Cerca Hotel al miglior prezzo

Natal (Brasile), la visita della cittą e delle sue spiagge

Natal, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Correva il 1599 e il 25 dicembre di quell'anno un piccolo villaggio venne fondato a fianco del Forte dos Santos Reis, appena costruito dai portoghesi a sud di Capo Sao Roque, il punto del sudamerica più vicino alle coste europee, a poco più di 5.800 km dall'Algarve. Questo piccolo avamposto, in virtù della data particolare della sua fondazione, prese il nome di Natal ed oggi è la capitale dello stato di Rio Grande do Norte, con circa un milione e trecentomila persone che vivono nella sua aerea metropolitana, ed è un riferimento assoluto per il turismo balneare di tutto il Brasile del nord-est.

Inizialmente questa regione era stata avvistata dall'esploratore Ferdinando Magellano, durante il suo viaggio di circumnavigazione della Terra, all'inizio del 16° secolo. Dopo di lui la zona di Capo San Rocco divenne dominio di bande di pirati, fino alla loro eliminazione da parte del Portogallo, che costruì qui alla fine del 16° secolo il forte dei Re magi (anche detto Forte dos Reis Magos) che oggi è una importante attrazione turistica della città.

Prima del boom del turismo, che risale agli anni'80 con l'arrivo della Translitorânea, la strada BR-101 che collega lungo la costa le altre importanti del Brasile orientale, Natal conobbe un grande sviluppo economico con l'industria del sale e con la scoperta di importanti giacimenti petroliferi. I soldi e l'aumento repentino della sua popolazione sono però stati ben gestiti dalle amministrazioni locali, e oggi Natal è un centro che si presenta ordinato e ben servito dai mezzi pubblici, una delle migliori ed accoglienti città della nazione carioca.

Da vedere a Natal
Tra le varie cose da ammirare a Natal e dintorni, c'è anche un pezzo d'Italia: la Coluna Capitolina si erge nel centro storico, e si tratta di una vera colonna romana, in marmo cipollino, che fu donata alla città da Benito Mussolini. Venne collocata nel 1931, come ringraziamento per l'ospitalità fornita da Natal all'arrivo di alcuni aviatori italiani, che partiti da Roma erano atterrati qui dopo 49 ore di volo ininterrotto!

A parte questa curiosità “nostrana”, il centro di Natal possiede una anima molteplice, tutta da scoprire: il centro storico, abbastanza raccolto, si estende su di una superficie di circa duecentomila metri quadri, che comprende 150 edifici di vari stili, tra cui architettura coloniale, neoclassica, art-deco e modernista. Questa zona comprende i quartieri di Ribeira e Cidade Alta, che sono i più antichi della città, e che riassumono tutte le principali caratteristiche dei primi secoli della storia del Brasile, mettendo in evidenza aspetti importanti della colonizzazione portoghese.

Tra gli edifici sono da segnalare alcune chiese storiche: la più antica è la Chiesa Madre di Nossa Senhora da Apresentação, situata nella città alta, dalle semplici linee coloniali, bianca e bordata di giallo: si tratta della più antica chiesa di tutto il Rio Grande do Norte Analoga come architettura, ma con la tinta pastello verde sul suo profilo, troviamo la Igreja do Rosário Nossa Senhora dos Pretos, consacrata nel 1714. La terza chiesa del centro da vedere è la Igreja de Santo Antonio (anche chiamata come Igreja do Galo), edificio barocco a cui è annesso il Museu de Arte Sacra de Natal.
La chiesa più importante della città è però la recente Catedral Metropolitana de Natal, inaugurata il 21 novembre del 1988, che possiede una particolare forma trapezoidale. La trovate nella Cidade Alta, lungo la Avenida Deodoro da Fonseca.

Il monumento più conosciuto è comunque la Fortaleza da Barra do Rio Grande, popolarmente conosciuta come “Fortaleza dos Reis Magos”, il forte dei Re Magi. E' la costruzione portoghese che rappresenta il nucleo originale della città, sorta sul lato destro di una barra del fiume Potenji (Potengi), in prossimità della costa. Se Natal sorse alla fine del 1599, il forte era stato iniziato due anni prima, il 6 Gennaio 1598, e la coincidenza con la festa dell'Epifania spiega il suo soprannome particolare. E' visitabile tutti i giorni della settimana, dalle 8 della mattina alle quattro e mezza del pomeriggio.

Se capitate da queste parti durante il semestre più piovoso, da febbraio a luglio, potrebbe essere utile organizzare qualche visita nei numerosi musei della città: abbiamo già citato il Museu de Arte Sacra, ma qui trovate anche il Museo di Cultura Popolare, l'Espaço Cultural Palacio Potengi, Instituto Histórico e Geográfico do Rio Grande do Norte la Pinacoteca do Rio Grande do Norte ed il Museo Camara Cascudo.

Una visita irrinunciabile è quella al Parque das Dunas, che è considerato il secondo più grande parco urbano di tutto il Brasile. Rimanendo nell'ambito cittadino, lungo la costa orientale, dà la possibilità di scoprire la natura costiera del nord-est del Brasile, osservando animali e specie vegetali tipiche della zona. E' un parco costituito da una foresta cresciuta sui cordoni di sabbia delle dune costiere, amato dai locali, che lo utilizzano anche per le loro sedute di jogging. Le agenzie di viaggio locali organizzano dei tour guidati all'interno del parco, che rimane aperto dal martedì alla domenica.

Un altro parco cittadinosi trova a sud del centro: si tratta del Parque Natural Municipal Dom Nivaldo Monte, ed è stato Inaugurato il 21 luglio 2008 con un progetto architettonico firmato dal celebre architetto Oscar Niemeyer. E' caratterizzato da una unica monumentale torre, e dispone di un museo e ristorante. A partire da gennaio 2011, l'intero parco è stato chiuso per essere ristrutturato. Infine nel barrio de Lagoa Nova si trova il parco del Bosque das Mangueiras.

Per scoprire la vita sottomarina dell'atlantico centro-meridionale potete recarvi a nord del centro, presso la frazione di Redinha, dove si trova il Natal Aquarium, piccolo acquario che è stato creato da una famiglia di biologi e ambientalisti in pensione. L'Acquario si trova in Avenida Litoranea e quindi a fianco della spiaggia. Non è molto grande, possiede circa una trentina di vasche, ma consente di scoprire le caratteristiche ed i comportamenti di animali come polpi, cavallucci marini, vari pesci pelagici, fino ad arrivare ai temuti piranha, ed una coppia di pinguini che vivono in una vasca refrigerata.

Le spiagge di Natal
La capitale dello stato offre belle spiagge sia nel suo ambito urbano che nei dintorni, distribuite a nord ed a sud del centro. Partendo dal cuore cittadino vi segnaliamo la spiaggia di Areia Preta il cui nome deriva da rocce di colore scuro. Conosciuta anche come Miami Beach, nel momento in cui gli americani stabilirono lì una base militare.

A cinque minuti dal centro abbiamo la Praia dos Artistas conosciuta dagli appassionati di surf. Qui il panorama è abbellito dalla fortezza dei Reis Magos . Più a sud troviamo la Praia do Meio, famosa un tempo ora la sua popolarità è stata raccolta dalla spiaggia di Ponta Negra, che rimane più a sud.

A nord del centro, vicino al fiume, troviamo la Praia do Forte, che rimane situata nel quartiere di Santos Reis, a 5 km dal centro della città. Possiede acque calme,protette da scogliere, che formano delle piscine naturali. Da qui si vede il moderno ponte Newton Navarro, che attraversa il fiume Potengi e serve da collegamento tra il quartiere di Santos Reis e Praia da Redinha. Quest'ultima è l'estrema spiaggia cittadina a nord del centro dove si trova un antico villaggio di pescatori, che ha tra le sue attrazioni il vecchio mercato pubblico, e la Chiesa di Nostra Signora dei navigatori, costruita con pietre prese dalle scogliere. E' il luogo giusto per mangiare pesce a buon mercato e qui si trova l'Acquario di Natal di cui abbiamo parlato sopra.

Se l'acquario non riesce ad emozionarvi, allora potete dedicarvi direttamente allo snorkeling spostandovi con una escursione di circa 1 ora di viaggio: da non perdere trovate i Parrachos de Maracajaú, cioè una serie di scogli corallini che creano una spettacolare serie di piscine naturali, a circa sette chilometri di distanza dall'omonima spiaggia. Si tratta di uno dei luoghi in Brasile dove il mare è più cristallino e adatto per le immersioni. La spiaggia di Maracajaú si trova a circa 50 km a nord da Natal, e qui trovate anche il parco acquatico di Ma-Noa. Più a nord, verso il Cabe San Roque merita una visita il faro di Calcanhar, che segna il punto più vicino del Brasile all'Africa e all'Europa.

Più vicino a Natal, sempre a nord del fiume Potengi, trovate la bella spiaggia di Genipabu (Jenipabu) che comprende un complesso di dune ed una laguna, ambienti protetti e dai paesaggi mozzafiato. Si può divertirsi sulle dune, scivolando su delle assi di legno, e tuffarsi nelle acque limpide della laguna.

Fantastiche spiagge si trovano anche a sud della città: a sud del Parque das Dunas si percorre la Via Costeira fino alla Ponta Negra. All'estremo sud di questa bella spiaggia, si trova il Morro do Careca con una grande duna di sabbia in riva al mare. Non mancano i servizi ed anche negozi, ristoranti, bar e locali notturni.

Spingendosi ancora più a sud, a circa una ottantina di chilometri dal capoluogo, si trovano le deserte spiagge de Pipa, completamente al di fuori da ogni contesto urbano. Sono una serie di spiagge paradisiache, con falesie e morbidi arenili che attirano migliaia di turisti ogni anno.

Sempre a sud della città, lungo la stessa direzione delle spiagge più famose trovate infine una attrazione particolare: l'albero di anacardio più grande del mondo. Il cosiddetto Cajueiro Maior do mundo è un gigantesco albero di anacardio che nel 1994, è entrato nel Guinness dei primati come il singolo albero che copre la più grande superficie, ben 8.400 metri quadrati. Più grande cioè di un classico campo di calcio!

Eventi a Natal – Aoltre che alle classiche festività del Carnevale brasiliano, molto attesa è la Festa di San Giovanni o Festa Junina che venne introdotta nel Nordest del Brasile dai portoghesi per il quale il giorno di San Giovanni . Si svolge di norma il 24 giugno.
Ricordiamo poi che Natal è stata designata per ospitare la partita di calcio Italia - Uruguay nel corso dei Mondiali di Calcio in Brasile del 2014. L'impianto designato, lo stadio Arenas das Dunas è uno dei più belli costruiti in Brasile per l'occasione.

Il clima di Natal
Per chi volesse trascorrere una vacanza a Natal, ricordiamo che ci troviamo al di sotto dell'Equatore, e che quindi le stagioni sono invertite, rispetto alle nostre. Questi luoghi tendono poi ad essere interessati dal flusso dei venti alisei che quindi apportano più o meno precipitazioni a seconda dello spostamento della ITCZ, e cioè la zona di convergenza inter-tropicale. La conseguenza è che Natal vive un semestre più secco, e cioè quello che va dall'inverno all'inizio dell'estate, cioè da agosto a gennaio, e un semestre più piovoso che va da febbraio a luglio, con picco assoluto delle piogge tra aprile e giugno.
Le piogge annuali ammontano a circa 1550 millimetri, di cui meno di 300 cadono nel periodo secco, che è quindi quello più indicato per un viaggio.
Le temperature sono calde tutto l'anno con valori massimi di 28 °C in inverno (giugno-luglio-agosto) e sui 30-32 °C nella tarda estate, da gennaio a marzo, il periodo più caldo in assoluto.
Le minime oscillano tra i 20 e 24 °C, mentre la temperatura del mare non scende mai sotto i 27-28 °C, rendendo molto piacevole la balneazione in qualsiasi momento dell'anno.

Arrivare a Natal
La capitale del Rio Grande do Norte è ora servita dall'aeroporto Aeroporto Internacional Governador Aluízio Alves, avviato il 31 maggio 2014 ed inaugurato il 9 giugno appena 3 giorni prima dello svolgimento della Coppa del Mondo di Calcio. L'aeroporto si trova a circa una trentina di km a sud-ovest della città, e offre voli per tutte le principali città del Brasile.
  •  

News più lette

13 Dicembre 2017 La Mostra del Presepe a Grottaglie

L’inaugurazione della XXXVIII Mostra del Presepe - l’8 dicembre ...

NOVITA' close