Cerca Hotel al miglior prezzo

Guida ai vini sudafricani

Pagina 1/2

Sebbene il Sudafrica sia ancora considerata una „regione giovane“ per la produzione del vino, il suo mercato cresce di anno in anno e la produzione vinicola viene sempe più apprezzata.
Il vino sudafricano è la perfetta unione tra vecchio e nuovo stile e il più famoso rappresentante è il Pinotage, un vino rosso dal sappore forte, legato ai profumi della terra. Le regioni di produzione più famose sono Stelelnbosch, Paarl e Constantia. Inoltre a 30 minuti da Città del Capo si estende una regione interamente dedicata alla coltivazione vinicola favorita da sole, clima mediterraneo e terreno fertile.

Stellenbosch
Fondata nel 1679, Stellenbosch è la seconda città del Sudafrica. La „città delle querce“, così soprannominata per via dei numerosi alberi secolari che qui si ergono come torri è sede di un importante polo universitario. Stellenbosch è il punto di inizio della Cape land, la strada del vino creata nel 1971, lungo la quale si dislocano 106 cantine che offrono degustazioni per imparare a conoscere il sapore dei vini locali e ogni anno si tiene lo Stallenbosch Wine Festival, raduno di esperti ed appassionati di vino che richiama locali e turisti da tutto il mondo. L'edizione del 2010 si svolgerà tra l'1 e il 5 luglio, in concomitanza con i Mondiali.

Franschhoek
Ovvero “quartiere francese”, situata nel cuore della strada del vino, deriva il suo nome da un gruppo di Ugunotti francesi che vi si rifugiarono portando il loro back ground di conoscenze e capacità nella produzione di vino e nella cucina. Le vigne si trovano ai piedi delle montagne e la maggior parte dei vitigni ha nomi francesi, come il Sauvignon Blanc, lo Chardonnay, il chenin blanc ed il Semillon. Ricca anche la produzioni di vini rossi come il Cabernet Sauvignon, loShiraz, il Pinot nero e il Merlot.

... Pagina 2/2 ...Paarl
Sulla strada del vino incontriamo poi Paarl e i suoi vitigni di Shiraz, la “Perla”, così battezzata grazie alla presenza di una macigno che sotto i raggi del sole assume le sembianze di una grande perla, rappresenta insieme a Città del Capo e Stelelnbosch uno dei più antichi insediamenti eruropei in Sudafrica. Appena fuori la città si trova la “Klein Drakenstein Prison”, la prigione dove Mandela trascorse gli ultimi 14 mesi di prima di essere liberato nel 1990.

Wellington
A Wellington parte un'altra via del vino: la Wellington Route, più corta rispetto alla Cape land in quanto le aziende vinicole si tovano una accanto all'altra. Grazie ad un eccellente terreno e ad un clima caldo i vigneti di questa zona sono particolarmente fruttiferi. Nella natura intattta di questa zona è possibile girare in bicicletta tra le vigne o cavalcare a pelo tra gli uliveti. Infine, da non perdere sono I pranzi preparati dai proprietari delle cantine vinicole, è praticamente impossibile saltarli: un buon vino si deve sempre accordare con un buon pasto.

Fonte: Holiday Check
Visita Holidaycheck.it
 

 Pubblicato da il 31/05/2010 - 2.696 letture - ® Riproduzione vietata

loading...
close