Cerca Hotel al miglior prezzo

Riviera Maya (Messico): spiagge, mare e hotel da sogno

Riviera Maya, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

La penisola dello Yucatan è una di quelle località più complete al mondo in termini d'offerta turistica. Alle bellezze naturali, e qui il mare è davvero straordinario e offre una grande barriera corallina, si devono aggiungere le spettacolari testimonianze archeologiche di civiltà scomparse, e il tutto viene amalgamato dall'allegria e dall'accoglienza del popolo messicano, pronto a farvi vivere le magie della costa orientale della penisola: Bienvenidos a la Rivera Maya!

Dal punto di vista meramente geografico, per riviera Maya s'intende quel tratto di costa compreso tra Puerto Morelos e la zona di Tulum. In una ideale collana di località che scendono verso sud, le perle migliori sono in successione: Puerto Morelos, Puerto Aventuras, Puerto Brava, Playa del Secreto, Punta Maroma, Tres Rios, Punta Bete, Xcalacoco, Playa del Carmen, Xcaret, Puerto Calica, Paamul, Chac Mool, Xpu-Ha, Kantenah, Yalku, Akumal, Xel-Ha, Punta Soliman e Tulum.

Per arrivare sulla Riviera Maya bisogna volare su Cancun e da qui scendere lungo l'autostrada 307. che l'asse portante dello stato del Quintana Roo. La strada consente rapidi spostamenti e si mantiene a pochi chilometri dalla costa ed in pochi minuti si arriva alla località prescelta.

Il periodo migliore per venire sulla Riviera Maya è quello compreso tra fine dicembre e maggio, quando il clima ventilato dello Yucatan si mantiene ancora sufficientemente secco, con scarse possibilità di acquazzoni. In estate aumenta il caldo, crescono le temperature con massime sui 33-34 gradi e il mar dei Caraibi produce un maggior numero di nuvole e aumentano le possibilità di qualche rovescio di tipo tropicale. Tra luglio e novembre si entra in pieno nella stagione degli uragani, che saltualriamente possono interessare più o meno direttamente lo Yucatan. specie la sua costa orientale e settentrionale.

Dove alloggiare e cosa vedere sulla Riviera Maya? Le località che offrono i migliori resort e hotel sono Puerto Morelos e Playa del Carmen, quest'ultima regina indiscussa della riviera anche per la sua ottima posizione in corrispondenza della grande isola di Cozumel che da qui si può raggiungere in barca.
Tutta la riviera Maya è bordeggiata dalla seconda barriera corallina del mondo, in termini di estensione. Si tratta di un organismo vivente che crea un nastro di colonie coralline che dal Belize raggiunge la parte più settentrionale della penisola dello Yucatan per 600 km di possibilità straordinarie di immersioni e attività di snorkeling.

Tutte le principali strutture offrono possibilità di escursioni sul reef, ma anche fare immersioni nell'entroterra, e cioè esplorando i numerosissimi cenotes, laghi d'acqua dolce, formati per fenomeni di carsisismo e che costellano le zone interne dello Yucatan. Non c'è niente di più emozionante di un bagno rinfrescante in queste pozze d'acqua cristallina, brulicanti di pesci e con la cornice della foresta tropicale, tutt'intorno.
Gli alberghi e Hotel offrono poi tutta una serie di attività sportive corollarie, come lo sci d'acqua, il windsurf, il kitesurf il paragliding, il beach volley, golf tennis e tanti altri sport ancora.

Altre escursioni molto interessanti sono quelle che si possono fare alla ricerca dei resti della civiltà Maya, e in questo caso è d'obbligo la visita di Tulum, un raro esempio di città costiera dei Maya, che si trova al termine meridionale della Riviera. Altre escursioni per capire meglio questa civiltà scomparsa sono quelle che si fanno verso Xel-Ha e all'interno per esplorare i siti di Chichen Itzà e Uxmal, nella zona di Merida.

  •  
close