Cerca Hotel al miglior prezzo

Neuburg an der Donau (Baviera), la cittą ed il suo castello

Pagina 1/2

Una città bavarese che profuma di Mediterraneo: a Neuburg an der Donau, nel sud della Germania, non mancano l’aria tersa, le nevicate e i tetti a punta tipici delle città nordiche, ma i bagliori del Danubio e la floridezza dei giardini creano un’atmosfera solare e accogliente, calda nonostante il clima frizzante. Situata a una trentina di chilometri da Ingolstadt, Neuburg si trova lungo le rive del fiume più importante d’Europa. A popolarla ci sono 28 mila abitanti, ma quando venne citata per la prima volta in un documento ufficiale come città, nel 916, Neuburg era poco più di un villaggio ai margini della foresta.

A stabilirvisi per primi furono i romani, che la battezzarono “Venaxamodurum”, ma fu col nome di “Nivenburg”, nei secoli successivi, che la cittadina crebbe e acquisì maggiore importanza, sino a diventare la capitale del Nuovo Palatinato nel 1505, poi confluito nell’attuale Regno di Baviera. Gran parte delle sue ricchezze Neuburg le deve ai conti palatinati: innanzitutto a Ottheinrich, primo sovrano del Nuovo Palatinato, ma anche ai sette che lo seguirono e che contribuirono, da bravi amanti dell’arte e della bella vita, ad agghindare la città di architetture e testimonianze storiche.

Memorie che oggi fanno di Neuburg an der Donau una meta stimolante e fervida dal punto di vista culturale, costellata di monumenti notevoli ma capace, anche solo attraverso una casa o una strada, di raccontare un passato fastoso. Le linee dei palazzi sono perlopiu barocche o rinascimentali, e tutto il centro è vegliato dalla sagoma imponente del castello.

Il castello di Neuburg, fondato proprio da Ottheinrich nella prima metà del Cinquecento, se ne sta in cima a un colle in posizione dominante. Il Conte Palatino, innamorato di ogni forma d’arte e di bellezza, lavorò costantemente alla valorizzazione della città e ne fece il suo capolavoro; in particolare tra il 1665 e il 1670 il castello fu ampliato con una nuova ala orientale in stile barocco, che oggi ospita una mostra sulla storia del Principato. Nell’ala ovest sono esposte delle meravigliose pitture fiamminghe, realizzate da Rubens, van Dyck e altri maestri, ma il gioiello più prezioso dell’edificio è forse rappresentato dalla cappella con affreschi rinascimentali, la più antica chiesa protestante tedesca. Il castello è aperto al pubblico dalle ore 9.00 alle 18.00 nel periodo estivo (aprile-settembre), e dalle 10.00 alle 16.00 per il resto dell’anno.

Un altro edificio da non perdere è la chiesa di corte, la Hofkirche: fondata nel Seicento, inizialmente era impreziosita da un altare monumentale di Rubens rappresentante il Giudizio Universale, oggi custodito nella Alte Pinakothek a Monaco. E ancora la parrocchiale di St. Peter, la cinquecentesca porta cittadina Obere Tor e la ricca biblioteca Provinzialbibliothek, che al primo piano vanta un bel ciclo di affreschi sulla vita di San Martino. La struttura era nata come chiesa della Congregazione Mariana, ma con la secolarizzazione di inizio Ottocento voluta da Napoleone fu convertita in biblioteca e prontamente dotata di sontuosi mobili barocchi, provenienti dalle corti bavaresi.

... Pagina 2/2 ... Chi ama lo spettacolo dal vivo apprezzerà una visita al Teatro della Città, lo “Stadttheater”, e al “Neuburger Kammeroper”, il più piccolo teatro d’Opera della Germania. Ma non mancano gli spettacoli all’aperto, che si svolgono in occasione delle feste cittadine: la più importante è la Neuburger Schlossfest, una rievocazione storica che si ripropone ogni due anni tra la fine di giugno e l’inizio di luglio, quando tutta la città compie un bel salto nel passato e i cittadini riesumano dai bauli dei magnifici abiti rinascimentali.

Sono numerosi gli appuntamenti enogastronomici, come la festa degli asparagi (spargel) a primavera e la settimana delle patate in autunno, ma anche le feste musicali e culturali: da non perdere la Settimana Santa della Musica Antica, l’Accademia Estiva di arti figurative, danza, teatro e musica, e i Concerti Barocchi che deliziano le serate estive di Neuburg. Chi ama il jazz deve regalarsi una puntata al Birdland-Jazzclub, che ha sede nella vecchia cantina della Farmacia di Corte ed è un punto di riferimento a livello internazionale per gli appassionati del genere.

Anche i più dinamici troveranno pane per i loro denti. Nei dintorni di Neuburg an der Donau ci sono infinite possibilità di escursioni: le rive del Danubio sono uno scenario ameno da scoprire a piedi o in bicicletta, raggiungendo qualche borgo vicino o le affascinanti Grotte di Mauern, in cui furono rinvenuti reperti archeologici di oltre 80 mila anni fa. Passeggiando ci si può imbattere in qualche simpatico castoro e si possono ammirare esemplari di airone, cormorano e martin pescatore, ma anche oltre 40 specie diverse di bellissime orchidee.

Ad accarezzare il paesaggio c’è un clima piuttosto frizzante in inverno, temperato e piacevolemnte fresco in estate. La stagione invernale è caratterizzata da basse temperature e precipitazioni abbondanti. Le temperature medie di gennaio, il mese più freddo, vanno da una minima di -5°C a una massima di 2°C, mentre in luglio e agosto passano dai 12°C ai 23°C. Le piogge, sempre presenti, toccano il picco massimo in estate, quando piove mediamente per 15-16 giorni al mese.

Gli aeroporti più vicini sono quello di Augusta (45 km circa), collegato a Neuburg dalla St 2035, e quello di Monaco (86 km), collegato alla meta dall’autostrada A9.
loading...
25 Agosto 2017 Il Cinema sotto le Stelle a Cinecittą World ...

In questa caldissima estate 2017 solo di sera si può trovare un ...

NOVITA' close