Cerca Hotel al miglior prezzo

Safari in 4x4 in Tanzania. I laghi, la natura selvaggia e la cultura

Pagina 1/2

Grandi laghi, grandi foreste, grande cultura, animali selvaggi… insomma la Grande Africa è riassunta tutta qui: in Tanzania. Durante questi 12 giorni attraverso il nord dello stato, l’immersione totale nella natura del posto e l’incontro con le comunità locali vi dimostreranno come sia facile soffrire di Mal d’Africa…

Partendo da Arusha a bordo di veicoli 4x4, alla volta del Parco Manyara, verrete subito trasportati in un’area di riserve dense di animali dagli spettacolari scenari africani. Il lago che dà il nome al parco si trova a poca distanza dal Migunga Forest Tented Camp, dove allogerete e da dove potrete facilmente avvistare grossi gruppi di antilopi. Nel Parco Manyara il paesaggio si alterna tra savana, boschetti di acacia, giganteschi baobab e, soprattutto lungo i numerosi corsi d’acqua, foreste a galleria.

Ma l’attrattiva principale qui sono i numerosi branchi di elefanti, così come le colonie di babbuini, gnu, zebre, giraffe, ippopotami e leoni, oltre alle tante varietà di uccelli tra cui gli eleganti fenicotteri. Spostandovi verso il Lago Eyasi verrete a contatto con alcune tribù locali: gli Hadzabes e i Watidinga che ancora cacciano con arco e frecce, nutrendosi di radici, tuberi e frutti locali, e con i Datoq che si adornano con abiti in pelle ricoperti da perline colorate. Il vostro soggiorno al lago Eyasi sarà all’insegna dell’eco-sostenibilità, pernottando presso il Tindiga Tented Camp.

Chiunque abbia una passione per l’Africa avrà di sicuro sentito parlare del Lago Victoria e del Serengeti ed è proprio qui che vi condurrà questo viaggio nella sua tappa successiva, non prima però di aver visitato il sito paleontologico delle gole Olduvai. Sul lago sarete ospiti del lussuoso Speke Bay Lodge da dove partirete in canoa alla volta dei villaggi dei pescatori locali. Nel Serengeti, teatro di spettacolari migrazioni, nelle pianure sconfinate quasi prive di alberi, vi attende una vasta popolazione di animali per i vostri fotosafari. Il lodge scelto per questa tappa, l’Ikoma Bush Camp, si trova in una posizione strategica appena al di fuori del parco e ha la concessione, se vorrete prendervi parte, per effettuare safari notturni.
... Pagina 2/2 ...
Un’altra meraviglia naturale sarà l’ultima tappa del vostro tour: con il suo ecosistema unico e la possibilità di avvistare i Big 5, il Cratere Ngorongoro è meta che da sola giustifica un viaggio in Africa. Il panorama dall’alto è indimenticabile ed è senza dubbio lo scenario più grandioso del Continente Nero, paragonato all’Arca di Noè e al Giardino dell’Eden. Nel corso della discesa al cratere incontrerete i Maasai, orgoglioso popolo di allevatori e agricoltori, che da sempre vive queste terre in accordo e in equilibrio con le specie animali della savana: scimmie, gnu, zebre, gazzelle, antilopi, bufali, rinoceronti, elefanti, ippopotami, leoni, leopardi, ghepardi, iene.

E con le tende poggiate su piattaforme di legno, la vista dal Crater Foret Tnted Lodge Lodge sarà spettacolare. Indimenticabile. Nulla serve contro il Mal d’Africa. Ritornarci ancora l’unica possibilità di “guarigione”.

Maggiori informazioni a: www.africanexplorer.com

 Pubblicato da il 05/12/2008 - 3.295 letture - ® Riproduzione vietata

01 Novembre 2017 Halloween a Cinecittą World: programma e ...

Le lunghe giornate estive stanno lasciando il passo alle fresche e più ...

NOVITA' close