Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Messico

Vacanza in Messico? Tour delle cittą coloniali

Una sola città, vastissima, ma mille mondi sovrapposti, dove la mexicanidad trova la sua massima espressione. Questa è Città del Messico, la metropoli più grande del mondo che affascina i suoi visitatori e che i chilangos, i suoi abitanti, amano alla follia. È un regno di enormi contrasti, una megalopoli estremamente caotica, cosmopolita, fatta di rumore, traffico ma soprattutto musica.

Qui i colori si declinano in mille sfumature, nei volti della gente che esprimono la intricata storia di popoli diversi, ma anche negli edifici con stili tra loro molto diversi. Il rosa non è solo il colore del cielo messicano poco prima che il sole lo abbandoni, ma è anche la zona più elegante e turistica della capitale (la cosiddetta “zona rosa”), in stile prettamente americano; verdi sono i grandi parchi, i serbatoi di aria frizzante della città, ma verdi sono anche i numerosi taxi, tutti maggiolini senza il sedile anteriore destro, “clorofilliane” presenze nel traffico cittadino, che si fissano curiosamente nei ricordi di ogni visitatore, almeno fino a quando le robuste meccaniche reggeranno ai chilometri e alle buche. Arcobaleno dalla bellezza travolgente, Città del Messico è soprattutto atmosfera e emozioni, un mix perfetto che coinvolge senza chiedere il vostro permesso.

Circa 400 km a sud del cuore messicano e si giunge ad Oaxaca, che affascina non solo per la bellezza esteriore, ma per la sua aria magica e leggera, per la sua vita con ritmi d’altri tempi, rilassata e al contempo vivace. In questa città ogni anno, i due lunedì successivi al 16 luglio, si celebrano le feste del Lunes del Cerro (Lunedì del Colle), fatte di canti tradizionali, danze, rievocazioni, sfilate dei gruppi indigeni della regione, e che si concludono con la Guelaguetza, suggestivo momento in cui ogni gruppo indigeno dona ai presenti oggetti dell’artigianato locale.

Nello Yucatan è possibile ammirare Mérida, solitaria ed elegante, una città meticcia, insieme indigena ed europea. È storicamente e culturalmente ricca, una città dalla bellezza tropicale, nota anche come la “città bianca”, per le sue costruzioni di pietra impastata con calce bianca, molto simili a quelle romane dell’omonima città spagnola. A poca distanza le rovine Maya testimoniano come già nel passato questa regione fosse stata apprezzata per le sue bellezze naturali e la ricchezza delle sue terre.

Da Mérida si raggiunge in breve tempo la costa e la celebre Cancún, località dai due volti: Ciudad Cancún, sulla terraferma, dove risiede la popolazione locale, e Isla Cancún, una striscia di sabbia bianchissima, collegata alla città da due ponti. Cancún, un tempo minuscolo villaggio di pescatori, oggi si presenta trasformata in una meta semplicemente da sogno, “habitat” privilegiato di turisti provenienti da tutto il mondo. Forse gli enormi complessi alberghieri vi faranno un po’ storcere il naso, segno ma una settimana sulle bianche spiagge, il mare turchese dalle acque calde con un tripudio di pesci e coralli, è in grado di cambiare ogni giudizio critico trasformarlo in uno ricordo vivido e in una struggente nostalgia.
  •  
01 Novembre 2017 Halloween a Cinecittą World: programma e ...

Le lunghe giornate estive stanno lasciando il passo alle fresche e più ...

NOVITA' close