Cerca Hotel al miglior prezzo

Columbus (Indiana): visita alla cittą, cosa vedere e sapere

Columbus, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Columbus è una città di poco meno di 40.000 abitanti situata nella parte centro-meridionale dello stato dell’Indiana, ad una sessantina di chilometri dalla capitale Indianapolis. Dal punto di vista amministrativo è il capoluogo della Bartholomew County, i cui confini coincidono sostanzialmente con quelli della piccola area metropolitana che circonda Columbus. Negli ultimi 15-20 anni la città è stata insignita di numerosi riconoscimenti da parte di alcune delle più importanti riviste nazionali, frutto di una politica gestionale rivolta direttamente al cittadino, tutelato e tenuto sempre in grande considerazione al momento di prendere una qualsiasi decisione.

La fondazione risale al 1820, anno in cui quest’area fu acquistata dal generale John Tipton e da Luke Bonesteel, che battezzarono l’insediamento col nome di Tiptonia. Il 20 marzo 1821 la città cambiò nome in Columbus, suscitando il dissenso del generale che decise di abbandonare il villaggio da lui creato appena un anno prima. Fu Joseph McKinney ha tracciare il primo piano della città, prevedendo il collocamento degli edifici pubblici e delle zone residenziali. La città fu riconosciuta come tale dallo stato dell’Indiana il 28 giugno 1864. Tra la fine dell’Ottocento e la prima metà del Novecento furono moltissimi gli edifici ed i palazzi di nuova costruzione che andarono ad abbellire la città; su tutti il Crump Theatre e l’Irwin Union Bank. Oggi Columbus è un centro vivo, socialmente e culturalmente, che poggia la sua economia sulla vicinanza con Indianapolis, verso la quale si dirigono ogni giorno circa 15.000 lavoratori pendolari.

L’attrazione principale di questa cittadina sono senza dubbio le straordinarie architetture moderne, costruite da alcuni tra i più noti architetti contemporanei, che l’anno resa una specie di grandissimo museo a cielo aperto. Il merito della composizione di questo incredibile quadro di edifici moderni è di Irwin J. Miller, co-fondatore della Cummings Engine Company, un’azienda adibita alla produzione di motori diesel, che all’inizio degli anni ’40 indisse un programma secondo il quale sarebbe stata direttamente la Cummings a coprire le spese della realizzazione delle strutture. E così, tra il 1942 ed il 1965, a Columbus sorsero un numero incredibile di edifici pubblici e di sculture, progettate da architetti del calibro di Eero Saarinen, I.M. Pei, Robert Venturi, Cesar Pelli, Richard Meier ed altri.

Sei di questi edifici furono inseriti nel National Historic Landmarks: la First Baptist Church di Harry Weese, terminata nel 1965 su un’area di quasi 30.000 m² appena fuori città, dove oggi si ammira una struttura composta da più corpi dalle forme forti, quasi violente, immersa in un meraviglioso parco; la First Cristian Church, inizialmente conosciuta come Tabernacle Church of Christ, di Eliel Saarinen, che nel 1942 andò a progettare il primo edificio moderno della città, configurato secondo linee e forme geometriche e semplici; la Irwin Union Bank di Eero Saarinen, figlio di Eliel, terminata nel 1954 ed alla quale hanno lavorato successivamente anche Kevin Roche e John Dinkeloo; la Mabel McDowell School di John Carl Warnecke, portata a termine nel 1960 e sviluppata su un solo livello; Miller House, la residenza di Irwin J. Miller, anch’essa progettata da Eero Saarinen nel 1957; e la North Christian Church, l’ultima opera in ordine temporale dello stesso Saarinen, che ha fondato la chiesa su una pianta esagonale dalla quale si slancia al cielo un altissimo puntale di quasi 60 metri.

Pur essendo di dimensioni ridotte, l’abitato riceve ogni anno diverse migliaia di visitatori ed è perciò dotato di tutti i servizi: bar, cinema, ristoranti e negozi, attività che animano il centro, rendendolo vivo ed interessante sia di giorno che di notte.

Il clima è continentale, caratterizzato da estati calde ed umide e da inverni piuttosto freddi ma secchi. Nel mese di luglio le temperature oscillano mediamente tra 30 e 19 gradi, mentre in gennaio possono scendere anche fino a -10 nelle ore notturne. Le precipitazioni, che tendono ad intensificarsi con l’arrivo dei mesi primaverili ed estivi, sono generalmente nell’ordine dei 1000 mm di pioggia all’anno, ed in inverno si presentano spesso sotto forma di neve.

Per quanto concerne i trasporti, Columbus è comodamente raggiungibile atterrando al vicino Indianapolis International Airport ed immettendosi poi lungo l’autostrada interstatale I-65, l’unica che serve direttamente la cittadina. Un altro mezzo di trasporto per muoversi nella zona è il treno.

Fonte foto wikipedia, cortesia: Bardya, G. Hume,
  •  

 Pubblicato da - 13 Marzo 2009 - © Riproduzione vietata

News più lette

close