Cerca Hotel al miglior prezzo

Lekeitio (Lekeito): vacanza sulle spiagge dei Paesi Baschi

Lekeitio, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Nella comunità autonoma dei Paesi Baschi, lungo la splendida costa della Spagna settentrionale, come una pepita portata dalle onde sorge la piccola Lekeitio: cittadina di poco più di 7 mila abitanti, Lekeitio (Lekeito) spalanca le braccia al mare con una piccola baia vegliata costantemente dai gabbiani, e si prepara ogni estate ad aprire le porte ai turisti.

La spiaggia Isuntza è una caletta di sabbia chiara e fine, protetta su tre lati da una vegetazione profumata e dall’atmosfera intima e riservata. Di fronte alla costa, nella baia dall’acqua cristallina, affiora dall’acqua l’isola di San Nicolàs, raggiungibile a piedi nudi nei momenti di bassa marea.

Spingendosi nel cuore della cittadina si riconoscono immediatamente le sue origini legate al mare: un connubio suggestivo di case di pescatori della tradizione basca, vegetazione incontaminata e edifici di architettura gotica, rende Lekeitio un gioiello di rara e timida bellezza.

Il monumento storico più importante è la chiesa di Santa Maria de la Asunciòn, una basilica gotica del XV secolo dichiarata Monumento Nazionale, che custodisce una serie di pannelli raffiguranti le storie di Maria e di Cristo, oltre a un bell’altare del XVI secolo. Nei pressi della chiesa si ergono invece le eleganti dimore della vecchia aristocrazia basca.

Da vedere inoltre: la sede del municipio, in un palazzo del XV secolo in stile barocco; la Torre Turpin, del XVI secolo, bell’esemplare del passaggio dal periodo gotico al Rinascimento; il Palazzo Uriarte, del XVII secolo, Monumento Nazionale realizzato a partire da una torre eretta precedentemente; infine la cinta muraria, la “Muralla”, realizzata nel XV secolo al fine di proteggere il centro urbano dai numerosi incendi che la città subiva.

Le principali manifestazioni che animano la piccola comunità di Lekeitio (Lekeito) sono le festa di San Antolines, le celebrazioni patronali che si svolgono dal 1 al 8 di settembre, e la celebraciòn de San Pedro. Quest’ultima si protrae dal 29 giugno al 1 di luglio, cominciando con una messa e una processione in onore del santo. La funzione si celebra nella Chiesa di Santa Maria e da lì si percorrono tutte le strade del borgo sino al porto, in modo da chiedere al santo un suo benevolo intervento per i pescatori.

Chi desidera raggiungere Lekeitio e viene da lontano dovrà servirsi dell’aereo, volando sino all’Aeroporto di Bilbao. Una volta atterrati la distanza tra le due città è di 58 km, percorribili in circa un’ora di auto. L’aeroporto garantisce voli anche economici, da e verso mete nazionali, internazionali e intercontinentali, ed è molto sfruttato dai turisti che desiderano raggiungere le località marine della costa basca.

Ad accogliere i nuovi arrivati provvederà immediatamente l’amabile clima marittimo della costa, caratterizzato da inverni miti ed estati calde ma mai afose, ventilate grazie alla brezza che soffia dal mare. In dicembre, gennaio e febbraio non si scende, in media, al di sotto dei 7°C, mentre la massima media è di 12°C; in estate i mesi più caldi sono luglio e agosto, con valori minimo e massimo rispettivamente di 16°C e 22°C. Le precipitazioni sono distribuite in maniera piuttosto uniforme nell’arco dell’anno, passando da un minimo di 12 giorni piovosi in luglio, a un massimo di 18 in dicembre.

Fonte: Ufficio Spagnolo del Turismo
Milano 02/72004617 - Roma 06/6783106
Visita Spain.info
 
  •  

News più lette

close