Cerca Hotel al miglior prezzo

La Corsa degli Scalzi a Cabras

Evento concluso!
Attenzione, evento concluso!
Se verrà riproposto aggiorneremo le date!
Una delle manifestazioni più sentite del rurale bagaglio culturale sardo risveglia ogni anno dal suo ameno torpore San Salvatore di Sinis, arcaica frazione della splendida località di Cabras, provincia di Oristano. La Corsa degli Scalzi si tiene nei primi giorni di settembre ed è la fase finale, se così possiamo chiamarla, di tutta una serie di liturgie popolari inscritte nello scenario della Festa patronale di San Salvatore, qui molto venerato. Ebbene, nelle ultime settimane di agosto è protagonista un gruppo di donne che, a piedi nudi e con indosso il tipico costume del paese, conduce in processione la statua del Santo seguendo un percorso che collega la Chiesa di Santa Maria Assunta al Santuario di San Salvatore, ove si svolgono ben nove giorni di riti e cerimonie sacre.

Il primo sabato di settembre il sole albeggia preceduto dal ritrovo di alcuni giovani nel sagrato della Chiesa Maggiore, pronti a marciare rigorosamente scalzi indossando il s’abidu, l’abito da cerimonia dal quale non si può prescindere se si vuole partecipare alla processione alla volta della periferia del paese. I componenti del corteo in corsa è costituito da is curridoris, cioè i corridori, che legano alla vita i propri s’abidu, coprono il simulacro e iniziano a correre per 7 km in direzione del borgo di San Salvatore di Sinis. Alla testa del corteo in movimento stanno due baldi cerimonieri incaricati di sostenere la pesante portantina per cento metri, coperti i quali hanno diritto al cambio mentre lungo la strada s’inneggia al Santo al grido “Viva Santu Srabadoi”.

I corridori scalzi vengono accolti all’arrivo al villaggio da una folla di fedeli e turisti dopodiché, il giorno successivo ovvero domenica, si reitera il rituale percorrendo al contrario l’itinerario ma senza simulacro. Compiuta l’impresa, is curridoris si danno appuntamento “a attrus annus” (il prossimo anno), con la convinzione che la missione sia servita come buon auspicio per il raccolto, la pescosità nello stagno e la fertilità. Ancora non è finita, in quanto il lunedì si svolge la processione di ritorno delle donne: sono loro a riportare nella sua sede naturale la statua di San Salvatore.

La Corsa degli Scalzi viene ritenuta più propriamente una rievocazione storico-religiosa che richiama i fatti del 1619, data in cui gli Scalzi difesero la statua dai Mori invasori.

Informazioni utili, date, orari per assistere alla corsa

Nome: Corsa degli Scalzi
Dove: Cabras (Oristano)
Quando: 1 e 2 settembre 2018
Orari: sabato dalle ore 6.30 alle ore 13.00 ca., domenica dalle ore 10.30 alle ore 22.30 ca.
Biglietto: gratuito
Tipologia: rievocazione storico-religiosa
Programma: consultare il sito ufficiale
Ulteriori informazioni: contattare il Comune di Cabras al tel. 0783/3971

Come arrivare
In auto si arriva a Cabras seguendo la SS 131; la stazione ferroviaria si trova a Oristano, da cui partono gli autobus extraurbani Arst diretti alle principali località del circondario; i porti principali sono a Porto Torres, Olbia e Cagliari e da questi occorre spostarsi prima in treno fino a Oristano, poi in autobus fino a Cabras; l’aeroporto di riferimento è quello di Cagliari.

Scopri tutti gli eventi della Sardegna

Calendario delle aperture
Attenzione: evento terminato!

Settembre 2018
D L M M G V S
           
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
           
Diniego di responsabilità: la Redazione cerca di mantenere sempre aggiornate le date di apertura, ma consigliamo di visionare i siti ufficiali prima di organizzare una visita.
  •