Cerca Hotel al miglior prezzo

I Giardini di Villa della Pergola ad Alassio

Aggiungi l'evento al calendario 2022-03-01T00:00:00+0200 2022-10-30T00:00:00+0200 Europe/Rome Apertura dei Giardini di Villa della Pergola I Giardini di Villa della Pergola ad Alassio | Date 2022 ATTENZIONE: date non continuative. Maggiori informazioni su date e programma a https://www.ilturista.info/blog/15846-I_Giardini_di_Villa_della_Pergola_ad_Alassio/?utm_source=sharing&utm_medium=calendario&utm_campaign=blog Villa della Pergola Alassio, Liguria
Dal 01 Marzo 2022 al 30 Ottobre 2022
Attenzione: date non continuative

Se pensate che la più bella attrazione di Alassio sia il celebratissimo Muretto, allora vi sbagliate di grosso! Quei metri piastrellati sono iconici, ma le oltre 5.000 specie botaniche dei Giardini di Villa della Pergola appartengono invece alla pura meraviglia. Si tratta di uno spazio che concentra la perfetta estetica di cui s'ammanta la natura, fiori, piante, arbusti che imperlano un angolo di Riviera di Ponente in Liguria esaltando la vegetazione mediterranea e arricchendola di esotismo.

I Giardini di Villa della Pergola compongono un balcone che affaccia sul golfo offrendo un'abbacinante vista panoramica. 22.000 metri quadrati di eden restaurati e vivificati dal gusto dell'architetto paesaggista Paolo Pejrone, riservando particolare attenzione alle operazioni di recupero, conservazione e arricchimento di fioriture semplicemente pazzesche. Vi si accede da una via privata, laddove s'estende la meno inflazionata zona collinare della località balneare in provincia di Savona.

Inserito nel 2021 nella lista dei 10 parchi più belli d'Italia, è un caleidoscopio botanico storico e inimitabile, un paradiso che esiste dalla fine dell'Ottocento ma che ha rischiato di essere inghiottito da una spregiudicata speculazione edilizia nel 2006, scongiurata dall'intervento della famiglia Ricci (di cui è membro il conosciuto Antonio Ricci, patron del programma Mediaset "Striscia la Notizia"). E si devono a Silvia Arnaud Ricci la più importante collezione botanica italiana di glicini (34 varietà) e la più rilevante presenza di agapanthus sul suolo europeo, costituita da quasi 500 diverse specie.

Il (sempre)verde rappresenta il colore dominante di questo edificante ensemble naturalistico dove la flora si sbizzarrisce a esibire se stessa attraverso una pavoneggiante dote di pini marittimi, carrubi, mirti, mandorli, lecci e persino cedri del Libano. Sfumature inconfondibili e delicati profumi rendono l'affresco “quadridimensionale”, poiché oltre le canoniche tre dimensioni con cui siamo abituati a valutare ciò che vediamo esiste la quarta e più impattante, l'emozione che sanno suscitare perle quali le araucarie, jacarande, strelizie, diksonie e la preistorica Wollenia Nobilis.

Gli agrumeti con i tipici chinotti liguri, le rose antiche, maree di gelsomini, splendide bouganville, ortensie, fiori di loto... tutto viene incorniciato e incastonato in uno sfondo che lascia parlare il silenzio con una sola eccezione: il suono dell'acqua che scorre nelle fontane sfociando nei laghetti carezzati dalle ninfee. Impressionante la timida discrezione delle statue a corredo della placida armonia del luogo. Lungo il percorso una ninfa osserva nascosta fra le foglie, un'altra svela seni senza malizia e quattro putti spuntano dalle siepi verticali che attorniano la piccola piscina centrale nella quale a nuotare sono solo pesci invisibili. Il prato appare così soffice da immaginare Adamo ed Eva rincorrersi nudi affondandovi i piedi.

Nato dal desiderio di villeggiatura del Generale inglese Montagu McMurdo e della consorte Lady Susan Sarah Napier, questo rigoglioso avamposto si è sviluppato intorno al Villino della Pergola ch'era al tempo residenza estiva dei Conti della Lengueglia, una dimora secentesca poi affiancata dall'effettiva Villa della Pergola. Ed è così che un basilare podere agricolo si trasformò da bruco a farfalla, da eremo di campagna a sfarzoso parco permeato da piante ornamentali e sontuose balaustre in terracotta ancora oggi perfettamente conservate.

All'inizio del XX secolo, avvenne il passaggio di proprietà a sir Walter Hamilton Dalrymple, tanto che i giardini beneficiarono di un colossale ampliamento ulteriormente fomentato nel 1922 dal successivo proprietario Daniel Hanbury, figlio di sir Thomas Hanbury. Alla dipartita del marito, la signora Ruth avviò il restauro atto a contrastare l'inesorabile decadenza seguita allo scoppio della Seconda Guerra Mondiale. Con la morte della donna, nel 1982, l'ombra del declino e dell'abbandono tornò a incombere fino al “salvataggio” dei Ricci arrivato provvidenzialmente nel 2006.

Oggi i Giardini di Villa della Pergola (il relais di charme che ospita il ristorante Nove a una stella Michelin) - così soprannominati per la lunga pergola che accompagna una stretta scalinata fino all'elegante colonnato bianco - godono di ottima salute, sempre più affascinanti e traboccanti di vita. Ogni anno si registra una buona affluenza da parte di comitive di ogni età richiamate dalla possibilità di visite guidate.

Informazioni utili, date e orari per visitare il parco


Nome:
Giardini di Villa della Pergola
Dove: Via Privata Montagu, 9 - Alassio (Savona)
Date di apertura: aperti tutti i giorni (tranne lunedì) da marzo a ottobre
Orari: solo visite guidate di 90 minuti alle ore 9.30 - 11.30 - 15.00 - 17.00
Biglietto: € 12.00 per gli adulti; € 10.00 ridotto per soci FAI, studenti universitari under 25, persone con disabilità parziale, accompagnatori di persone con disabilità totale; € 6.00 per ragazzi dai 6 ai 18 anni; biglietto gratuito per bambini 0-11 anni, persone con disabilità totale. Si accede solo su prenotazione acquistando il biglietto online qui.
Tipologia: giardino botanico all'aperto
Informazioni: consultare il sito ufficiale o la pagina Facebook; chiamare il tel. 0182/646130 o inviare una e-mail all'indirizzo info@giardinidellapergola.com.

Come arrivare
I Giardini di Villa della Pergola si trovano ad appena dieci minuti dalla stazione di Alassio. Appena usciti, girare a destra e attraversare il sottopasso, girare nuovamente a destra e seguire il muretto. Il tragitto è opportunamente dotato di indicazioni che portano a via Montagu. Oltrepassato l'ingresso, occorre percorrere alcuni metri in salita, un po' impegnativa in verità ma non difficoltosa.

Calendario delle aperture

Marzo 2022
D L M M G V S
   
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
   
Aprile 2022
D L M M G V S
         
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
             
Maggio 2022
D L M M G V S
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
       
Giugno 2022
D L M M G V S
     
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
   
Luglio 2022
D L M M G V S
         
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
           
Agosto 2022
D L M M G V S
 
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
     
Settembre 2022
D L M M G V S
       
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
 
Ottobre 2022
D L M M G V S
           
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
         
Diniego di responsabilità: la Redazione cerca di mantenere sempre aggiornate le date di apertura, ma consigliamo di visionare i siti ufficiali prima di organizzare una visita.
  •  
24 Giugno 2022 La Sagra degli Gnocchi a Guardea

A Guardea, in provincia di Terni, quest’anno si svolge la XXXII ...

NOVITA' close