti sassoni erano dunque ben più abili che non nell'uso delle armi o nella scelta dei loro alleati.

Fonte: Ente Nazionale Germanico per il Turismo
Per maggiori informazioni: Tel. 02-2611.1730
Visita Vacanzeingermania.com
 
  •  
loading...
02 Marzo 2017 Lo Sposalizio del Mare a Cervia

È dal lontano 1445 che a Cervia si ripropone, anno dopo anno, ...

NOVITA' close