Cerca Hotel al miglior prezzo

Tulum la perla della Riviera Maya in Messico

All'estremità meridionale della Riviera Maya sorge il sito archeologico di Tulum, che s'affaccia su di uno splendido tratto costiero che è rimasto integro dal grande sviluppo turistico che ha invece interessato le zone di Cancun e Playa del Carmen. Tulum è il luogo ideale per fare un tuffo nello Yucatan del tempo dei Maya, con ancora le foreste di mangrovie che si aprono su baie dalle sabbie candide e dalle acque turchesi, e le rocce color avorio che ancora maestose si affacciano sulle assolate scogliere.

Per arrivare a Tulum e al vicino parco nazionale di Sian Ka'an si deve utilizzare la superstrada 307 che da Cancun scende in direzione sud in direzione di Playa del Carmen, superata la localita di Akumal sempre in direzione di Felipe Carrillo Tulum si raggiunge poco prima che la strada lasci il tratto costiero per addentrarsi all'interno dello stato di Quintana Roo. Poco prima della cittadina moderna di Tulum, che si trova lungo la superstrada, sulla sinistra c'è il parcheggio da cui iniziare la visita alle rovine Maya.

Tulum è una parola Maya che indica difesa, ed è forse questa la vocazione che aveva il sito, vista la sua posizione sulla costa poco tipica nella tradizione Maya, facilmente attaccabile a patto che si riuscisse a trovare il varco tra l'insidiosa barriera corallina. Ed infatti sembra che la città fungesse anche da guida ai naviganti, oltre che da importante porto commerciale, con effetti di luce che attraverso le finestre del "castello" indicavano il giusto percorso alle imbarcazioni, nella migliore tradizione astronomica Maya!

La città moderna di Tulum (Tulum Pueblo) sorge a circa 3 km della costa ed è una ordinata cittadina dove potete trovare alberghi ristoranti e tutto ciò che può servire di corredo ad una vacanza. Ma è indubbio che rappresenta il punto d'appoggio per poter esplorare le meraviglie della zona, e poco di più.

Il sito di Tulum deve la sua celebrità soprattutto alla sua magnifica posizione, che ne ha determinato lo sviluppo e richiama i turisti a migliaia, unendo l'archeologia alla piacevole vita di mare. E la spiaggia di Tulum (ruin beach, per la sua prossimità con le rovine Maya) è una qualche cosa di assolutamente indescrivibile, dove i colori del mare della sabbia e dello smeraldo della jungla, si intrecciano al fascino della storia e delle sue rovine, in un mix di antico e selvaggio che non ha pari nel mondo.

Oltre che le bellezze balneari, la zona di Tulum ha da offire un patrimonio di Cenotes, e cioè le famose cavità carsiche, ricolme di acque dolci, luoghi dal grande fascino e in grado di fornire un fresco diversivo alle afose giornate nella penisola dello Yucatan. Intorno a Tulum troviamo almeno una quindicina di cenotes, alcuni posto lungo la linea di costa come il Cenote Dos Ojos, il Cenote Manatee ed il Cenote Encantado, altri che invece riamngono più all'interno come il Gran Cenote, il Cenote Escondido ed il Cenote Mul Tun Ha che si trova con altri lungo la cosiddetta Cenotes Route.

A sud del sito archeologico, in direzione della Punta Allen si trova un altra importante attrazione, il parco naturale di Sian Ka'an, dove l'ambiente naturale conserva ancora il suo fascino primordiale. Il sito è patrimonio dell'umanità dell'UNESCO fin dal 1987 e il termine utilizzato, di origine Maya, vuol dire "origine del cielo".
Sian Ka'an è l'area protetta più vasta di tutti i Caraibi, al sui interno contiene almeno 23 siti archeologici, 103 specie di mammiferi, 336 specie di uccelli (è un vero paradiso per il birdwatching), ed è luogo riproduttivo per le tartarughe di mare. L'ingresso al parco costa 4 $ al giorno.

Il periodo più indicato per una vacanza a Tulum è dall'inverno fino a metà primavera, quando il caldo risulta più secco ed attenuato dall'azione dei venti alisei. le massime comunque toccano i 32-34 °C ad aprile, valori che precedono i mesi più piovosi dellanno, che vanno da giugno a tutto ottobre, caratterizzati anche da rovesci intensi. La temperatura del mare oscilla dai 26°C dell'inverno, valori comunque gradevoli, fino ai 29 °C della fine dell'estate, periodo però caratterizzato dai cieli spesso nuvolosi e con il rischio di incappare in depressioni tropicali o addirittura risentire dal transito, sui vicini caraibi, di qualche uragano tropicale.
  •  
close