Cerca Hotel al miglior prezzo

Il percorso dell'estuario Nantes - Saint-Nazaire: un museo a cielo aperto sulla Loira

60 chilometri, questa la distanza che separa Nantes da Saint-Nazaire sull’estuario della Loira, 30 installazioni originali e sorprendenti, comodamente accessibili a piedi, in bicicletta, in auto e alcune anche in battello: è il patrimonio inestimabile del percorso dell’estuario Nantes – Saint-Nazaire. Frutto dell’ingegno di grandi artisti internazionali – Daniel Buren, Romain Signer e François Morellet, solo per citarne alcuni –, questa collezione permanente nasce dal progetto di Jean Blaise nel 2007 e consolida il suo nucleo principale nel corso di tre biennali (2007, 2009, 2012), arricchendosi negli anni di alcune travolgenti novità come il Belvédère de l’Hermitage a Nantes di Tadashi Kawamata, la serie di Semaphores di Vincent Mauger, tra Nantes e Saint-Nazaire, (2019) e Le Porte-Vue di Emmanuel Ritz, a Château-Thébaud (2020). Tre le novità per il 2021: Le pied, Le pull-over e Le Système digestif, di Daniel Dewar e Grégory Gicquel, nel bacino del porto di Saint-Nazaire.

Le opere, tutte di grandi dimensioni e dalle architetture spesso ardite, si possono ammirare a Nantes e lungo le sponde dell’estuario e sono accessibili gratuitamente. Si integrano perfettamente con i panorami cittadini e gli ambienti naturali della Loira; portano a scoprire luoghi originali come una centrale di cemento con Le Pendule di Roman Signer o ecosistemi naturali dell’estuario quali i prati e i canneti di Lavau-sur-Loire con l’Osservatorio di Tadashi Kawamata; alcuni infine si vivono meglio al calare della sera, è il caso degli Anelli di Daniel Buren.


Le opere del percorso dell’estuario Nantes – Saint-Nazaire


Le pied, le pull-over, le système digestif, Daniel Dewar & Grégory Gicquel © Esquisse - photographie Philippe Piron

Île de Nantes (Pointe Est), Hôtel de Région
Portail 0°-90°, portail 8°-98°
François Morellet
L’opera si compone di due griglie incrociate, una che sottolinea l’entrata all’Hôtel de Région e l’altra, meno strutturata, che fa il verso alla Loira.

Nantes, Parvis de l’ENSA Nantes
L’absence
Atelier Van Lieshout
Uno spazio destrutturato, fluido e in movimento, al tempo stesso scultura e luogo d’incontro.

Île de Nantes, Bâtiment Manny
Air
Rolf Julius
Suoni e melodie per chi passeggia sotto la struttura metallica del Bâtiment Manny.

Île de Nantes, Bâtiment Manny
The zebra crossing - Regulations and general directions
Angela Bulloch
Linee a zig-zag che percorrono l’intero edificio e globi gialli lampeggianti.

Île de Nantes, Rue La-Noue-Bras-de-Fer
Mètre à ruban
Lilian Bourgeat
Un metro sovradimensionato che occupa gli spazi esterni del Groupe Aethica.

Île de Nantes, Parc des Chantiers,
La station prouvé
Jean Prouvé
Un punto informativo dalla forma poligonale, con una struttura molto leggera.

Île de Nantes / Parc des Chantiers
Résolution des forces en présence
Vincent Mauger
Una forma strana, aguzza, composta da lunghe pale di legno collegati a una matrice centrale.

Nantes, Quai des Antilles
Les Anneaux
Daniel Buren & Patrick Bouchain
18 anelli che di notte si accendono di rosso, verde e blu.

Nantes, Butte Sainte-Anne, Square Maurice-Schwob
Lunar tree
Mrzyk & Moriceau
Ha la forma di un albero bianco immacolato, inaccessibile, alto 12 metri.

Nantes, Butte Sainte-Anne
Belvédère de l’hermitage
Tadashi Kawamata
Intreccio di assi che rievoca la forma di un gigantesco nido di uccello appeso alla scogliera.

île de Nantes, Bâtiment Harmonie Atlantique
De temps en temps
François Morellet
Un indicatore metereologico sulla facciata del Bâtiment che ogni giorno indica che tempo farà.

Nantes, Canal Saint-Félix
Nymphéa
Ange Leccia
L’immagine di una donna, ninfa o sirena, proiettata sulla superficie del canale.

Nantes, Petite Amazonie
Péage sauvage
Observatorium
Bombardato durante la Seconda Guerra Mondiale, questo spazio oggi ospita una biodiversità ricchissima.

Estuario Saint-Nazaire
Le jardin du tiers-paysage
Gilles Clément
Terrazza a cielo aperto sul bacino portuale che ospita le Bois de Trembles, le Jardin des Euphorbes dans la fosse e le Jardin des Étiquettes.

Saint-Nazaire, Terrasse panoramique de l’écluse fortifiée
Suite de triangles Saint-Nazaire 2007
Felice Varini
Una linea dipinta che abbraccia il panorama del porto.

Rezé (Trentemoult)
Le pendule
Roman Signer
Un pendolo di 7 metri che batte l’inesorabile scorrere del tempo.

Bouguenais, Port Lavigne
The settlers
Sarah Sze
Tre alberi colonizzati da animali: un cucciolo d’orso insieme alle madre, un giaguaro (non visibile attualmente) e alcune scimmie.

Saint-Jean-de-Boiseau
Did i miss something?
Jeppe Hein
Vicino allo specchio d'acqua, una panchina invita il visitatore a contemplare il castello. Viene sorpreso da un getto d'acqua, ma quando si alza la fontana si ferma.

Saint-Jean-de-Boiseau
Chambres d’artistes au château du pé
Bevis Martin et Charlie Youle / EVA & ADELE /
Frédéric Dumond et Emmanuel Adely /
John Giorno et Ugo Rondinone / Mrzyk et Moriceau /
Sarah Fauguet et David Cousinard

Camere da letto rivisitate da sei coppie d’artisti.

Estuario Saint-Nazaire, Le Pellerin, Canal de la Martinière
Misconceivable
Erwin Wurm
Una barca a vela di nove metri che perde la sua linea orizzontale.

Estuario Saint-Nazaire, Paimbœuf
Le jardin étoilé
Kinya Maruyama
L’opera ricrea uno spazio vivibile che richiama la costellazione dell’Orsa Maggiore e i punti cardinali.

Saint-Nazaire, Toit de la base sous-marine, Saint-Brevin-les-Pins, Pointe de Mindin
Serpent d’océan
Huang Yong Ping
Un gigantesco scheletro che ricorda la linea di un serpente.

Estuario Saint-Nazaire, Lavau-sur-Loire
L’observatoire
Tadashi Kawamata
Un ponte pedonale che attraversa le paludi e termina in un osservatorio, un punto di vista privilegiato sul paesaggio della Loira.

Estuario Saint-Nazaire, Cordemais
Villa cheminée
Tatzu Nishi
Un camino di 15 metri che ospita sulla sommità una casa e un giardino.

Estuario Saint-Nazaire, Couëron
La maison dans la loire
Jean-Luc Courcoult
Una casa disabitata, un relitto che si inabissa nella Loira.

Estuario Saint-Nazaire, Indre
Serpentine rouge
Jimmie Durham
Un tubo rosso di 40 metri che si allunga come fosse un serpente.

Estuario Saint-Nazaire
Les sémaphores
Vincent Mauger
Una serie di sculture in legno, punti di vista inediti lungo il fiume (Saint-herblain, quai émile cormerais; Couëron, île de la liberté; Saint-étienne-de-montluc, l’angle; Donges, la taillée;
Saint-nazaire, rue de l’aviation)

Abbaye Royale de Fontevraud
Mort en été
Claude Lévêque
Installazione onirica a tinte rosse che occupa il dormitorio dell’Abbazia Reale.

Château-Thébaud
Le Porte-Vue
Emmanuel Ritz
Una passerella sospesa che offre un eccezionale punto di vista sui vigneti della valle

Estuario Saint-Nazaire
Le pied, le pull-over et le système digestif
Daniel Dewar et Grégory Gicquel
Tre sculture di sette metri d’altezza fatte di cemento in programma per il 2021.


Organizzare la visita


Le Porte-Vue © David Gallard


Nantes è servita da un aeroporto internazionale collegato a 106 destinazioni dirette ed è raggiungibile da Parigi con il TGV (2 ore).
Le opere sono visitabili gratuitamente, sono accessibili a piedi, in bicicletta, in auto (possibilità di parcheggio nei pressi dei siti) o in battello. In prossimità dei siti, pittogrammi specifici indicano l’accessibilità e le modalità di fruizione.
Le crociere lungo l'estuario della Loira fra Nantes e Saint-Nazaire si effettuano da aprile a ottobre (2 ore e mezzo), prenotazioni presso l'ufficio del turismo di Nantes oppure allo 0033 2 72 64 04 79 dall’estero. Per organizzare un itinerario sulle due ruote, si può consultare il sito www.loire-a-velo.fr e www.francevelotourisme.com



Per informazioni:


Ente del turismo: www.france.fr
Ente Turismo di Nantes www.levoyageanantes.fr e www.nantes-tourisme.com
Estuario Saint-Nazaire www.estuaire.info
#ExploreFrance #FromHome

  •  

 Pubblicato da il 01/12/2020 - - ® Riproduzione vietata

27 Gennaio 2021 Le 10 spiagge pił belle dell'Andalusia

Scegliere la propria destinazione per le vacanze estive quando non si ...

NOVITA' close