Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Zacatlán

Zacatlan de las Manzanas, Messico. La cittŕ sulla Sierra Norte di Puebla

Pagina 1/2

Sono pochi i turisti italiani che conoscono la cittadina di Zacatlán de las Manzanas, nella Sierra Norte di Puebla. Può essere quindi una buona idea, durante un viaggio nell'infinito Messico, dedicare almeno un giorno a questo luogo immerso tra le montagne ad oltre 2000 metri s.l.m.
Proprio l'altitudine è uno dei fattori che determina molte delle caratteristiche del paese e soprattutto del suo clima.
Abbiamo visitato Zacatlán in inverno, non sospettando minimamente che le temperature potessero essere così rigide e facendoci cogliere impreparati sotto ogni punto di vista. La discriminante del viaggio sono state le nuvole e la nebbia: quando il Sole è completamente coperto la colonnina di mercurio può precipitare vertiginosamente dai soleggiati 20°C ai 4°C nel giro di poco tempo.
L'altitudine è, d'altro canto, vantaggiosa per l'agricoltura locale: qui è molto sviluppata la coltivazione delle mele, come suggerisce il toponimo completo (manzanas= mele, in spagnolo), oggetto ogni anno della Gran Feria de la Manzana nella settimana del 15 agosto.

Il territorio dove sorge Zacatlán fu abitato inizialmente da diverse etnie indigene messicane, come gli Otomì, i Toltechi e i Chichimechi e si trovava all'epoca lungo un'importante rotta commerciale che dal centro del Messico raggiungeva le coste del Golfo. I secoli successivi hanno fatto di Zacatlán un centro strategico di controllo sulla regione e oggi, calmate le lotte e le guerre tra le diverse fazioni, la cittadina può finalmente godersi il suo momento di popolarità grazie all'iscrizione, nel 2011, nella lista dei cosiddetti Pueblos Mágicos de México.
Al momento possono fregiarsi di questo titolo – promosso dalla Secretaría de Turismo per incentivare lo sviluppo turistico di queste piccole realtà – solo 83 paesi in tutta la nazione: si tratta di una denominazione che racchiude gli stili di vita tradizionali e tutte le azioni intraprese per salvaguardare il patrimonio culturale del luogo.

Camminando per le strade del pueblo non è difficile, infatti, incontrare uomini e donne vestiti con i tradizionali abiti indigeni e ai piedi gli immancabili huaraches di corda anche con il freddo pungente. È in posti come questo che il viaggiatore può conoscere il Messico più autentico.
Una passeggiata in paese può partire dalla Plaza de Armas, al centro della quale si trova un enorme orologio ricoperto di fiori, e da lì proseguire lungo le strade circostanti; si incontrerà la seicentesca Parroquia de San Pedro y San Pablo e, a fianco, il Conjunto Conventual Franciscano, edificato nei primissimi anni della conquista coloniale nel XVI secolo e adornato con affreschi che raffigurano scene di vita quotidiana spagnola e indigena. Si tratta di uno dei primissimi conventi francescani dell'intero continente americano.
Uno dei luoghi maggiormente visitati è il Museo de Relojería y Autómatas “Alberto Olvera Hernández”, che ha aperto i battenti nel 1993 in onore all'imprenditore che fondò la prima fabbrica di orologi monumentali in America Latina, la “Relojes Centenario”. La visita consente di ammirare le meraviglie degli automatismi che si celano negli orologi nonché una collezione di pezzi provenienti da tutto il mondo e da tutte le epoche, compresi alcuni sistemi per misurare il tempo risalenti a duemila anni prima di Cristo. Il fine settimana, inoltre, nella facciata del museo viene proposto uno spettacoli di automi vestiti con abiti tradizionali, in stile carillon.
Il museo si trova a pochi passi dal cimitero; nonostante l'aria un po' tetra, può essere interessante dargli un'occhiata, soprattutto se passate da qui durante il periodo del Día de Muertos, 2 novembre, che in Messico è una festività di primaria importanza.

I dintorni di Zacatlán sono particolarmente belli e intriganti; a 25 km dal paese in direzione Camotepec, si apre la Valle de las Piedras Encimadas, un luogo dove rocce enormi sono state modellate dagli agenti atmosferici nel corso di milioni di anni e hanno dato vita ad un paesaggio suggestivo, da scoprire magari in bici o a cavallo.
Ancora, se siete in città, non tralasciate un'escursione alla vicina e spettacolare cascata di San Pedro o, poco oltre, alla cascata di Tulimán, dove l'acqua compie un salto complessivo di 350 metri, suddiviso in tre parti e raggiungibile, una volta sul posto, con un breve sentiero.
Il mirador della Barranca de los Jilgueros, poche centinaia di metri a sud del centro, è un belvedere dal quale si può ammirare la maestosità del canyon e della cascata “de las tres Marías”. Da qui si possono inoltre esplorare alcune rovine precolmbiane e un monolite con una remota incisione rupestre.
... Pagina 2/2 ... Sempre nei pressi di Zacatlán vale la pena visitare un altro Pueblo Mágico: si tratta di Chignahuapan, il paese delle palline di Natale, che dista circa 16 km.

Curiosità
- A Zacatlán de las Manzanas vengono prodotte ogni anni 320000 bottiglie di sidro e liquori di frutta da quattro principali aziende locali; la Sidrera San Rafael propone visite guidate agli stabilimenti.
- In paese si produce anche il tipico pan de queso, ripieno di formaggio e zucchero. Per il pranzo niente di meglio che una sopa Zacatlán, una zuppa di fave e nopal (un particolare cactus a cui vengono – ovviamente – asportate le spine).
- La Plaza Santa Cecilia è il luogo per eccellenza degli artigiani; la varietà degli oggetti che si possono comprare qui è praticamente illimitata: vasi di terracotta, vestiti di lana, orecchini e quant'altro tutto realizzato con tecniche tradizionali.

Come arrivare
Zacatlán si trova a circa 120 km da Puebla, capitale dell'omonimo stato, e a circa 200 km da Città del Messico.
Per raggiungere Zacatlán da Puebla si viaggia in direzione nord sulla carretera 119.

Informazioni turistiche
L'ufficio della Direzione del Turismo si trova nel Portal Hidalgo del Palacio Municipal.
I punti di informazione turistica si trovano rispettivamente in Plaza de Armas e in Paseo de la Barranca.

01 Novembre 2017 Halloween a Cinecittŕ World: programma e ...

Le lunghe giornate estive stanno lasciando il passo alle fresche e più ...

NOVITA' close