Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Myrtle Beach

Myrtle Beach, vacanze sulle spiagge della Grand Strand, Carolina del Sud

Pagina 1/2

Caposaldo del turismo balneare nazionale, Myrtle Beach è una località che non lascia indifferenti. La cittadina, affacciata sul tratto di costa del South Carolina conosciuto come "Grand Strand", ovvero la "grande spiaggia", è abitata da circa 30.000 abitanti, ma riceve in media ogni anno qualcosa come 14 milioni di visitatori provenienti da tutti gli Stati Uniti, dal Canada e dall’Europa, in particolare da Germania e Regno Unito. Di questi la maggior parte se ne innamora, per via delle spiagge, dell’alto livello dei servizi offerti, dei grandi centri commerciali, dei parchi divertimenti, dei bar e dei ristoranti, i restanti difficilmente vi faranno ritorno, atterriti dallo sfrenato consumismo che la contraddistingue.

Prima dell’arrivo dei coloni, la zona dove oggi sorge Myrtle Beach era abitata dai nativi Waccamaw, una tribù la cui vita era strettamente legata ai tanti corsi d’acqua, utilizzati per i maggiori spostamenti e l’approvvigionamento di cibo. I primi europei giunsero sul finire del XVIII secolo con l’intento di estendere le piantagioni di tabacco fin a ridosso della costa atlantica, in un’area particolarmente apprezzata per il clima quasi sempre mite e soleggiato. A causa del suolo prevalentemente sabbioso, l’idea si rivelò fallimentare comportando un nuovo progressivo spopolamento della zona, occupata in pianta stabile solo a partire dalla fine dell’Ottocento quando fu inaugurata la ferrovia. Dalla seconda metà del secolo scorso, Myrtle Beach ha intrapreso un processo di crescita ed espansione turistica che non accenna ad arrestarsi, un fenomeno che ha trasformato un’area rurale in un “tempio” del turismo della East Coast americana.

Dal punto di vista morfologico, l’abitato di Myrtle Beach e la sua interminabile distesa di spiagge sabbiose sono separati dal continente dall’Intracoastal Waterway, un sistema di canali scavato nel 1936 che cinge la costa da Southport, a nord, alla Winyah Bay. Alle due estremità sorgono North Myrtle Beach e Surfside Beach, anch’esse caratterizzate da un boom turistico senza precedenti negli ultimi decenni. Tra i tre insediamenti si estendono chilometri di spiagge punteggiate da dune popolate di erbe marine, essenze fondamentali per “compattare” il litorale preservandolo dall’annoso problema dell’erosione costiera.

L’offerta turistica di Myrtle Beach si fonda su un unico ingrediente principale: le spiagge. Intorno ad esse è andata consolidandosi l’ampia gamma di servizi che spaziano tra attività sportive, ed in particolare il golf, shopping e divertimento. Non mancano parchi giochi e centri commerciali sempre affollatissimi; tra questi figurano l'enorme Coastal Grand Mall, il più grande della Carolina del Sud, il Myrtle Beach Mall, e il particolare shupping center di Broadway at the Beach che, oltre a negozi, ristoranti e locali notturni, ospita diversi alberghi ed un grande cinema IMAX.
Da segnalare anche il Family Kingdom Amusement Park, uno dei parchi divertimento più famosi della zona, ed il Myrtle Waves, tra i maggiori parchi acquatici della costa orientale degli Stati Uniti. In alternativa ci si può cimentare con il parasailing o noleggiare un jet ski o un motoscafo presso il Myrtle Beach Watersports.

Tra le attrattive più famose della città c’è poi la Myrtle Beach Boardwalk, la lunga promenade di quasi 2 km inaugurata nel maggio del 2010 percorsa ad ogni ora del giorno da un gran numero di visitatori. Il pregevole intervento architettonico ha attirato addirittura l’attenzione del National Geographic, che ha inserito la Myrtle Beach Boardwalk al terzo posto della speciale classifica dei migliori tratti di lungomare degli Stati Uniti. Qui si trova anche la Myrtle Beach Skywheel una ruota panoramica alta 61 metri e dotata di spettacolari gondole in vetro, con magnifiche viste panoramiche sull'oceano. Leggermente meno affollata è la zona di North Myrtle Beach, conosciuta per la fiorente cultura basata sullo “shag”, il ballo sincopato simile al jitterburg qui inventato negli anni ’40 del Novecento.
Da segnalare il Carolina Opry, un teatro da 2.000 posti in cui si tengono regolarmente spettacoli e concerti, lungo tutto il corso dell'anno.
... Pagina 2/2 ...
A livello di manifestazioni, Myrtle Beach è famosa per la sua Black Bike Week, un raduno motociclistico che richiama circa 400.000 visitatori e si svolge per la festa del Memorial Day, verso la fine di maggio. La spiaggia si anima di concerti, motociclette spaziali, personaggi eccentrici, che convergono qui inneggiando contro la discriminazione razziale, in uno degli aventi afro americani più importanti degli USA. Altro motoraduno da segnalare è l'Harley Bike Week, dedicata alle moto americane più famose del mondo.
A marzo la città si anima per i Canadian-American Days, con una serie di eventi speciali che si organizzano qui, da oltre mezzo secolo.

Il clima è uno degli aspetti più positivi che caratterizzano Myrtle Beach, baciata da condizioni atmosferiche in grado di prolungare la stagione da primavera ad autunno inoltrato. Il periodo compreso tra giugno e agosto è quello più caldo, in cui si registrano temperature medie pari a 30 e 21 gradi; l’inverno, invece, coincide coi mesi di dicembre e gennaio, quando comunque le minime non scendono quasi mai sotto lo zero e di giorno si superano abbondantemente i 10 gradi. Ricordatevi però che Myrtle Beach gode di un clima di tipo oceanico, e quindi le piogge somo presenti tutto l'anno con picco nei mesi di agosto e settembre, quando cadono quasi 160 mm di piogge, di solito però concentrate in fenomeni di tipo temporalesco, intensi ma di durata limitata, e con una decina di giorni di pioggia al mese. D’estate, tuttavia, possono arrivare fin qui anche i cicloni tropicali accompagnati da violenti scrosci temporaleschi, e venti impetuosi che possono arrecare anche danni ingenti. come avvenne nel caso dell'Uragano Hugo del 1989.

La crescita del settore turistico è stata accompagnata da una dotazione infrastrutturale altrettanto significativa. Myrtle Beach dispone di un proprio aeroporto, il Myrtle Beach International Airport, situato neanche 6 km a sud-ovest del centro urbano e collegato alle maggiori destinazioni nazionali, nonché a qualche importante scalo straniero. La stazione Greyhound si trova sulla Waccamaw Coast Line Railroad, la linea di ferroviaria estesa per più di 20 km a sua volta connessa alla Carolina Southern Railroad, il lungo raccordo costiero ramificato dal North al South Carolina. Chi si muove in auto è sufficiente che imbocchi la US 17 o la US 501 per giungere a destinazione, senza contare le numerose tratte da/a Myrtle Beach percorse dagli autobus della Pee Dee Regional Transportation Authority. Infine una chicca per gli appassionati delle due ruote: malgrado le aspre battaglie legali combattute negli ultimi anni nelle aule dei tribunali, a Myrtle Beach si è tutt’ora liberi di circolare liberamente in moto senza casco.


loading...
25 Agosto 2017 Il Cinema sotto le Stelle a Cinecittą World ...

In questa caldissima estate 2017 solo di sera si può trovare un ...

NOVITA' close