Cerca Hotel al miglior prezzo

Grindavík (Islanda): la Laguna Blu e il villaggio della Penisola di Reykjanes

Grindavík, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Grindavík è un piccolo paese situato nella porzione meridionale della Penisola di Reykjanes, nella regione di Suðurnes.
Conta circa 3.100 abitanti ed è conosciuto dal punto di vista economico come uno dei più importanti centri di pesca dell'Islanda. Gli stranieri, però, lo conoscono soprattutto perché è il luogo ideale in cui fare tappa per chi vuole visitare la vicina Laguna Blu.

Storia

Un antico insediamento umano in questa zona esisteva probabilmente già nel X secolo, come riporta il Landnámabók, uno dei primi manoscritti medievali islandesi, che racconta come i Vichinghi abbiano colonizzato l'isola proprio tra il IX e il X secolo.
Già nel Medioevo Grindavík era un importante centro commerciale durante il Medioevo, quando il periodo anseatico era in piena espansione. Anche per questo il villaggio fu saccheggiato dai pirati molte volte.
In epoca più recente, sul finire dell'Ottocento, la popolazione di Grindavík era di circa 350 persone, ma nel XX secolo la cittadina crebbe molto grazie allo sviluppo dell'industria ittica, trasformandola in uno dei luoghi più significativi per questa attività commerciale.

Cosa vedere a Grindavík

Il paese si sviluppa attorno a una piccola baia e non c'è onestamente molto da vedere: il porto, con i pescherecci attraccati ai moli davanti ai capannoni dei magazzini del pesce, è il luogo di lavoro di buona parte degli abitanti. Tutt'attorno le colline brulle regalano una vista bucolica di un paesaggio da fine del mondo, come di consueto in Islanda.
Si nota anche una statua dedicata alle famiglie dei pescatori locali persi in mare e i resti di due più recenti naufragi e dei loro memoriali; tutto a Grindavík è legato alla pesca.

Passeggiando al porto si giunge al Icelandic Saltfish Museum presso il Kvikan - House of Culture and Natural Resources, un museo che racconta la storia locale attraverso un'esposizione permanente sul pesce salato e una sull'onnipresente energia geotermica islandese.
Dentro la struttura trova sede anche l'ufficio di informazioni turistiche.

La Laguna Blu

È evidente, però, che la maggior parte della gente che arriva da queste parti lo faccia con l'intento di raggiungere la vicina Laguna Blu (Bláa Lónið), il più famoso centro benessere geotermale islandese.
La grande piscina termale all'aria aperta si trova a circa 6 km da Grindavík, immersa in un paesaggio naturale fatto di lava nera. Gli oltre 9 milioni di litri d'acqua della piscina (70% acqua dolce, 30% acqua marina), dal caratteristico colore azzurro e lattiginoso dato dalla presenza di alghe, calcare, sali minerali, silice e zolfo, sono convogliati qui dall'impianto geotermico di Svartsengi. Per tale ragione l'acqua raggiunge una temperatura stabile di 37-39°C.

Il regolare campionamento dimostra come i batteri comuni non prosperino in questo ecosistema, non rendendo quindi necessari detergenti aggiuntivi come il cloro. A tal proposito, ricordiamo che esistono severe norme igieniche che impongono di fare una doccia completamente nudi prima di immergersi.
Segnaliamo inoltre che, dato il grande afflusso turistico alla laguna, è necessario prenotare in anticipo poiché esiste un limite massimo di ospiti per ogni ora.

Il rapporto con la natura e la bellezza del paesaggio danno vita ad un ambiente veramente suggestivo: non è un caso che la Laguna Blun sia considerata una delle migliori spa a livello internazionale, nonché una delle 25 meraviglie del mondo secondo National Geographic.
La Bláa Lónið è dotata di ogni genere di servizi, che vanno dagli spogliatoi al ristorante (LAVA Restaurant), dall'albergo (Silica Hotel) alla terrazza panoramica, ma anche saune, bar e un centro massaggi.
Il prezzo indicativo per un ingresso standard si aggira sull'equivalente in corone islandesi di 50 euro.
Per tutte le informazioni sulla Blue Lagoon rimandiamo al sito ufficiale.

Dintorni di Grindavík

La Penisola di Reykjanes di non offre solo la Laguna Blu, ma anche numerose occasioni di escursioni nella natura.
Si possono infatti percorrere sentieri mitici come il Skógfellsvegur, Reykjavegur, Prestastastígur, oppure effettuare uscite in groppa agli splendidi cavalli artici, in bici o in sella a un quad, ma anche tranquille gite al faro di Reykjanes all'estremità sud-occidentale del paese, per ammirare la vastità dell'Oceano Atlantico, o ancora salire sulla vetta del monte Þorbjarnarfell per godersi il suggestivo panorama su Grindavík e i dintorni.

A soli 19 km da Grindavík si può cambiare continente e trovarsi improvvisamente in quello americano: la Penisola di Reykjanes si trova infatti sulla Mid Atlantic Ridge.
Secondo la teoria della deriva continentale, la placca tettonica nordamericana si sta allontanando da quella eurasiatica. Parte della frattura tra le due placche è visibile in questa zona del territorio islandese, in località Sandvík, dove è stato costruito anche un ponte tra i due continenti.
Noto come Miðlína (o Bridge Between Continents, o ancora Leif the Lucky Bridge, in inglese), è un piccolo ponte pedonale che rende bene l'idea dei due margini continentali divergenti. Fu costruito come simbolo del collegamento tra Europa e Nord America (alle due estremità si legge rispettivamente ″Welcome to America″ e ″Welcome to Europe″), ed è oggi un'attrazione turistica, di cui si può ottenere un ricordo – un certificato di attraversamento – al centro visitatori del Reykjanes Geopark presso la Duus Cultural House.
Il Miðlína si trova sulla strada n°425, alle seguenti coordinate GPS: 63.868275 N - 22.675482 W.

Come arrivare a Grindavík

Grindavík si trova 51 km a sud-ovest della capitale Reykjavík e 23 km a sud della cittadina di Keflavík.
Entrambe le città sono dotate di un aeroporto internazionale, anche se ovviamente quello di Reykjavík è più grande e servito da numerosi voli.
Esiste un servizio giornaliero di autobus da/per Keflavík.
Per la Laguna Blu si può usufruire anche del servizio di transfer con la navetta che la collega ogni ora a Reykjavík e all'aeroporto di Keflavík.
  •  

News più lette