Cerca Hotel al miglior prezzo

Cile, documenti di viaggio, dogana e sicurezza nel paese

Cile, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Per un viaggio in Cile è richiesto il passaporto avente una validità residua di almeno 6 mesi dall’arrivo in loco. Per informazioni e modifiche relative alla validità residua si consiglia di contattare l’Ambasciata o il Consolato del Paese in Italia o in alternativa un agente di viaggio.

Il visto non è necessario per soggiorni turistici inferiori ai tre mesi.

Dogana

Non esistono formalità valutarie alla dogana ed è possibile convertire liberamente la valuta straniera posseduta. All’ingresso in Cile è richiesto ai viaggiatori di compilare un modulo dove si dichiari l’eventuale importazione di prodotti di origine vegetale (ivi compresi i manufatti in legno) o animale. Si compili tale modulo con attenzione perché i controlli saranno puntigliosi, anche con l’utilizzo di apparecchiature ai raggi X.

In caso di mancata dichiarazione di un prodotto che verrà successivamente scoperto, si rischia, oltre al sequestro dello stesso, anche una multa salata. In caso di dubbio sul contenuto del bagaglio, è consigliabile dare risposta affermativa, lasciando la decisione sull’effettivo divieto ai funzionari, che provvederanno eventualmente al sequestro, ma senza disporre una multa.

Chi viaggia con cani o gatti deve possedere un certificato sanitario rilasciato dal proprio Paese meno di 7 giorni prima della partenza e vistato dal Consolato cileno. E’ richiesto inoltre un certificato di vaccinazione anti-rabbica, che deve essere effettuata in un periodo compreso tra 1 mese e 12 mesi prima dell’ingresso in Cile.

Sicurezza

Il Paese è considerato abbastanza sicuro, ma si verificano episodi di microcriminalità nella capitale, sia in centro che nelle periferie, soprattutto nelle ore notturne. Le altre principali città sono pericolose generalmente solo nelle zone periferiche.

Esistono campi minati segnalati, tuttavia è preferibile non avventurarsi senza una guida locale nelle zone di confine con Perù e Bolivia e in quelle montagnose di confine con l’Argentina.
Vi sono altri campi minati nelle zone dell’estremo sud come Bahía Azul dell’Isla Grande de la Tierra del Fuego, e in alcune isole meridionali come Isla Picton, Isla Nueva, Isla Deceit, Isla Freycinet e Isla Hornos.

Il Cile è un Paese a rischio sismico e conta quasi 3000 vulcani, dei quali ottanta attivi.

Durante la stagione fredda, da giugno a settembre, il livello di inquinamento a Santiago diventa allarmante e può causare problemi respiratori e cardiocircolatori.

Le pene per la detenzione o l’uso di sostanze stupefacenti sono molto severe; la violenza e l’abuso sessuale ai danni di minori sono puniti rigidamente ed al rientro in Italia si è altresì perseguibili in base alla legge italiana.

In caso di problemi con la Polizia locale, quale eventualmente l’arresto, si consiglia di contattare l’Ambasciata o il Consolato italiano per ottenere la necessaria assistenza.

Sebbene il nostro sforzo sia quello di mantenere le informazioni aggiornate prima di partire vi consigliamo di consultare anche il sito Viaggiaresicuri.it
 
  •  

 Pubblicato da - 11 Febbraio 2011 - © Riproduzione vietata

27 Novembre 2017 Valtellina: tour tra gastronomia, vino e ...

Si scrive Valtellina, si legge (anche) eccellenza a tavola. Sì, ...

NOVITA' close