Cerca Hotel al miglior prezzo

Le Spa delle Maldive al bando: per il governo sono luoghi di prostituzione

Pagina 1/2

Aggiornamento del 5-1-2012 Il Presidente delle Maldive ha annunciato di avere tolto il bando alle SPA dei resort alle Maldive, quindi per il momento l'allarme è da considerare completamente rientrato.

Una notizia scuote il mondo dei vacanzieri che numerosi frequentano durante le vacanze di fine anno le isole Maldive: il ministero del turismo ha annunciato che tutti gli hotel dei resort che si trovano nei magici atolli equatorial, dovranno chiudere gli stabilimenti termali, cioè le celeberrime SPA, come anche i centri salute con effetto immediato!

Motivo di questa decisione l'azione di un partito islamico, che sta mettendo in imbarazzo il governo, che recentemente ha lanciato una campagna contro la "lussuria" dei resort turistici. La scorsa settimana il partito d'opposizione Adhaalath, un movimento conservatore religioso, aveva inscenato una protesta nella capitale Male contro tali centri, sostenendo che erano utilizzati addirittura come case chiuse, e cioè luoghi di prostituzione.

Il turismo è fondamentale per l'economia delle Maldive, e secondo l'Associazione dell'Industria del Turismo, questo divieto danneggerebbe l'intera economia maldiviana. I dati del 2011 parlano chiaro: sono stati oltre 850.000 i turisti hanno visitato le 1.192 piccole isole coralline quest'anno. Sia perchè attratti dalle lagune blu delle isole, e dai chilometri di coralli, ma anche dai centri benessere che offrono trattamenti di bellezza e massaggi.
... Pagina 2/2 ...
Tuttavia, nonostante questo idilliaco e rilassante ambiente, il fondamentalismo islamico è in aumento anche alle Maldive negli ultimi anni e mesi. Di recente ci sono state proteste anti-semite di per la decisione del ministero dei trasporti di consentire voli diretti da Israele, mentre un ristorante che aveva appeso decorazioni natalizie è stato presa di mira dalle proteste.
Un numero crescente di studenti delle Maldive sono andati negli ultimi anni a studiare in Arabia Saudita e Pakistan, dove hanno imparato una interpretazione radicale wahhabita dell'Islam: è questa la spiegazione data dal dottor Hassan Saeed, l'ex procuratore generale, che aveva affermato ciò quando si dimise nel 2007.

Nonostante il divieto del governo, alcuni resort, hanno dichiarato che i loro centri termali sono ancora aperti, e che stanno accettando prenotazioni per le prossime settimane. La mossa del governo di chiudere le Spa delle Maldive è però stata presa, è ora da vedere come verranno applicate le eventuali sanzioni contro i resort che non rispetteranno tale direttiva.

 Pubblicato da il 01/01/2012 - 6.119 letture - ® Riproduzione vietata

close