Cerca Hotel al miglior prezzo

Casola una Favola, la Festa dei Racconti Dimenticati a Casola Valsenio

Pagina 1/2

Le Favole, i racconti, i burattini, le erbe e i fiori, si ritrovano anche quest’anno a Casola Valsenio, uniti dal teatro, dalla memoria e dal desiderio di gioco di un’intera comunità che, attraverso la sua terra e la sua storia, si propone in maniera originale e poetica. Un programma giunto alla sua XXVIIIª edizione, intenso, pieno di iniziative culturali e turistiche, nell’ottica di un sano divertimento aperto ai giovani come agli adulti con undici spettacoli di teatro di figura, un concerto, quattro laboratori per i piccoli, tre corsi di formazione per gli adulti, incontri, visite guidate nei luoghi più affascinati del territorio casolano, come il Giardino delle Erbe, il Parco del Cardello, Monte Battaglia con un’escursione fuori regione alla Badia di Susinana, nel Comune di Palazzuolo, in provincia di Firenze.

L’estate 2010 inizia venerdì 16 luglio in via Sorgente con ospite la compagnia Fiorentina I Pupi di Stac, erede del lavoro del grande Carlo Staccioli e di Lucia Poli. Presentano il loro spettacolo “cult”: Prezzemolina, una delle storie della tradizione della regione Toscana e di Firenze in particolare, come ci ricorda anche Italo Calvino.

Si prosegue sabato 17 luglio in Piazza Sasdelli con uno spettacolo dedicato ai piccolissimi: Pippo il Pettirosso del Centro di Teatro di Animazione di Gorizia, la cui forza visiva è tale grazie al lavoro di Francesco Tullio Altan e del regista Roberto Piaggio che hanno saputo incrociare sulla scena arte, poesia e dolcezza.

Venerdì 23 luglio è la volta di un ospite internazionale proveniente dal Portogallo, dalla città di Evora. La compagnia di burattinai Era Uma Vez, in tournèe in Italia, presenterà uno dei classici delle storie tradizionali della sua regione: Il mistero della pietra incantata.

Sabato 24 luglio, ci sarà la prima nazionale dell’ultima produzione del Teatro del Drago: Grande Circo Nave Argo, ovvero la ballata di Teseo e il Minotauro, regia di Renato Bandoli e testo di Francesco Niccolini, in scena Andrea Monticelli, Mauro Monticelli e Fabio Pignatta. Si tratta di un viaggio fantastico, surreale, con attori, pupazzi e “macchine” che creano atmosfere oniriche e suggestive, grazie all'aiuto dell’animazione e della pantomima.

Dal 30 luglio al 1 agosto si apre il sipario sulla Festa dei Racconti Dimenticati: tre giornate dedicate al teatro e alle tradizioni locali in un intreccio di storie e leggende per dare vita ad una vera e propria festa dei luoghi, dei sapori e della terra.

A Casola torneranno in quei giorni il folletto Casolicchio e la strega Casolacchia, le vetrine dei negozi si trasformeranno in tanti quadri fiabeschi, i ristoranti e gli alberghi diventeranno luoghi scenografici dove si potranno incontrare Cenerentola, Mowgli, I tre Porcellini, e molti altri personaggi. Una Festa per tutti, grandi e piccoli, per ascoltare, assaporare, dissetare e riposarsi, per nutrirsi di storie antiche, di personaggi realmente vissuti, di magie contadine, di suoni e di colori. Fra i numerosi appuntamenti di spettacolo si ricordano i due spettacoli del venerdì sera dedicati alla tradizione della Commedia Burattinesca con Girometta e Fagiolino Fanfan; La notte delle Favole di sabato sera, dove narratori del calibro di Abdul Abderrhaim, Betty Colombo, Gianni Franceschini, Sergio Diotti, i cantastorie Pietro Corbari e Licia Castellari, incroceranno le loro esperienze dando vita ad uno spettacolo itinerante, ad un piccolo viaggio che dall’Africa arriva alla Pianura Padana, con una sosta a Casola dove i narratori del Corso sulle tradizioni Orali, apriranno gli scrigni di Casolicchio, lasciando uscire piccole storie locali.

Domenica, dopo una incursione storico-ironica alla Badia di Susinana in compagnia di Cristiano Cavina e del Teatro del Drago, presso la Sala Luisa Pifferi (Parco del Cardello- Museo di Casa Oriani), arriva il Piccolo Principe della compagnia Drammatico Vegetale nello spettacolo Viaggio in aereo, delicatissimo lavoro drammaturgico che ha inizio con l’ingresso del pubblico in una navicella dalla struttura esagonale. La storia è raccontata con proiezioni di immagini sulle pareti dell’esagono in un gioco di alternanza di ombre e luci e interpretazione dell’attore Gianfranco Tondini, ottimo interprete.

La chiusura della Festa dei racconti dimenticati è affidata al gruppo etnico Zuf de Zur che con il concerto “Partigiani”, offre un omaggio ai morti della Resistenza antifascista, nella affascinante cornice di Monte Battaglia. Si alterneranno così al tramonto, quando le luci rosa giocheranno a rimpiattino con i blu e gli azzurri, brani partigiani, rivisitati dal gruppo, e composizioni proprie, in memoria dei morti di quel periodo. Dal Comandante Lauro a Cergolj, dalla "zingara" Enrichetta Stefanin fino alle testimonianze dei sopravvissuti dei campi di sterminio e di concentramento, il percorso è segnato dai passi delle grandi "anime eretiche" di queste terre, fonte inesauribile di riflessione che tocca tutti gli aspetti dell'esistenza. La Festa si concluderà con un rinfresco a base di piadina e sangiovese offerto dall’ANPI di Casola Valsenio.
... Pagina 2/2 ...
Venerdì 6 e sabato 7 agosto saranno gli ultimi appuntamenti di Casola è una Favola estate 2010. Si parte con i burattini di Daniele Cortesi protagonisti della favola “Arlecchino malato d’amore”, mentre il giorno successivo “Attenti al lupo!” dei Teatri Comunicanti, uno spettacolo interattivo, grande gioco, una grande festa della partecipazione e del divertimento dove il pubblico è il delegato del settimo congresso nazionale dell’ALCI, Associazione Lupi Cattivi d’Italia, durante il quale si dovrà eleggere il nuovo presidente.

Gli spettacoli del sabato sera si svolgeranno in Piazza Sasdelli a Casola Valsenio e avranno inizio alle ore 21,30 in luglio e alle ore 21 in agosto (biglietteria un’ora prima della rappresentazione - info 392-6664211- adulti € 7,00, bambini € 5,00- residenti € 3,00) , mentre gli spettacoli del venerdì avranno inizio tutti alle ore 21 e saranno ad ingresso gratuito.

In caso di maltempo gli spettacoli del sabato andranno in scena al Cinema Teatro Senio, quelli del venerdì alla Sala Polivalente G. Spadolini.

“Casola è una Favola” fa parte del Cartellone “E..state in Collina 2010”, che comprende anche “Brisighella Romantica” (Brisighella, dal 9 al 17 luglio) e “Frogstock” (Riolo Terme, dal 25 al 28 agosto) ed è organizzata dal Comune di Casola Valsenio e dal Teatro del Drago/Famiglia d’arte Monticelli, in collaborazione con la Pro Loco di Casola Valsenio e l’ANPI di Casola Valsenio, con il contributo della Provincia di Ravenna, della Regione Emilia-Romagna, della Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna, della Banca di Credito Cooperativo della Romagna Occidentale e con il sostegno di Zerocento, Copura, CTF, Gyproc- Saint Gobain. La Società di Area Terre di Faenza, su incarico del Comune di Casola Valsenio ed in collaborazione con questo, cura la parte promozionale dell’iniziativa.


Per maggiori informazioni: Teatro del Drago

Tel 0544.483461 Fax 0544.483460, www.teatrodeldrago.it; info@teatrodeldrago.it


 Pubblicato da il 17/06/2010 - - ® Riproduzione vietata

close