Cerca Hotel al miglior prezzo

Yucatan, in viaggio nella penisola del Messico

Yucatan, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

La penisola dello Yucatan è celebre da almeno 65 milioni di anni, da quando questa regione fu sconvolta da un cataclisma immane. In corrispondenza dell'attuale località di Chicxulub un asteroide in impatto con la Terra scaricò la potenza di 100 milioni di bombe atomiche, in pratica ponendo fine all'era dei dinosauri. Ora il grande cratere di 300 km di diametro è sepolto a circa 1000 metri di profondità e lo Yucatan è un paradiso per i turisti, circondato da un mare incontaminato, ricco di foreste verdeggianti e con all'interno testimonianze affascinanti di civiltà perdute.

In effetti qualche residuo dell'impatto è visibile ancora in superfice: esiste una peculiarità della Yucatan che si chiamano Cenoti. Sono cavità del terreno riempite di acqua dolce che si incontrano in molte parti della penisola. Ci si è accorti che queste grotte tendono ad allinearsi con il profilo del cratere sepolto e quindi dovrebbero essersi formati dalle conseguenze, era dopo era, dell'impatto di 65 milioni di anni fa. In alcuni Cenoti è possibile bagnarsi, meglio con la muta, anche per trovare conforto durante le afose giornate dello Yucatan, visto l'elevata umidità che specie in estate toglie il respiro a chi si avventura nella foresta tropicale. I cenoti meglio conservati contengono scenari da fiaba, con acque cristalline e grotte dalle parti ricoperte di stalattiti e stalagmiti, come nel caso dei Cenoti di Bolonchohol, Chacsinicchee e di Kankirixche, troverete escursioni organizzate che dalla costa e da Cancun vi accompagneranno a scoprire questi luoghi unici.

Cancun è il classico punto di arrivo nello Yucatan, è una città che amerete soprattutto se avete voglia di un vacanza spensierata e ben organizzata. La laguna di Cancun è splendida anche se gli alberghi sono proliferati a dismisura attenuando l'impatto visivo che in passato era davvero strepitoso. Comunque basta spostarsi di pochi chilometri per ritrovarsi su spiagge ancora incontaminate. Da Cancun si può noleggiare un auto e visitare in direzione sud la celebre Riviera Maya. Il percorso è ricco di scorci di mare strepitosi, ma anche località ben servite come Playa del Carmen, e con la possibilità di vistare siti archeologici ricchi di fascino.
A Tulum si trovano rovine spettacolari come il tempio di Murals e la costa è davvero molto bella, a Xel-Ha la laguna è quanto di meglio per fare snorkelling.
La riserva di Sian Ka' An offre un ambiente naturale ben preservato, con molte specie di animali selvatici e la possibilità di nuotare in canali costruiti dai Maya.

Nell'interno verso la località di Merida si trovano siti archeologici di indubbio fascino, come nel celebre Chichén Itzá dove si trova un sito Maya dalla bellezza sconvolgente. Il sito testimonia dell'importanza dei Cenote nella vita dei Maya, da cui attingevano l'acqua dolce, e la fine architettura di questo popolo che ci ha lasciato in eredità costruzioni perfette come la piramide di El Castillo. Maya e mare sono ben visibili anche nella bella isola di Cozumel.

Nota per il turista assolutamente da vedere: Cancún, Playa del Carmen, Tulum, Cozumel, Isola Mujeres e le rovine Maya Chichén Itzá, Tulum e Chicxulub.
  •  
16 Dicembre 2017 La Mostra del Radicchio Rosso a Mogliano ...

Nel cuore della marca trevigiana, nel comune di Mogliano Veneto, dal 16 ...

NOVITA' close