Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Anegada

Anegada Island, diving alla ricerca dei galeoni spagnoli

Pagina 1/2

È la più orientale delle Isole Vergini Britanniche, distante circa 20 km in direzione nord-est da Virgin Gorda.
Come suggerisce il nome di chiara origine spagnola, Anegada significa “sommersa” in italiano, e la spiegazione risiede nel fatto che l'isola ha un'altezza massima di 8 metri s.l.m. Si tratta non a caso dell'unico atollo corallino delle Virgin Islands, dove gli unici abitanti – oltre al personale delle poche strutture ricettive – sono le iguana e i fenicotteri.

La fama dell'isola è segnata, negli ultimi secoli, da una serie praticamente infinita di incidenti di imbarcazioni che non riuscivano ad avvistarla in tempo a causa della sua conformazione, talmente bassa sul livello del mare da rivelarsi una trappola. È proprio a causa di questi incidenti che l'isola oggi è divenuta una meta prediletta dagli amanti delle immersioni: i più esperti infatti possono organizzare uscite in barca per raggiungere i relitti della vaporiera britannica Paramatta o dell'HMS Astrea, una fregata inglese dotata di cannoni.
Chi invece decidesse di rimanere con i piedi sulla terraferma potrebbe optare per una visita alla riserva naturale di Flamingo Pond, nell'ovest dell'isola, un grande stagno salato popolato da uno stormo di fenicotteri rosa. Il luogo è ideale per scattare foto, ma è richiesto di mantenere una distanza dagli animali, non tanto per la sicurezza degli umani, quanto per quella dei fenicotteri. L'altro luogo ideale per entrare in contatto con la fauna locale si trova nel centro dell'isola, ed è conosciuto come Rock Iguana Hatchery; si tratta di una struttura dove vengono allevati i cuccioli di iguana prima di essere messi in libertà da adulti poiché, diversamente, la popolazione felina di Anegada li sterminerebbe.
Immaginiamo però che il viaggiatore giunto fin quaggiù sia interessato soprattutto alle sensazionali spiagge che costellano l'isola; ecco allora una breve panoramica dei luoghi più magici di Anegada Island dove godersi il meritato riposo:

Pomato Point, sulla costa meridionale del West End, è un paradiso di tranquillità tra la sua sabbia bianca ed il mare azzurro. Non distante, ma sulla costa nord del West End, segnaliamo invece Cow Wreck Bay, dove nuovamente la spiaggia bianca ed un mare cristallino sono i veri protagonisti, ma dove è anche possibile affittare un kayak per un'escursione in mare o dedicarsi allo snorkelling.
Nell'East End, la zona orientale dell'isola, la spiaggia più famosa è invece Loblolly Beach, un'immensa spiaggia che si estende sull'omonima baia, dotata di bar, bagni e strutture per il noleggio di attrezzature per gli sport acquatici. L'altra spiaggia dell'east End è Flash of Beauty, immediatamente ad est della prima ed ideale per le immersioni nella barriera corallina.

L'unico minuscolo villaggio presente sull'isola è noto come The Settlement e si trova su Lower Bay, leggermente nell'interno – se così si può dire – dell'isola.
... Pagina 2/2 ... È doveroso sapere che esistono appena un paio di negozietti che forniscono il minimo indispensabile per quanto riguarda le provviste; se qualcuno ha esigenze particolari è meglio che acquisti il necessario a Tortola prima di spostarsi su Anegada.
Non meno importante è il consiglio di prenotare entro le 16 la cena in qualunque ristorante si decida di passare la serata, perché il rischio, altrimenti, è quello che non abbiano cibo sufficiente (fondamentalmente pesce, e in particolare l'aragosta) per tutti gli ospiti. Si ricorda infine che ad Anegada non vi sono banche, per cui è consigliabile avere con sé una buona scorta di contanti per gli esercizi che non accettano carte di credito.

Il periodo di alta stagione – più affollato e più caro – è quello invernale, che va da dicembre a marzo; corrisponde ovviamente alle condizioni migliori per quanto riguarda il meteo. Chi desdierasse un po' più di tranquillità, invece, potrebbe provare a visitare l'isola a maggio o ad inizio dicembre: si tratta di stagione intermedia, dove l'unico rischio è di trovare qualche sporadica pioggia.
Ricordiamo inoltre che tra fine febbraio ed inizio marzo si tiene ogni anno un importante evento per gli appassionati del kitesurf: è il BVI Kite Jam, che richiama amanti della disciplina da tutto il mondo.

Trasporti
Sull'isola è possibile noleggiare auto, fuoristrada, scooter o biciclette, ma occorre considerare che esiste una sola strada asfaltata (Settlement Ruffin Road), mentre tutte le altre sono di fatto sentieri sabbiosi e polverosi; in alternativa si possono utilizzare i taxi posteggiati nei pressi del molo dei traghetti.
Sull'isola esiste un piccolissimo aeroporto, servito da voli charter locali provenienti da Tortola o da Virgin Gorda; diversamente, chi decide di raggiungere Anegada via mare può usufruire dei servizi dei traghetti dalla capitale Road Town, sull'isola di Tortola, tre volte a settimana (con rientro, eventualmente, nel pomeriggio) o da Spanish Town, dove effettuano una piccola sosta sull'isola di Virgin Gorda.

close