Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Essen

Essen (Ruhr), cosa sapere e cosa vedere

La giusta definizione per questa città, che sorge nella regione del Nord Reno-Westfalia (Germania) a nord del fiume Ruhr e copre una superficie di 210 chilometri quadrati nei quali abitano circa 582.000 persone, è “inaspettata”. Fondata a partire da un monastero del IX secolo, è diventata uno dei centri economici più importanti in Europa. La rivoluzione industriale ha fatto di Essen una città moderna, legando il suo nome alla storica famiglia Krupp, impegnata nell’estrazione del carbone e nella produzione dell’acciaio.

Recentemente la città ha vissuto un periodo di forte decadenza dovuto ai cambiamenti introdotti nei mercati dalla nuova economia e dalla crisi dell’industria pesante. Ma nonostante queste difficoltà Essen è riuscita a reinventarsi, da centro industriale è divenuta un luogo di cultura; un percorso che l’ha resa una delle città culturalmente più attraenti e che si è compiuto con la nomina a capitale europea della cultura per il 2010. Ma Essen non è solo una moderna città intellettuale. Nonostante sia situata al centro della vasta e popolosa regione della Ruhr, una delle aree urbane più grandi e sviluppate d’Europa, la città è letteralmente immersa nel verde. Nelle vicinanze si trova infatti il lago Baldeneysee e i bellisimi paesaggi nordici del Grugapark; senza considerare la vicina foresta Stadtwald che offre la possibilità di fare escursioni nel fitto di una vegetazione intatta.

Il clima di Essen è quello tipico delle regioni nordiche e continentali. La temperatura media è 9,6 gradi, mentre la media annuale di precipitazioni è di 829 millimetri. Il mese più freddo dell'anno è gennaio, quando la temperatura media è di 1,5 gradi, il mese più caldo invece è luglio, con una temperatura media di 17.5 gradi. Il periodo più piovoso è agosto quando si registra una media di 90 millimetri di precipitazioni.

Cosa vedere ad Essen? Il complesso industriale di Zollverein, oltre a essere l’attrazione principale di Essen, è il simbolo della sua recente trasformazione, nonché il progetto che è valso alla città la nomina a capitale della cultura. Si tratta di un ampio complesso minerario dismesso che è stato recentemente recuperato e convertito a fini culturali e turistici. Costruito nel 1932 in stile Bauaus, il Zollverein ha definitivamente terminato l’attività industriale nel 1993. Oggi è il più grande monumento industriale, dove regna un’atmosfera sospesa, a metà fra i fasti del design e il mito della prima industrializzazione, quando il pulviscolo delle macchine a vapore alimentava i sogni di modernità. I visitatori, oltre a percorrere le vecchie installazioni e ammirare gli impianti per l’estrazione del carbone, potranno trovare una sala mostre, il Design Center Renania e il Casino Zollverein, che ospita un ristorante ricavato da uno degli impianti industriali del complesso.

Oltre al Zollverein a Essen è possibile visitare diversi edifici e monumenti storici di valore, come Villa Hugel. Costruita in un raffinato stile liberty alla fine del XIX secolo dal magnate Alfred Krupp, oggi il palazzo ospita diverse mostre temporanee e concerti. Oltre alle duecento sessanta nove camere, di notevole interesse è il parco che circonda l’edificio dove diversi giardini che coprono una superficie complessiva di diciotto ettari creano una quieta atmosfera. Fra gli edifici religiosi spicca la cattedrale. Nonostante a prima vista non possieda la spettacolarità di molte chiese europee, al suo interno si trovano opere d’arte di notevole interesse come la corona dell’imperatore Ottone III e la più antica statua della Vergine Maria che si sia conservata. A fianco della cattedrale si pone l’Alte Synagoge la sinagoga più grande dell’Europa del nord. Da non perdere la visita al municipio cittadino, dal ventiduesimo piano si gode infatti una vista della città che l’abbraccia fino alle luci più lontane.

Oltre a essere un luogo di cultura, Essen è anche una città cosmopolita dove il paesaggio urbano può essere goduto come una vera e propria esperienza. Si tratta di una qualità che ha preso forma compiuta nel Limbecker Platz, uno dei centri commerciali più nuovi (non è ancora completo) e più grandi dell’intera Germania. All’interno di una architettura di per sé spettacolare trovano posto più di cento negozi che accompagneranno il passeggio dei visitatori dal Peripherie di Kennedyplatz, il cuore della città, a Kettwiger Strasse, che prosegue fino alla stazione ferroviaria principale chiamata, Essen Hauptbahnhof.

Come arrivare? L’Essen Mulheim più che un vero e proprio aeroporto è una pista di atterraggio persa nella campagna. Dunque, per raggiungere Essen in aereo la cosa migliore è atterrare o all’aeroporto di Düsseldorf (Düsseldorf International), che dista circa trenta chilometri, oppure a quello di Dortmund (Dortmund airport), lontano quarantacinque chilometri. Un servizio di autobus e una vasta disponibilità di taxi e auto a noleggio permettono di raggiungere la città facilmente. In treno Essen è collegata all’Italia da diversi Intercity. Tuttavia il treno non è il mezzo più conveniente e da Milano si impiegano circa dieci ore, anche perché è necessario fare diversi scali nelle stazioni intermedie.

Per quanti preferiscono viaggiare in auto, Essen è servita da un’eccellente rete stradale. In particolare dall’Italia, una volta oltrepassato il Brennero e Insbruck, si prosegue per Monaco, Numberg e Francoforte.

Foto cortesia: Wikipedia Author: HJW e Ralf Huls
  •  
01 Novembre 2017 Halloween a Cinecittą World: programma e ...

Le lunghe giornate estive stanno lasciando il passo alle fresche e più ...

NOVITA' close