Cerca Hotel al miglior prezzo

Bad Aibling (Germania), soggiorno relax nelle terme sulle Alpi Bavaresi

Bad Aibling, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Tutto, a Bad Aibling, sembra essere studiato per rasserenare l’anima dei suoi ospiti: le montagne, imponenti e rassicuranti allo stesso tempo, solide e eterne, danno una sensazione di quiete infinita, e i boschi abbracciano i sentieri come ripari magici, in cui si possono ascoltare le voci degli alberi. Se a questo si aggiungono le proprietà benefiche dei fanghi termali e le atmosfere pacifiche di una città tranquilla, è chiaro perché Bad AIbling rappresenti una meta turistica così amata: qui, nel cuore della Baviera, 40 km a sud di Monaco, il centro sa coccolare i suoi ospiti come se fossero a casa loro.

Situata sulle sponde del Mangfall, a 498 metri s.l.m., la città conta circa 18 mila abitanti e occupa una superficie di 42 kmq. Oggi si presenta moderna e vitale, ma non mancano le testimonianze antiche di una lunga storia, iniziata in un tempo lontano: menzionata per la prima volta nell’804, Bad Aibling ricevette lo status di città nel 1933 e conquistò la fama attuale a partire dal 1845, quando il medico Desiderius Beck iniziò a praticare i trattamenti coi fanghi.

Divenuta un importante centro per operazioni dei servizi segreti dopo la seconda guerra mondiale, sede della stazione statunitense Echelon fino al 2004, oggi Bad AIbling è un paradiso per chi ama la natura e la vita all’aria aperta. Una trama fitta di sentieri e percorsi escursionistici ricama il paesaggio nei dintorni della città, offrendo la possibilità di fare lunghe passeggiate in scenari incontaminati, fare gite in bicicletta e praticare il Nordic Walking. Sulla strada ci si può ristorare con l’acqua rinfrescante e pura di laghi e ruscelli, oppure si può assaporare l’ospitalità genuina di rifugi e locande.
Chi non ha voglia di passeggiare e vuole sperimentare una nuova emozione può salire a bordo dei moderni treni a doppia motrice della storia cremagliera, e lasciarsi trasportare sulle vette montane in una trentina di minuti: qui ci si innamora delle vedute sconfinate, e ci si incanta alla vista della chiesetta isolata abbarbicata a uno sperone roccioso.

Anche l’inverno, con le sue distese di neve, si rivela ricco di sorprese e proposte: dai principianti agli sciatori più esperti, dagli appassionati di snowboard agli amanti delle ciaspolate, nessuno potrà resistere al richiamo delle discese imbiancate e dei panorami mozzafiato delle montagne. Accanto alle piste del Wendelstein, che raggiunge i 1838 metri di quota, si snodano le discese di altri 5 spettacolari comprensori per lo sci alpino e lo sci nordico, con tracciati per lo slittino o per le escursioni con le racchette da neve.
L’area del Sudelfeld, ad esempio, si sviluppa a un’altitudine di 1563 metri ed è servita da 21 skilift, che conducono a 31 km di piste, mentre le cime dell’Hocheck presso Oberaudorf attirano gli appassionati con 12 km emozionanti di discese.

Il regno del relax più puro, però, sono le terme di Bad AIbling con il loro splendido parco. Il complesso termale e faunistico della città regala attimi rigeneranti piacevolissimo, tra melodie distensive, profumi inebrianti e effetti di luce dalle magiche proprietà rilassanti. Lo scenario delle colline e delle vicine prealpi bavaresi si allunga sino allo stabilimento e crea un suggestivo paesaggio balneare, dotato di vari impianti con vasche e zone termali, piscine e aree coperte da volte a cupola, per un totale di 10 mila mq di superficie e una distesa d’acqua di 600 mq. Con le saune a secco e la pace orientaleggiante dell’hammam, ma soprattutto con i suoi benefici fanghi, Bad AIbling vi regalerà nuove energie per godere appieno della vacanza e scoprire tutte le bellezze del territorio.

Chi vuole immergersi nelle vere atmosfere montane e scoprire le tradizioni più solide di Bad AIbling può visitare il museo di storia locale, dedicato alla vita nelle campagne della zona e corredato di pregevoli dipinti del grande William Leibl. Anche i mercatini natalizi, che da oltre 500 anni rappresentano un appuntamento immancabile nei borghi alpini, sono un’ottima occasione per respirare un’atmosfera pittoresca e genuina, condita della magia delle feste: sulle bancarelle allineate lungo le strade si possono acquistare oggetti per la casa, decorazioni, calendari dell’Avvento e manufatti, e si possono provare le specialità culinarie della regione: panpepato, dolcetti speziati, salsicce arrostite e vin brulé sono le squisitezze che riempiono di profumo il cuore di Bad Aibling.

Anche il clima, tipicamente montano, contribuisce alla riuscita dell’incantesimo: qui gli inverni sono rigidi e nevosi, con temperature medie che in gennaio, il mese più freddo, vanno da una minima di -5°C a una massima di 2°C. In luglio invece si passa dai 12°C ai 23°C, e le precipitazioni, distribuite abbastanza equamente nell’arco dell’anno, si presentano dai 12 ai 15 giorni mensili.

Per raggiungere la Baviera e Bad AIbling si può scegliere tra diverse possibilità e mezzi di trasporto. Chi si sposta in auto può servirsi dell’autostrada A22 del Brennero o passare attraverso il pittoresco San Bernardino, a anche i collegamenti in treno risultano comodi: le principali città italiane assicurano collegamenti giornalieri con Monaco, diretti o con un cambio intermedio. Anche l’aeroporto di Monaco è comodamente collegato all’Italia: il viaggio da Milano, ad esempio, dura poco più di un’ora, e anche gli altri scali italiani principali prevedono vari voli giornalieri per la città bavarese.
  •  

 Pubblicato da - 17 Novembre 2010 - Riproduzione vietata

News più lette

27 Novembre 2017 Valtellina: tour tra gastronomia, vino e ...

Si scrive Valtellina, si legge (anche) eccellenza a tavola. Sì, ...

NOVITA' close