Cerca Hotel al miglior prezzo

Straubing: la città del Flauto Magico e del Gäubodenvolksfest

Pagina 1/2

  • Ponte sul Danubio
Tra il corso impetuoso del Danubio e l’ombra fresca della foresta bavarese, nel cuore della Germania e a 135 km da Monaco, la città di Straubing si fa abbracciare da una campagna incantevole, dove le coltivazioni diverse si susseguono in un patchwork di colori intensi. Città natale dell’autore del Flauto Magico Emanuel Schikaneder, nonché tappa di partenza per il viaggio della Principessa Sissi sino a Vienna, dove sarebbe divenuta imperatrice d’Austria e moglie di Francesco Giuseppe, Straubing fu fondata dal duca Ludwig der Kelheimer nel 1218.

Oggi è una città ricca di storia, costellata di monumenti e chiese eleganti, popolata da circa 42 mila abitanti. Quasi tutti periodi più prolifici e interessanti dell’arte hanno in città un monumento o un palazzo che li rappresenti: prima fra tutte la Basilica di San Peter, rappresentante del XII secolo, o la Karmelitenkirche, realizzata nel Quattrocento ma rinnovata in stile barocco nel Settecento.

Accanto alla Basilica di San Peter, forse la più bella di Straubing e certamente la più ammirata dai visitatori, si estende il cimitero che ospita la lastra tombale di Agnes Bernauer. La giovane donna, amante e moglie segreta del duca Albrecht III, venne scoperta dal suocero e per suo volere annegata nel Danubio il 12 ottobre del 1435. Aldilà delle chiese vale poi la pena di visitare i numerosi musei di Straubing, specialmente il Gaubodenmuseum e il Museum im Herzogschloß, due collezioni d’arte e preziose testimonianze della storia cittadina a partire dalla sua fondazione.

Il Gaubodenmuseum è una vasta esposizione di pezzi d’arte romana, formatasi a partire dal 1950, quando un gruppo di lavoratori edili urtò per caso un bacile di rame capovolto durante degli scavi. L’antica anfora conteneva nientemeno che pezzi di corazze da parata e statuette votive, oggi esposte nell’importante museo. Si tratta del più ricco ritrovamento di corazze da parata dell’impero romano mai rinvenute in un unico sito. La collezione completa comprende ben 116 oggetti, tra cui 8 maschere, 6 schinieri e ginocchiere per cavalieri, 20 statuette e altri pezzi in bronzo, oltre a 73 oggetti realizzati in ferro. Per finire, il museo espone una serie di fini monili del neolitico, realizzati con il mollusco spondilo, e diversi oggetti appartenuti agli antichi Baiuvari, gli antenati dei bavaresi odierni.

... Pagina 2/2 ... Chi soggiorna a Straubing deve assolutamente trovare il tempo di visitare la zona circostante, spingendosi alla scoperta della magnifica foresta bavarese, ma soprattutto deve cogliere l’occasione per vivere la città nelle sue tradizioni e manifestazioni, senza limitarsi a guardare passivamente. Un calore travolgente, inaspettato nel popolo tedesco, emerge infatti dagli abitanti di Straubing nelle occasioni di festa, ad esempio durante il Gäubodenvolksfest, che si tiene tra il 7 e il 17 agosto ed è una piccola festa della birra inaugurata nel 1812 dal re Maximilian I, unica nel suo genere dopo il famosissimo Oktoberfest di Monaco.

La data più suggestiva e a cui vale la pena di partecipare è il 10 di agosto, quando nel pomeriggio i tipici costumi bavaresi, accompagnati dalla banda musicale cittadina, sfilano fieri e colorati per le vie del centro sino alla grande Festplatz.

Non è solo merito dei festeggiamenti se i mesi estivi sono tanto indicati per una visita alla città: a rendere Straubing così gradevole anche in estate ci pensa infatti un fresco clima prealpino, caratterizzato da una stagione calda mite e da inverni rigidi. I mesi di luglio e agosto, i più caldi, beneficiano di temperature piacevoli, variabili tra i 12°C di minima media e i 22-23°C di massima. In inverno si fanno largo le temperature più basse, in gennaio comprese tra i -5°C di minima e i 2°c di massima, regalando al paesaggio magico della Baviera una candida coperta di neve. Le piogge si distribuiscono piuttosto uniformemente nell’arco dell’anno, con un massimo di 16 giorni piovosi a gennaio, giugno e luglio, e un minimo di 12 giorni a gennaio.

Per raggiungere Straubing in aereo si può atterrare all’Aeroporto Internazionale di Monaco e percorrere i 114 km che lo separano dalla meta con un’auto a noleggio o con i mezzi pubblici. La struttura è servita da numerosi voli di linea e low-cost, che collegano la città a molti centri europei e italiani tra cui Bologna, Milano e Roma. Le strade statali che toccano la città sono la B8 e la B20, mentre le autostrade sono la A3, la A92 e la A93. Foto wikipedia, cortesia: !tutorial!, Donaulustig
loading...
25 Agosto 2017 Il Cinema sotto le Stelle a Cinecittà World ...

In questa caldissima estate 2017 solo di sera si può trovare un ...

NOVITA' close