Cerca Hotel al miglior prezzo

Eclissi di Sole, 11 Luglio 2010: viaggio all'Isola di Pasqua (Rapa Nui)

Ci sono molti motivi per organizzare una vacanza od un viaggio a Rapa Nui (Isola di Pasqua), ma quest'anno il fascino dell'isola dalle grande teste, sperduta nei mari australi è rafforzato dalo verificarsi di una importante eclissi di sole e che l'11 luglio 2010 attraverserà gran parte dell'Oceano Pacifico meridionale, quando l'ombra della Luna toccherà le acque della Polinesia, le isole Tuamotu, l'isola di Pasqua prima di andarsi a spegnere al tramonto, sulle montagne delle Ande, al confine tra Cile ed Argentina.

Quest'evento, che assume una connotazione quasi magica sull'isola di Pasqua, è un fenomeno davvero raro da queste parti: l'ultima eclissi verificatesi qui accadde più di 1400 anni fa, e cioè nel 591 dopo Cristo, quando l'ombra transitò sull'isola ancor prima facessero la loro comparsa le gigantesche statue. Si perché gli stessi polinesiani hanno scoperto l'isola solamente da poco più di 1.000 anni. La storia della scoperta ha quasi dell'incredibile: un millennio fa un gruppo di polinesiani caricò di cibo ed acqua le loro canoe e partirono alla ricerca di una terra. Arrivarono in una delle isole più remote al mondo che chiamarono Rapa Nui, e qui, fuori dal tempo e dallo spazio, iniziarono a creare circa 900 statue dalla fronte gigantesca, chiamati Moai, e che rappresentavano i loro antenati.

Niente di meglio poter assistere ad un eclissi totale di sole tra questi monumenti, dove vivere il magico momento di quando la luna si interpone a noi ed il sole regalando una notte effimera di pochi minuti, con la corona del sole circondata da stelle e una luce incredibile che avvolge il paesaggio attonito. Uno dei luoghi più impressionanti è situato su un lungomare chiamato Tongariki, dove si trovano 15 possenti figure con lo sguardo rivolto in lontananza, la verso i luoghi da cui provennero i primi antenati, e da dove arriverà la veloce ombra dell'eclissi.

Valore aggiunto di quest'eclissi la presenza in cielo di una cometa, che potrebbe rendersi visibile nel momento della totalità: si tratta della cometa McNaught C/2009 R1 che potrebbe regalare una sorpresa agli osservatori del cielo a fine giugno. All'inizio di luglio la cometa sarà troppo vicina al sole per essere osservata, ma durante i 4 minuti e 40 secondi di totalità all'isola di Pasqua potrebbe rendersi visibile in modo spettacolare.

Molti tour operator hanno fatto incetta di biglietti e hotel in occasione dell'eclissi, ed i prezzi al momento non sono competitivi. Si vedrà nelle prossime settimane se la vendita procede seconso le aspettative oppure vengono rilasciati dei last minute a prezi scontati. In ogni caso per chi vuole venire all'Isola di Pasqua ci sono voli dalla durata di 5 ore da Santiago, Chile, ma è anche possibile un servizio aereo con partenza da Tahiti.
  •  
14 Dicembre 2017 Il Calendario dell'Avvento Vivente a Noale ...

Dal 1° al 24 dicembre la vivacissima Noale, cittadina di oltre 15.000 ...

NOVITA' close