Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Chiloe

Chiloé (Cile). L'Isla grande porta per la Patagonia

Pagina 1/2

E' la seconda isola per superficie del Chile, superata unicamente dalla Isla Grande della Terra del Fuoco, ed è una meta turistica in forte crescita negli ultimi anni, scelta dai turisti per la bellezza dei suoi paesaggi, dei suoi pittoreschi villaggi e per la sua posizione felice, ideale per chi vuole intraprendere un viaggio nella selvaggia Patagonia, unendo ai tesori naturali anche degli interessi storici e culturali di grande spessore.

Come arrivare all'isola di Chiloé?
Chiloe è un arcipelago che si trova molto vicino alla costa del Cile meridionale. Il Cile è diviso in dodici regioni (di solito di cui ai numeri romani dal I al XII), e l'isola Chiloe si trova precisamente nella Regione X, anche comosciuta come la regione dei Laghi. Questa è una delle regioni più popolari per i visitatori del Cile, grazie alla ricchezza di innumerevoli paesaggi mozzafiato.
Il metodo migliore è volare su Puerto Montt e suguire la strada N°5 che da Puerto Montt conduce a Pargua. Da qui si può prendere il traghetto che conduce a Chacao.
In alternativa esistono traghetti tra Chaiten a Quellon, sulla parte meridionale di Chiloè. Quellon è dotato anche di un piccolo aeroporto, il più grande dell'isola.

Il periodo migliore per visitare l'isola di Chiloè è quello che corrisponde al nostro inverno, e cioè quello compreso tra ottobre e marzo, quando le giornate di pioggia si ridicucono a 4-5 nel corso di ciascun mese, contro i 12-15 giorni di pioggia dei mesi più umidi e freddi, e cioè maggio, giugno e luglio. Le temperature più elevate si raggiungono a gennaio, con massime intorno ai 19-20 gradi e minime mediamente intorno ai 10 °C. Questi valori possono però essere resi più freddi dall'azione del vento, più intenso lungo la costa occidentale che s'affaccia sulla vastità dell'Oceano Pacifico.

Cosa visitare e cosa fare all'isola di Chiloè?
Ancud è ben nota per le sue case di legno e le sue chiese, che vantano la loro magnificenza tutto intorno alla piazza principale. Sette torri coloniali spagnole circondano una replica della goletta Ancud, una nave "Chilota" che ha preso possesso della Stretto di Magellano nel 1843.
La passeggiata in Ancud è anche di grande interesse per i turisti, in quanto dalla città si possono ottenere interessanti panorami del Golfo di Quetalmahue e delle sue bellissime insenature, nonché della penisola Lacuy .
... Pagina 2/2 ...Ancud è situato presso la punta settentrionale della Grande Isola ed ha una popolazione di poco meno di 25.000 abitanti. Fu fondata il 20 agosto, 1768 dallo spagnolo Carlos Berenguer. E' attualmente l'area di Chiloè più in contatto con il Cile continentale. Si trova infatti a circa 1109 km da Santiago e 30 km da Puerto Montt.

Castro si distinghe dalle altre città di Chiloe per le sue "case su trampoli" cioè le palafitte, con le caratteristiche abitazioni fissate su colonne di legno per prevenire le inondazioni delle case quando sale la marea . Si trova sulla riva orientale dell'isola Grande, pi§ esattamente sull'estuario del fiume Gamboa. La vista delle case colorate che si specchiano sulle acque è incantevole.
Altri punti di interesse sono la "Plaza de Armas" (Piazza Principale), il Museo Regionale, il Museo d'Arte Moderna di Chiloe e la Chiesa di San Francisco, che è stata dichiarata Patrimonio Culturale Mondiale dall'UNESCO.

Altra località da non perdere è Chonchi, anche chiamata la "città dei tre piani", a causa del legno di cipresso utilizzato per la sua costruzione. La città vale la pena di essere visitata per la sua lunga serie di 'must' da non perdere: Il Museo Regionale, il Museo di Arte Moderna, il Llau-Llau, Vilopullí, le Chiese di Rilan e San Francisco , la Cappella Quilquico, il Parco Comunale Mt Millantue sono tutti un must. E 'possibile accedere all' Isola Lemuy in soli 15 minuti su un traghetto in partenza da Chonchi. Si tratta di una pittoresca destinazione a causa della bellezza della Chiesa di Ichuac, della Laguna Puchilco, e deii villaggi di Puqueldon, Aldachico e Defif, che sono circondati da canali, piccoli arcipelaghi-isola e spiagge da sogno.

Sicuramente degno di nota è il parco nazionale Chiloe, che si estende per quasi 44.000 ettari di superficie, un bastione della natura sepolto in profondità nel cuore di Isola Grande. Per effettuare una gita al parco si deve lasciare Castro, in direzione sud, costeggiando i laghi di Huillinco e Cucao fino ad arrivare al villaggio Cucao, il principale accesso al parco. Questa area protetta ospita spiagge da sogno, spettacolari e drammaticamente selvagge e una ricca varietà di specie di flora e di fauna. Tra le principali specie di flora, possiamo citare il coihue, il "olivillo canelo", la "ulmo", la "cifre", la "arrayán", il nocciolo e il "luma". È anche possibile trovare mammiferi come lupi, lontre, volpi Chiloe, e diversi tipi di ungulati. Tra gli uccelli sono presenti il picchio patagonico, il fuco d'oca, specie di anatre, fenicotteri e varie razze di pinguini.


close