Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Dortmund

Dortmund, week end in città: cosa vedere e sapere

Pagina 1/2

Microchip invece del carbone, vie dello shopping al posto dei laminatoi, il palazzo dei concerti (Konzerthaus Dortmund) sostituisce la cokeria - Dortmund è proprio cambiata! Oggi un viaggio nella più grande città del bacino della Ruhr diventa un’esperienza indimenticabile: cultura industriale, musei, teatri e cabaret, una gastronomia diversificata, grandi eventi nella straordinaria cornice del Westfalenhallen e molto altro. Gli abitanti sono così ospitali da condividere volentieri con i propri ospiti la loro attività preferita del tempo libero: una partita della BVB 09 Dortmund nel Signal Iduna Park, più noto come stadio della Wesfalia.

Il periodo migliore per visitare la regione di Dortmund è sicuramente quello compreso tra la fine della primavera e l'inizio dell'estate, cone temperature gradevoli e magnifiche giornate con luce fino a tarda serata, perfetto per chi vuole dedicare molto tempo alle attività all'aria aperta ed alle passeggiate. Il clima di Dormund è coninentale ma senza grandi eccessi con inverni freschi ma raramente freddi ed estate calde ma mai afose. Le piogge sono distribuite in modo equo durante il corso dell'anno.

Lo stadio Signal Iduna Park è uno dei più vibranti templi del pallone nel mondo, accoglie fino a 83.000 spettatori e nella tribuna nord del Borussia Park ospita il museo BVB. Lo Hohensyburg con il parco e i boschi circostanti è il connubio ideale di forti emozioni e relax assoluto: nel casinò l’adrenalina scorre nelle vene dei giocatori, e dall’alto del monumento all’imperatore Wilhelm si gode della spettacolare vista sui fiumi Ruhr e Lenne.
Il centro della città di Dortmund mantiene ancora lo schema della città medievale. Un anello stradale segna l'ex cinta muraria, e la Westen-/Ostenhellweg, parte di una medievale rotta commerciale del sale , è ancora il principale asse del centro della città
Nel borgo storico, le quattro chiese medievali testimoniano la storia ultramillenaria di Dortmund e custodiscono preziosi tesori quali la "meraviglia d’oro" nella chiesa St. Petri: l’altare con 30 bassorilievi dorati con 633 figure intagliate in legno di quercia che narrano la storia della passione di Cristo.
La Reinoldikirche, costruita intorno al 800 d.C è stata ristrutturata nelle attuali forme tra il 1250 e il 1270. Restaurata dalla Seconda guerra mondiale, ha una torre gotica di ben 112 m , una volta nota come il "prodigio della Vestfalia". Molto bella è anche la Marienkirche, una chiesa protestante originariamente costruita nel 1170-1200, ma ricostruita dopo la seconda guerra mondiale. Notevole il suo altare datato 1420.

La Filarmonica della Westfalia propone esecuzioni musicali ai massimi livelli artistici nell’atmosfera di raffinata eleganza della sala dei concerti Konzerthaus Dortmund.
Per chi invece ritiene più interessante la mondanità e il divertimento può essere interessante trascorrere una serata spensiarata giocando nel famoso casinò Hohensyburg.

La sala macchine della miniera Jugendstil "Zeche Zollern II/IV" è il primo monumento industriale tedesco di importanza internazionale. La sontuosa struttura con le torri a bulbo, che fonde imponenti strutture in acciaio, elementi in stile liberty tedesco e gotico in cotto suscita ancora oggi grande ammirazione. La mostra permanente al suo interno narra la dura vita dei minatori; nelle antiche stalle ristrutturate oggi c’è un ristorante.

... Pagina 2/2 ... Alla DASA, esposizione dell’Ente federale per la sicurezza e la medicina del lavoro, vi attende un emozionante viaggio nel mondo del lavoro di ieri, oggi e domani: potete entrare nella cabina di pilotaggio di un air-bus, lavorare al più grande computer portatile del mondo, utilizzare una vecchia macchina in un’antica tipografia, vedere vecchi telai in funzione e comprendere i rischi dei lavori pesanti. Tra i musei più visitati vi sono poi il museo "am Ostwall" (arte moderna), quello di scienze naturali, di storia e arte della città e, infine, il museo dedicato alla produzione della birra.

Il parco della Westfalia (Westfalenpark ) con il roseto tedesco, il giardino bavarese e quello giapponese, aree per il gioco e grandi prati con sedie a sdraio regalano momenti di relax. Il ristorante rotante sulla torre della televisione Florian (212 m) offre ottima cucina e una vista panoramica ineguagliabile. Il "Revierpark Wischlingen" è costellato di alberi maestosi, ampi prati e strutture per il tempo libero.
Altri parchi da visitare sono il Rombergpark ed il Fredenbaumpark.
Da segnalare anche il famoso mercatino di Natale che è uno dei più grandi della Germania e che ospita l'abero di natale più grande del mondo.

Come arrivare a Dortmund: la città è collegata alla rete autostradale tedesca, che nella regione della Ruhr si presenta puttosto complessa: aAutostrada A3 e Al, A2, A40/B1, A44, A15
Dortmund Hauptbahnhof: ci sono collegamenti ICE, IC, EC, con giornalmente ca. 1000 treni
Aeroporti: L'aeroporto di Dortmund è piuttosto piccolo, collegamenti più importanti si possono avere dal vicino aeroporto di Düsseldorf (60 km).

Fonte: Ente Nazionale Germanico per il Turismo
Per maggiori informazioni: Tel. 02-2611.1730
Visita Vacanzeingermania.com
 



close