Cerca Hotel al miglior prezzo

Alla scoperta di Ouro Preto, il gioiello del Minas Gerais

Ouro Preto, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

La città di Ouro Preto costituisce una testimonianza unica del Brasile coloniale del XVIII secolo. Fondata nel 1698, ai piedi della catena montagnosa di Minas Gerais, conserva nelle stradine tortuose e ripide l'atmosfera dei tempi passati. Ouro Preto (Oro Nero) era il cuore del Circuito dell'Oro, e le sue chiese conservano grandi tesori: il prezioso metallo adorna altari, colonne e sculture, creando un mirabile contrasto con le immagini dei Santi e le scene bibliche. Il talento dei maestri Aleijadinho e Athayde si sviluppò in questa atmosfera, e giunse a conquistare fama mondiale.

Ouro Preto, quindi, riunisce il più rappresentativo congiunto di architettura ed arte del periodo coloniale del Brasile. Sono 13 chiese, tra cui si distacca la Matriz de Nossa Senhora do Pilar, costruita nel secolo XVIII, adornata con 400 kg di oro. A causa di questo inestimabile patrimonio storico-culturale, è stata la prima città ad essere dichiarata Patrimonio Culturale dell'Umanità, nel 1980.
Il villaggio è sorto alla fine del secolo XVII, con la scoperta delle pepite d'oro nelle sue immediatezze, scoperta che ha attratto molti avventurieri e ha portato rapida prosperità alla regione.

La città rappresenta uno dei più importanti esempi di architettura barocca al mondo, dove alle chiese si affiancano le semplici case bianche con porte e finestre variopinte. Questo è lo scenario ideale per le numerose celebrazioni religiose e popolari, che fanno rivivere le tradizioni del Brasile coloniale. Nel 1980 Ouro Preto fu dichiarata dall' UNESCO parte del Patrimonio Culturale dell'Umanità. Tra le caratteristiche che fanno di Ouro Preto una città 'sui generis' troviamo le numerose fontane che decorano le sue strade e le piazze, alcune intatte altre in rovina. Sono tutte in pietra, con decorazioni o espressive scritte in latino, e furono costruite per sopperire alla mancanza d'acqua in città.

Tra i musei della città, che ospitano collezioni su diversi soggetti, da non perdere è il Museo Inconfidencia, dedicato alla storia della Cospirazione di Minas Gerais e alle opere degli artisti dell'epoca, animati da ideali di libertà. Le città storiche dell'epoca dello sfruttamento delle miniere d'oro rappresentano la principale attrazione turistica dello stato di Minas Gerais. Con le loro chiese, gruppi di case e monumenti ben preservati, formano parte del circuito dell'oro oltre a Ouro Preto, Congonas do Campo, Sao Joao del Rei, Tiradentes e Diamantina.

La città è attrezzata con due grandi spazi per la realizzazione di eventi, nazionali ed internazionali: il Centro Congressi del Sesc, con una capacità di1,2 mila persone, e il Centro di Arti e Convegni dell'Università Federale di Ouro Preto (UFOP), che ospita 1,1 mila persone. La città conta su buoni hotel, che conciliano lo splendore barocco con i confort e le facilità della vita moderna, e una rete gastronomica che contempla dall'autentica cucina mineira alla culinaria internazionale.

Dal punto di vista climatico Ouro Preto possiede temperature che variano in una escursione compresa mediamente tra i 6 ed i 28°C, ma in giugno e luglio i valori minimi possono scendere fino a 2°C, ed è quindi da considerare di mettere in valigia qualche sobrabito e delle felpe.

  •  

News più lette

close