Cerca Hotel al miglior prezzo

Osnabrück (Osnabruck): visita alla città e alla Foresta di Teutoburgo

Osnabruck, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Con una popolazione di ben 164 mila abitanti, Osnabruck (Osnabrück) è la terza città più ampia della Bassa Sassonia, dopo Hannover e Braunschweig. Unica città tedesca ad essere collocata in un parco nazionale, Osnabruck è una città universitaria e vescovile, sede della Fondazione Tedesca per la Ricerca sulla Pace. Nata come piccolo centro di mercato intorno al 780, scelta da Carlo Magno come sede vescovile e dotata da lui stesso del Carolinum, uno dei più antichi ginnasi al mondo, la città è oggi il cuore culturale della parte occidentale della regione, e un importante nodo commerciale per l’economia del paese.

In ogni angolo del centro, tra le case in tipico stile nordico e sui ciottoli allineati nelle piazze, si sentono riecheggiare le antiche storie di Osnabrück, riportate in vita da monumenti e edifici. Le vecchie mura e le imponenti torri di avvistamento cingono il nucleo urbano più antico, dominato dal castello seicentesco, mentre il palazzo del Municipio ci riporta al 1648, quando la firma della Pace di Westfalia, tra queste quattro mura, pose fine alla Guerra dei Trent’anni. Ma per affascinare i visitatori basterebbero le semplici case tradizionali, schierate lungo le stradicciole strette e dall’aspetto tipicamente medievale.

Non mancano alcuni interessanti musei, come quello dedicato al pittore Felix Nussbaum, nato a Osnabrück nel 1904 e morto nel 1944 nel campo di concentramento di Auschwitz, considerato uno dei migliori artisti del XX secolo. Aldilà delle meravigliose opere d’arte, il museo cattura l’attenzione dei passanti anche grazie alla originale struttura, realizzata sul progetto dell’architetto Daniel Libeskind. Un altro museo che vale la pena di visitare è quello di Kalkriese. A Kalkriese, vicino alla città, si svolse nel 9 a.C. la famosa battaglia di Varus tra i soldati romani e le tribù germaniche. L’esposizione contiene una grande quantità di oggetti a riguardo, dalle antiche armi alle monete dell’epoca, mentre il parco esterno include parte delle strutture difensive erette dai romani in quell’occasione.

Chi desidera svagarsi all’aria aperta troverà diverse aree verdi, che abbracciano il centro della città: la Riserva Naturale della Foresta di Teutoburgo occupa un terreno di 1200 km quadrati e si presta alle esplorazioni a piedi, in bici o a cavallo.

Ma anche all’interno della città c’è spazio per i parchi e i giardini: il Burgerpark si estende sulla cima dell’antico nucleo medievale, e si possono visitare anche i Giardini Botanici dell’Università. Chi preferisce prendere il sole troverà il suo ambiente ideale lungo le rive del fiume Hase o del Lago Rubbenbruchsee.

Tra le manifestazioni che animano le strade e le piazze di Osnabruck ricordiamo il Festival musicale di maggio, che ospita i concerti di vari gruppi per un totale di dieci grandi palchi all’aperto. I più golosi adoreranno il festival culinario “Mangiare Bene a Osnabruck”, che si svolge in estate con la collaborazione di tutti i migliori ristoranti e bar cittadini.

A salutare degnamente l’estate ci pensa la fiera Jahrmarkt, a inizio autunno, mentre l’inverno è caratterizzato dai famosi mercatini natalizi che ogni anno attirano più di un milione di visitatori.

Ad aumentare la magia del periodo natalizio arriva spesso la neve, favorita dalle basse temperature dei mesi invernali. A Osnabruck, infatti, le temperature di gennaio variano da una minima media di -2°C a una massima di 3°C. L’estate è ovviamente più calda ma si mantiene comunque frizzante e piacevole, adatta alle passeggiate, con temperature che variano tra 12°C di minima e 22°C di massima in luglio, il mese più caldo. Le precipitazioni sono diffuse in egual misura più o meno nell’intero arco dell’anno, con un picco di 12 giorni di pioggia a dicembre. Nei restanti mesi, in media, piove per 9 o 10 giorni.

Raggiungere Osnabrück non è difficile: chi utilizza l’aereo può atterrare all’Aeroporto Internazionale di Osnabruck-Munster, a 30 minuti di macchina dalla città; da qui sono numerosi i collegamenti ferroviari e stradali. Le principali autostrade che passano per la città sono la A1 Puttgarden-Saarbrücken, la A 30 Bad Oeynhausen-Amsterdam e la A 33 Osnabrück-Paderborn. Foto, cortesia: Sito Ufficiale
  •  
27 Novembre 2017 Valtellina: tour tra gastronomia, vino e ...

Si scrive Valtellina, si legge (anche) eccellenza a tavola. Sì, ...

NOVITA' close