Cerca Hotel al miglior prezzo

Cabalgata dels Tres Tombs: a Barcellona la festa di San Antonio

C'è sempre un motivo valido per visitare Barcellona, una città capace di stupire i viaggiatori ad ogni stagione. A gennaio, oltre alle famose processioni dei Re Magi, la capitale della Catologna offre una serie di appuntamenti tradizionali, meno conosciuti al grande pubblico, e forse per questo ancora più caratteristici. Parliamo delle processioni di Sant'Antonio abate, il santo padovano, seguace di San Francesco, che è particolarmente amato in Spagna appunto per essere il protettore degli animali. A Barcellona queste processioni prendo il nome di Cabalgata dels Tres Tombs.

Chiariamo subito il nome: non si tratta di tombe! Tombs è una parola catalana che indica una passeggiata, o un giro. Quindi il titolo della manifestazione sottolineerebbe che la cavalcata (o processione) del santo venga ripetuta per 3 volte, ma in realtà quella principale si svolge una sola volta ma su di un percorso piuttosto lungo. Il giorno del Santo sul calendario sarebbe il 17 gennaio, la giornata della benedizione degli animali, ma la più grande delle Cabalgata dels Tres Tombs si svolge di sabato, quello più prossimo alla data canonica prevista per la benedizione degli animali.

La benedizione degli animali affonda le sue radici nel Medioevo, quando la chiesa benediva il bestiame e le colture su cui la comunità locale dipendeva totalmente per la sopravvivenza. Oggi, questa tradizione non ha più la stessa, profonda importanza, tuttavia è ancora ampiamente celebrata in alcuni paesi cattolici, soprattutto in Spagna. Dai criceti ai cavalli, dai gatti alle iguane, tutti gli animali da compagnia possono essere benedetti durante questa festa, ed è simpatico vedere tra la folla presente la varietà di bestioline presenti in braccio ai possessori, con un netto aumento di rettili ed animali esotici, negli ultimi anni.

La processione principale inizia tradizionalmente nella parte bassa del viale Ronda Sant Antoni (che rimane ad ovest del barrio gotico) e termina a Ronda Sant Pau (davanti alla chiesa la Escola Pia de Sant Antoni), il luogo dove gli animali domestici riceveranno la loro benedizione principale: ambedue i viali ricordiamo convergono sul grande mercato coperto del Mercat de Sant Antoni. Durante questa giornata e per la processione, gli animali sono di solito decorati con carta colorata, campane, corde e nastri, trasformando la Cabalgata dels Tres Tombs in un'attrazione spettacolare anche per i turisti che possono scattare delle divertenti fotografie

La processione è piuttosto articolata ed oltre alla statua di Sant'Antonio da Padova sfilano numerosi altri carri, in totale più di 35, tutti con il comune denominatore di essere carri a trazione animale, come ad esempio, vecchie carrozze per trasporto merci, eleganti ed antiche carrozze passeggeri, vecchi carri dei pompieri, carri funebri del 19° secolo, e così via per celebrare una tradizione più vecchia di 150 anni.
Oltre alla “Cabalgata” vengono organizzate nel weekend altre manifestazioni complementari: un appuntamento classico è la Cursa Sant Antoni, una gara podistica di 10 km, mentre sicuramente spettacolare è la cosiddetta Correfoc Infernal, che chiude i festeggiamenti di Sant'Antonio alla domenica sera, con una corsa con torce e diavoli per le strade.

Ricordiamo inoltre che la festa “dels Tres Tombs” è celebrata anche in altre cittadine e villaggi della Catalogna. Gli eventi più conosciuti si svolgono a Valls, un viallaggio a nord di Terragona, mentre fuori periodo (ad aprile) si svolge una altro festival “dels Tres Tombs” nei dintorni di Lleida, e più precisamente ad Anglesola dove si svolge una fiera medievale.
  •  

 Pubblicato da il 05/01/2012 - - ® Riproduzione vietata

close