Cerca Hotel al miglior prezzo

Atlanta, visita alla capitale della Georgia: cosa vedere e sapere

Pagina 1/2

  • Skyline Atlanta
  • Emory QUad
  • Capitol Building
  • Campo da Baseball
Atlanta è una metropoli di 520.000 abitanti situata nella Georgia centro-settentrionale. La città è, dal 1868, capitale dello stato, oltre ad essere la più estesa e popolosa, sede delle maggiori industrie e di tutte le principali aziende multinazionali. Amministrativamente è sede della Contea di Fulton, anche se una minima parte del territorio urbano ricade sotto la DeKalb County, una zona densamente urbanizzata compresa all’interno della nona area metropolitana degli Stati Uniti, abitata da circa 5.300.000 persone.

Fondata nel 1837 con il nome di Terminus, poiché all’epoca era l’ultima stazione della rete ferroviaria Western and Atlantic Railroad, Atlanta divenne ben presto un centro economico di grande importanza, caposaldo strategico dell’esercito confederato durante i sanguinosi eventi della Guerra Civile americana. Nel 1864 fu espugnata dalle truppe yankee del generale Sherman e completamente distrutta nell’incendio reso famoso dalle scene del celebre film Via Col Vento. Risorta dalle proprie ceneri grazie alla caparbietà ed alla forza d’animo dei cittadini, Atlanta è divenuta il simbolo di un Sud in continua trasformazione, voglioso di ritagliarsi uno spazio sempre maggiore all’interno delle sfere sociale, politica ed economica del paese. Un grande impulso a questo incredibile desiderio di evoluzione venne trasmesso dall’assegnazione alla città dell’Olimpiade del 1996, per la quale sono stati compiuti importanti lavori di riqualificazione e di ammodernamento infrastrutturale, fondamentali per garantire competitività a lungo termine ad un centro dalle così grandi ambizioni.

Se si visita la città di Rossella O’Hara cercando qualche traccia di un passato alla Via col vento, si resta inevitabilmente delusi. Al posto di Tara si incontrano grattacieli ed edifici avveniristici, come il cilindro di vetro e acciaio del Westin Peachtree Plaza, al 210 di Peachtree Street, opera dell’architetto John Portman e fino a qualche anno fa, con i suoi 70 piani, il più alto albergo del mondo. La parte più famosa del centro, quella delle succursali dei grandi magazzini di New York, si trova intorno al moderno Peachtree Center, delimitato da Baker, Ellis, Williams e Courtland Street. Percorrendo Peachtree Street in direzione sud o prendendo la metropolitana, South Line, per una sola fermata, si giunge a Five Point, punto in cui convergono le 5 maggiori arterie cittadine. Nei pressi della stazione metro tra Central Avenue e Upper Alabama Street si trova l’Underground Atlanta, caratteristico centro commerciale “sotterraneo” dove centinaia di negozi e locali si affacciano su stradine acciottolate illuminate da lampade a gas. Accanto all’Underground, al 55 Martin Luther King Jr. Drive, sorge il World of Coca Cola Pavillon, dove viene celebrata con filmati, cimeli e degustazioni gratuite, la celeberrima bibita prodotta per la prima volta nel 1880 dal farmacista John Styth Pemberton. La sede della CNN di Ted Turner, l’altro edificio universalmente conosciuto di Atlanta, si trova in Marietta Street all’altezza di Teachwood Drive. Il CNN Studio Tour illustra le attività del famoso network, e consente di visitare l’edificio all’interno del quale si trovano anche ristoranti e negozi, come il Ted Turner Store, dove vengono venduti gadget di Via col Vento.

Margaret Mitchell, l’autrice del libro secondo solo alla Bibbia per numero di lettori, riposa nell’Oakland Cemetery, dove sono sepolti anche il campione di golf Bobby Jones ed i soldati delle truppe confederate ed unioniste. La tomba della scrittrice, sulla quale saltellano spesso gli scoiattoli, non è facilmente individuabile poiché riporta il nome del suo secondo marito John Marsh. Gli amanti della verve creativa della Mitchell potranno trovare praticamente tutte le sue opere all’Atlanta Public Library, al 126 di Carnegie Way, praticamente nel cuore di downtown. Un altro luogo storico è il Martin Luther King Jr. Historic District, in Auburn Avenue e tra Jackson e Randolph Street. Chiamato affettuosamente dagli abitanti Sweet Auburn, “Dolce Auburn”, questo quartiere era il ghetto dove le persone di colore vivevano prima dell’integrazione. Qui, al 501 di Auburn Avenue, nacque Martin Luther King, la cui casa natale è oggi visitabile quotidianamente. Il Premio Nobel per la Pace, assassinato a Memphis nel 1968, predicava la non violenza nella Ebenezer Baptist Church, al 407 di Auburn Avenue. Dietro la chiesa si trova il Martin Luther King Center for Nonviolent Social Change, dove King è sepolto e dove viene proiettato un documentario sulla sua vita.

L’altra faccia di Atlanta è a nord, dove Peachtree Street prende il nome di Peachtree Road: vivono qui, nel quartiere Buckhead, il più ricercato della città, i discendenti delle grandi famiglie nobili, all’interno di residenze anteguerra ristrutturate o in ville fatte costruire nello stesso stile di quelle dei loro avi. Per visitare questa affascinante parte di Atlanta, ci si diriga al complesso dell’Atlanta History Society: immerse in un grande parco si trovano la candida Swan House, dimora patrizia in stile neoclassico finemente arredata, e la Tullie Smith House, una fattoria del 1840 completamente ristrutturata. L’Atlanta History Society ospita anche un museo con testimonianze della Guerra Civile, mentre per ammirare altre splendide residenze si percorra a piedi West Paces Ferry, dove si erge la Governor’s Mansion, anch’essa in stile neoclassico.
... Pagina 2/2 ...
La North Line della metropolitana conduce ad altri luoghi degni di interesse: adiacente alla stazione North Avenue, al 660 di Peachtree Street NE, si trova il Fox Theater, che con i suoi 4.518 posti fu, negli anni ’20, un santuario della cinematografia. L’ambiente, particolarmente kitsch, può essere visitato previa prenotazione. Sempre a nord, nei pressi della stazione Arts Center, si trova il Woodruff Arts Center, che ospita un vero e proprio gioiello architettonico: l’High Museum of Art, progettato da uno dei maggiori esponenti del movimento moderno: Richard Meier. Tra marmi bianchi, vetri e fontane, sono raccolte collezioni di arte americana ed africana, oltre ad opere di Carracci, Veronese e Picasso. Dalla stazione Arts Center, il bus porta a Piedmont Park, dove è situato l’Atlanta Botanic Garden, ricco di fiori e piante tropicali. Il Grant Park, è invece sede di uno zoo e del grandioso Cyclorama, la più importante attrazione storica della città. Si tratta di un gigantesco dipinto tridimensionale realizzato da un gruppo di pittori tedeschi e polacchi tra il 1885 ed il 1886, che ricostruisce la sanguinosa battaglia di Atlanta: lo si ammira da una piattaforma girevole, mentre una colonna sonora con squilli di trombe e fucilate accompagna lo spettacolo.

Il clima è subtropicale umido, con estati calde ed inverni generalmente miti, seppur intervallati da brevi parentesi di freddo anche intenso. In luglio le temperature medie sono di 32 e 21 gradi, rispettivamente nei valori massimo e minimo, anche se spesso si verificano picchi di 37/38 gradi nelle ore più calde del pomeriggio che, accompagnate da un tasso di umidità spesso piuttosto alto, fanno percepire una sensazione di afa. In gennaio invece, le giornate sono gradevoli, con massime di poco superiori ai 10 gradi e minime che normalmente non scendono al di sotto dello 0. Ovviamente le eccezioni esistono, perciò capita anche che sulla città possano verificarsi brevi e sporadici fenomeni nevosi. Le precipitazioni sono abbondanti e generalmente raggiungono i 1300 mm di pioggia all’anno. I Blizzard, vere e proprie bufere di vento e neve, sono fenomeni rari ma non impossibili soprattutto tra gennaio e febbraio.

L’Hartsfield-Jackson Atlanta International Airport è il gigantesco aeroporto cittadino, situato appena 16 chilometri a sud di downtown. Per cercare di risolvere contemporaneamente 2 delle questioni più annose dell’Atlanta di fine secolo scorso, l’inquinamento atmosferico ed il problema della mobilità nell’area urbana, è stata progettata la Metropolitan Atlanta Rapid Transit Authority (MARTA), la metropolitana, sviluppata su 77 chilometri di rotaie che mettono in comunicazione 38 stazioni, percorse ogni giorno da più di 100.000 persone. L’Amtrak gestisce il trasporto ferroviario, che fa scalo nella stazione poco distante da downtown, mentre per muoversi in automobile al di fuori della città si può scegliere, in base alla destinazione, tra le 3 autostrade interstatali che lambiscono il centro: I-20, I-75 e I-85.

Foto wikipedia, cortesia: Elb2000, Evilarry. Mpspqr, Autiger
loading...
25 Maggio 2017 Il Palio di Ferrara

È il più antico del mondo e corsa di festa che a differenza ...

NOVITA' close