Cerca Hotel al miglior prezzo

St. Wendel (Sankt Wendel): tra sculture, fiabe e sport

Sankt Wendel, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

  • Strasse der Skulpturen
  • Festival delle fiabe
Chi pensa che il verde sia un colore dovrà ricredersi: nei dintorni di Sankt Wendel, nella Germania occidentale, il verde è fatto di luci, profumi e leggende che ci raggiungono da tempi lontani. Pennellate di foglie vibrano intorno alla città, passando dai toni più teneri a quelli più cupi, abbracciando Sankt Wendel nella culla centenaria del Parco Naturale Saar- Hunsrück. Qui, nel land tedesco del Saarland, 26 mila abitanti godono costantemente di natura e cultura, ma sono ben più numerosi i turisti che ogni anno scelgono la città per le proprie vacanze.

Le vacanze a Sankt Wendel alternano momenti dinamici e rilassanti, e sanno accontentare gli assetati di cultura e gli amanti dei paesaggi incontaminati. Trovandosi nel cuore di un parco, è il trampolino di lancio ideale per le escursioni in mezzo alla natura, ad esempio verso il lago Bostalsee e le sue acque perfette per la vela e il windsurf.

Ma soprattutto colpisce la gran quantità di testimonianze storico-artistiche disseminate per il centro: accanto ai palazzi nobili sorgono le semplici abitazioni, con l’aspetto caratteristico delle case nordiche, e bastano le vecchie botteghe, le pietre e i ciottoli delle piazze a rievocazione la Sankt Wendel di un tempo. Tra gli edifici di culto più interessanti c’è la Basilica contenente la tomba di St.Wendelinus, una chiesa tardo-gotica fondata nel Trecento e diventata simbolo indiscusso della città. Maestosa e decorata da pitture sontuose, la chiesa ha un notevole pulpito tardo-gotico ed è una delle più belle del Saarland.

Gli amanti dell’arte non possono non fare una passeggiata lungo la Via delle Sculture (Strasse der Skulpturen), che collega il centro città alle sponde del Bostalsee. È un capolavoro artistico di oltre 25 km, lungo il quale quasi 50 scultori, provenienti da undici paesi diversi, hanno liberato il loro estro creativo e dato vita ad altrettante statue. La galleria ha il cielo come tetto e gli alberi come arredo: visitarla a piedi o in bici è un’emozione particolarissima, data dall’unione del genio con l’amore per la natura.

Ma l’aspetto più coinvolgente di St. Wendel è rappresentato dalle manifestazioni culturali e dalle occasioni di festa. In città ci sono infinite alternative per il tempo libero: musei e gallerie stuzzicano i visitatori con continui rinnovamenti, e nei teatri si susseguono le messe in scena di spettacoli di ogni tipo. Tutti i mesi si può partecipare a un “Mercoledì Culturale”, che a seconda del periodo comporta un concerto, una recita o una lettura, e vede esibirsi artisti famosi o emergenti. Il progetto “Open Air Galerie” (Galleria all’Aperto) ha voluto che le vie della città ospitassero, sulle facciate dei palazzi, le copie dei grandi capolavori pittorici di Monet, Van Gogh, Dalì e altri maestri.

Sono famosi anche i mercati, non solo quelli settimanali ma anche quelli allestiti in momenti particolari dell’anno, come quello dei merciai, delle pulci, di Pasqua e di Natale. Nel periodo natalizio sono quasi 100 le casette di legno che si stabiliscono nel centro, accompagnate da attrazioni varie: decorazioni, alberi addobbati, la grande Piramide di Natale, la pista per gli slittini e il presepe vivente contribuiscono a creare un’atmosfera fiabesca.

A proposito di fiabe: si ripete di anno in anno il St. Wendeler Märchenfest o Festival delle Fiabe, che ha luogo in gennaio, dura un fine settimana e si svolge nella casa Mia Münster Haus. Protagoniste del festival sono le fiabe classiche di una volta, raccontate con delle semplici letture ma soprattutto con esibizioni di burattini e spettacoli teatrali di ogni tipo. La cittadina si trasforma in un grande terreno di gioco, dove si improvvisano piccoli passatempi e grattacapi, si truccano i bambini e ci si cimenta in qualche laboratorio artistico dal sapore fantasioso.

Il clima che incornicia Sankt Wendel è piuttosto freddo, perfetto per un Natale suggestivo ma anche per un’estate frizzante all’insegna delle escursioni. Le temperature medie di gennaio vanno da una minima di -1°C a una massima di 3°C, mentre quelle di luglio e agosto variano tra i 13°C e i 23°C. Le precipitazioni sono sempre piuttosto diffuse: sia in primavera che in inverno si tocca il valore massimo medio di 12 giorni di pioggia al mese.

Per raggiungere la città si può contare sui vicini aeroporti di Saarbrücken e Hahn, rispettivamente a 42 km e 69 km di distanza, mentre le autostrade che servono la città sono la A1 e la A62. Dista circa 750 km da Bolzano.
  •  

 Pubblicato da - 27 Dicembre 2011 - Riproduzione vietata

News più lette

close